Arrogante, inesperta e inefficace: l'addetta stampa della Casa Bianca Kayleigh McEnany è sopraffatta nel suo nuovo lavoro

Etica E Fiducia

In poco più di un mese, il segretario stampa della Casa Bianca ha già avuto diverse controversie di alto profilo.

Il segretario stampa della Casa Bianca Kayleigh McEnany parla durante un briefing con la stampa alla Casa Bianca martedì. (AP Photo / Evan Vucci)

Per un anno, molti media - tra cui Poynter - si sono lamentati della mancanza di conferenze stampa ufficiali della Casa Bianca.

Sarah Sanders non ne ha tenuto uno per gli ultimi tre mesi del suo mandato. Stephanie Grisham non ne ha tenuto uno nei suoi nove mesi come addetta stampa. Quindi, quando Kayleigh McEnany, che è subentrato all'inizio di aprile, ha iniziato a tenere di nuovo le conferenze stampa, è stato un cambiamento positivo.



Ma nella categoria 'attento a ciò che desideri', McEnany è partito per un brutto inizio.

Nella sua primissima conferenza stampa ufficiale alla Casa Bianca, la McEnany ha detto ai giornalisti: “Non ti mentirò mai. Hai la mia parola su questo. ' E poi, proprio in quella conferenza stampa, ha mentito .

Ora sembra semplicemente overmatched. Il lavoro e questo momento sembrano troppo grandi per lei. Mentre sta facendo del suo meglio per proteggere e sostenere il presidente, la McEnany troppo spesso sembra meschina, vendicativa, sorda e semplicemente non all'altezza della sfida di svolgere adeguatamente il suo lavoro.

Forse è la novità del lavoro e la sua totale mancanza di esperienza in questo settore. Forse semplicemente non è in grado di essere un'efficace addetta stampa. O forse semplicemente non può difendere alcune delle cose indifendibili che il presidente Donald Trump dice, fa o twitta. Ma in poco più di un mese, McEnany ha già avuto diverse controversie di alto profilo.

ALTRO SU MCENANY: Ecco di più su Kayleigh McEnany e sulla storia degli inutili addetti stampa della Casa Bianca nell'amministrazione Trump.

dov'è Chuck Norris?

Solo nella sua seconda conferenza stampa, a McEnany è stato chiesto di una citazione di febbraio quando ha detto , 'Non vedremo venire qui malattie come il coronavirus, non vedremo il terrorismo venire qui, e non è rinfrescante se lo confrontiamo con la terribile presidenza del presidente Obama?'

Ha detto che la sua citazione è stata fraintesa (non lo era) e poi, nel suo momento più giovanile fino ad ora, ha tirato fuori un taccuino per scattare foto a diversi organi di stampa - tra cui The Washington Post, The New York Times e NPR - prima di camminare bruscamente. spento.

La scorsa settimana, quando è stato interrogato sul presidente e sulla possibile riapertura delle chiese, McEnany è andato fuori sceneggiatura e ha detto che era 'interessante essere in una stanza che vuole disperatamente vedere queste chiese e luoghi di culto rimanere chiusi'.

Un giornalista, Jeff Mason di Reuters, ha respinto , dicendo che era risentito per l'osservazione e che era un frequentatore di chiesa. Chris Wallace di Fox News ha criticato McEnany per quell'osservazione durante il fine settimana e a McEnany è stato chiesto del risvolto durante un'apparizione a 'Fox & Friends' di martedì.

Il co-conduttore Brian Kilmeade ha chiesto a McEnany: 'Stavi mettendo in dubbio le credenze religiose della stampa?'

Ha detto: “No, non ho mai messo in dubbio le credenze religiose della stampa. Molti dei nostri giornalisti sono grandi uomini e donne di fede '.

Ha aggiunto che ha trovato strano che i media chiedessero così tanto sulle chiese e ha detto: 'Non mi è mai stato chiesto perché un negozio di liquori fosse essenziale'.

Ma non è quello che ha detto McEnany nella conferenza stampa. Ha affermato espressamente - ingiustamente e ingiustamente - che i membri dei media volevano 'disperatamente' che le chiese rimanessero chiuse. In effetti, stava mettendo in dubbio le credenze religiose della stampa. Sarebbe stato bello se Kilmeade avesse fatto del vero giornalismo e avesse proseguito con quel punto, ma lui e la troupe di “Fox & Friends” sono semplicemente passati all'argomento successivo.

domande dell'intervista agli esseri umani di new york

Poi è arrivata la disastrosa conferenza stampa di martedì, quando a McEnany è stato chiesto dei tweet del presidente Trump che implicavano che il conduttore di MSNBC Joe Scarborough avesse qualcosa a che fare con la morte del membro dello staff di Scarborough nel 2001.

Il vedovo di quel membro dello staff chiede a Twitter di rimuovere quei post. In una lettera al CEO di Twitter Jack Dorsey , Timothy Klausutis ha scritto: 'La mia richiesta è semplice: cancella questi tweet'.

Ha anche scritto: 'Sono un ingegnere ricercatore e non un avvocato, ma ho esaminato tutte le regole e i termini di servizio di Twitter. Il tweet del presidente che suggerisce che Lori è stata assassinata - senza prove (e contrariamente all'autopsia ufficiale) - è una violazione delle regole della comunità e dei termini di servizio di Twitter. Un utente normale come me verrebbe bandito dalla piattaforma per un tale tweet, ma sto solo chiedendo che questi tweet vengano rimossi '.

Klausutis ha detto che è 'ora arrabbiato, frustrato e addolorato'. Ha scritto: 'Ti sto chiedendo di intervenire in questo caso perché il Presidente degli Stati Uniti ha preso qualcosa che non gli appartiene - il ricordo della mia defunta moglie - e l'ha pervertito per un percepito guadagno politico'.

Ha anche scritto: 'Mia moglie merita di meglio'.

In una dichiarazione, Twitter ha affermato: “Siamo profondamente dispiaciuti per il dolore che queste dichiarazioni e l'attenzione che stanno attirando stanno causando alla famiglia. Abbiamo lavorato per espandere le funzionalità e le norme dei prodotti esistenti in modo da poter affrontare in modo più efficace questioni come questa in futuro e speriamo di attuare tali modifiche a breve '.

Naturalmente, a McEnany è stato chiesto di questo martedì. E non avrebbe potuto gestirlo più male. La sua risposta fu incredibilmente stonata e insensibile. Non si è presa alcuna responsabilità per il presidente e ha attribuito la colpa a Scarborough . Quando giornalista PBS Ha chiesto Yamiche Alcindor riguardo al vedovo che supplicava Twitter di rimuovere i tweet dal presidente, McEnany ha nuovamente respinto la domanda e l'ha rimandata a Scarborough.

quando scopriremo chi ha vinto

Alcindor chiese: 'Perché questo vedovo non può ottenere la pace dal presidente?'

McEnany ha risposto con: 'Ho già chiesto e risposto a questa domanda'.

Alcindor disse: 'Non hai chiesto né risposto a questa domanda'.

Invece di rispondere alla domanda, McEnany ha seguito un trucco che il suo capo usa spesso: ha chiamato un giornalista dell'OANN amico di Trump.

approvazioni del Wall Street Journal 2016

ALTRO SU OANN: Ecco come il presidente Trump e l'OANN interagiscono durante le conferenze stampa della Casa Bianca.

Poco dopo, McEnany se ne andò, concludendo un'altra debole esibizione in conferenza stampa.

Ecco la cosa che McEnany ha bisogno di imparare: non ha intenzione di superare in astuzia il corpo della stampa della Casa Bianca. Lo fanno da molto tempo e sono molto bravi nel loro lavoro. Se crede che sta per entrare in una partita di ingegno e che può schivare e schivare le domande, si sbaglia. Questi giornalisti non se ne vanno, le loro domande non scompaiono e le sue risposte vengono registrate e ricordate.

L'arroganza di McEnany è evidente quanto la sua incompetenza fino ad ora ed è un brutto aspetto non solo per lei, ma per il presidente che serve.

C'è stato un tempo in cui i media volevano che il segretario stampa della Casa Bianca tenesse regolarmente conferenze stampa. Non è cambiato. Ma con più conferenze stampa come quella di martedì, non sarebbe sorprendente se questa addetta stampa si nascondesse proprio come i suoi predecessori.

Tom Jones è il senior media writer di Poynter. Per le ultime notizie e analisi sui media, consegnate gratuitamente alla tua casella di posta ogni mattina nei giorni feriali, iscriviti alla sua newsletter Poynter Report.