Come riportato da Bivol sul COVID-19 in Bulgaria, la pandemia è stata utilizzata come copertura per la corruzione

Reportistica E Modifica

Solo alcune storie convincenti che hanno scoperto: frutta secca mascherata da forniture mediche, disinfettante 'tossico' e test anticorpali inaffidabili

(Cortesia: Buffalo)

Questo caso di studio fa parte di Rapporti sulla resilienza , una serie dal Centro europeo di giornalismo su come le testate giornalistiche di tutta Europa stanno adeguando le loro operazioni quotidiane e le strategie commerciali a seguito della crisi COVID-19.

In poche parole: Una forte attenzione alle indagini collaborative transfrontaliere ha aiutato questo organo di informazione investigativo bulgaro a smascherare le azioni illecite del governo ea consolidare la sua reputazione di giornalismo che ha un impatto.




COVID-19 ha esacerbato i fallimenti dei leader politici in molti paesi. Ma in pochi luoghi è stato così duro come in Bulgaria.

Il paese dell'Europa sudorientale è da tempo famoso per la corruzione del governo e, a gennaio, Transparency International lo ha definito il paese più corrotto dell'Unione europea. Ma è stato solo quando è emerso il coronavirus che i cittadini, frustrati dalla cattiva gestione della pandemia da parte del primo ministro Boyko Borissov, sono scesi in piazza per protestare.

In parte, queste proteste possono essere attribuite al rapporto investigativo di Bivol, un pluripremiato organo di informazione investigativa bulgara. Nonostante le difficoltà del lavoro da casa, il suo piccolo team ha messo in luce le carenze legislative e le preoccupazioni sulla privacy dei dati e ha pubblicato rapporti incisivi raccolti in tutto il mondo.

che ha realizzato il primo iPod

In questo caso di studio, Tara Kelly del Centro europeo di giornalismo spiega come la configurazione del team remoto di Bivol e la focalizzazione ben definita hanno permesso di avere un impatto fuori misura in Bulgaria e oltre.

Fondata nel 2010 dai giornalisti investigativi Assen Yordanov e Atanas Tchobanov, Buffalo è un media investigativo online che denuncia corruzione e legami con la criminalità organizzata in Bulgaria. Bivol significa 'bufalo d'acqua' in bulgaro ed è stato scelto perché l'animale ha un forte senso della giustizia, una buona memoria ed è intelligente. Il team è composto da tre redattori remoti con sede in Bulgaria e Francia e quattro liberi professionisti e traduttori regolari.

cosa ha detto Donald Trump sulla sicurezza sociale

Bivol pubblica circa tre inchieste a settimana e circa 120 articoli all'anno. Sono disponibili in tre lingue: bulgaro, inglese e francese. È anche un membro del OCCRP e ICIJ e un partner di WikiLeaks .

L'80% delle entrate di Bivol proviene dalle donazioni dei lettori. Nel 2019, l'outlet ha ricevuto 50.000 € in donazioni. Ai lettori viene offerta la possibilità di pagare € 2, € 3 o € 5 al mese, anche se molti accettano l'opzione di pagare di più. Tutti i fondi vengono utilizzati per pagare i traduttori, i costi delle indagini (ad es. Viaggi) e l'infrastruttura del server necessaria per resistere agli attacchi Distributed Denial of Service.

Sebbene la maggior parte degli inserzionisti teme di allinearsi ai rapporti antigovernativi di Bivol, il punto vendita ricava il 20% delle entrate da un cliente: Botanica Lozen , un progetto suburbano immobiliare bulgaro. In cambio di servizi IT gratuiti, Bivol offre Daxy.com , una società informatica bulgara, pubblicità gratuita sul suo sito.

La Bulgaria ha problemi significativi con la corruzione ed è stata nominata il paese più corrotto del 2020 nell'Unione europea dall'organismo di vigilanza anticorruzione Transparency International. La libertà dei media è minacciata e il paese è stato soprannominato la pecora nera dell'Unione europea di Reporter senza frontiere . I rapporti investigativi di Bivol hanno ripetutamente dimostrato la stretta relazione tra il governo, la magistratura e la criminalità organizzata, portando i principali organi di informazione a lanciare una campagna diffamatoria contro Yordanov, Tchobanov e Bivol nel loro complesso . Il 2 settembre , polizia brevemente ha arrestato uno dei suoi giornalisti durante le proteste antigovernative in corso.

I social media sono responsabili del 40% del traffico del sito ed è il modo principale in cui Bivol comunica con i suoi lettori. Il 97% delle visite dai social arriva tramite Facebook (il restante 3% proviene da Twitter, YouTube e Reddit) con il suo considerevole pagina Facebook dimostrando un modo cruciale di distribuire le storie ai lettori. Il lettore tipico di Bivol ha 25-55 anni e ha ricevuto un'istruzione universitaria, ma ha anche un notevole pubblico di diaspora in Europa occidentale e negli Stati Uniti.

Nel 2020, Bivol ha vinto un Sigma Award per il miglior reporting basato sui dati da parte sua nell'indagine della Troika Laundromat. L'indagine di vasta portata ha rivelato 70 società di comodo che sono state utilizzate per spostare oltre 26 miliardi di euro di ricchezza privata dalla Russia all'ovest.

Quando la pandemia è emersa per la prima volta, Bivol ha investito tutte le sue risorse per coprire il virus. Tra marzo e maggio è stato pubblicato 31 storie su COVID-19 , 10 di cui sono state tradotte dal bulgaro all'inglese. A giugno, lo sbocco è tornato al suo ritmo originale di copertura della corruzione del governo e delle proteste antigovernative. Da allora, ha pubblicato 25 storie.

la notizia della volpe è la cosa più importante

Una delle sue indagini, pubblicata ad aprile, ha rivelato come false le informazioni del governo sulle forniture di coronavirus e si è rivelata particolarmente popolare. #DateGate ha rivelato che 15 tonnellate di forniture mediche inviate dagli Emirati Arabi Uniti consistevano principalmente in datteri, un frutto popolare in Medio Oriente. L'inchiesta è stata pubblicata in data il suo sito web e sul sito web OCCRP ed è stato ripreso in numerosi media bulgari e stranieri, tra cui Mediapool e OffNews . Quasi sei mesi dopo, le autorità bulgare devono ancora fornire una spiegazione in merito all'accordo con gli Emirati Arabi Uniti.

Un'indagine di follow-up di Bivol ha mostrato che il i disinfettanti arrivati ​​dagli Emirati Arabi Uniti nel carico erano tossici . Sebbene questa storia abbia ricevuto meno attenzione da parte dei media, test dei consumatori del disinfettante per le mani nei giorni successivi alla pubblicazione della storia ha mostrato che solo tre marchi su 21 in vendita in Bulgaria all'epoca rispettavano pienamente le raccomandazioni dell'Organizzazione mondiale della sanità.

Altre indagini pubblicate da Bivol negli ultimi sei mesi includono:

  • Come è consentito l'emendamento del governo bulgaro alla legge sulla salute del paese ospedali per acquistare maschere e altre attrezzature mediche senza gare pubbliche.
  • In che modo i ministeri del governo sono stati in grado di accedere ai dati dell'operatore mobile per rintracciare quelli in quarantena obbligatoria, a causa della mancata modifica della legge sulle comunicazioni elettroniche
  • In che modo i test rapidi cinesi degli anticorpi sono stati rinominati e venduti negli Stati Uniti e in Europa come parte di a indagine congiunta OCCRP .

Il sito web di Bivol ha ricevuto un afflusso di visitatori a causa della pandemia globale e dei suoi rapporti sulla cattiva gestione della crisi da parte del governo. Nei sei mesi tra marzo e agosto 2020, il suo sito web riceve una media di 490.000 visitatori unici al mese. A giugno e luglio 2020, le visite uniche sono aumentate rispettivamente a 870.000 visualizzazioni e 730.000 visualizzazioni.

Bivol non ha registrato un aumento significativo delle entrate dei lettori dall'inizio della pandemia. A marzo, si è registrato un leggero calo delle donazioni una tantum, ma ad aprile e maggio è aumentato in seguito alla pubblicazione dell'indagine #DateGate. Bivol non ha potuto fornire la ripartizione delle donazioni totali dei lettori per questi mesi, né una panoramica delle sue entrate totali fino ad ora nel 2020.

COVID-19 ha ribadito la necessità per Bivol di investire in server sicuri e maggiore sicurezza digitale per prevenire attacchi bot e DDoS destinati a far crollare il suo sito web. Bivol ha subito un attacco DDoS ad aprile, ma è stato mitigato con successo. Successivamente, ha investito nella sua infrastruttura web e ora il sito è molto reattivo. L'investimento ha richiesto molto tempo al team, ma ha comportato anche l'acquisto di una nuova macchina. Il team non ha commentato quanto ha speso, ma ha rivelato che la maggior parte delle entrate è destinata alla manutenzione della sua infrastruttura IT.

stai lavorando in questo momento

Il proteste antigovernative in corso in Bulgaria hanno rafforzato la determinazione di Bivol a coprire la corruzione del governo in relazione alla pandemia, nonché i legami dei politici eletti alla criminalità organizzata. Dal 20 settembre i cittadini manifestano da 71 giorni consecutivi e chiedono le dimissioni del primo ministro Boyko Borissov. I redattori di Bivol ritengono che le proteste offrano un'opportunità per evidenziare i fallimenti del governo e attuare riforme in Bulgaria.

Tuttavia, come Casi COVID-19 in Bulgaria superati i 19.000, Bivol continuerà ad essere alla ricerca di ulteriori opportunità per coprire il virus e pubblicare importanti inchieste sulla politica del governo in relazione alla pandemia.

'Abbiamo appreso che le persone hanno fame di informazioni pertinenti e verificate, soprattutto per quanto riguarda la corruzione che circonda la risposta del governo bulgaro alla crisi sanitaria. Siamo scioccati dal fatto che le autorità stiano cercando di sfruttare la situazione per limitare sempre più la libertà di parola nel paese. Lo abbiamo segnalato all'International Press Institute - per votare su nuove leggi e punizioni dei siti web che utilizzano le situazioni di COVID-19 '.

- Assen Yordanov, fondatore e direttore di Bivol

Questo caso di studio è stato prodotto con il supporto di Fondazione Evens . È stato originariamente pubblicato da Centro europeo di giornalismo sopra medio ed è pubblicato qui sotto il Licenza Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.0 . Il Poynter Institute è anche sponsor fiscale di il Manuale di verifica .