La fiducia nelle notizie può essere riparata? Facebook, Craig Newmark, Mozilla e altri stanno spendendo $ 14 milioni per provare

Tecnologia E Strumenti

Foto di Kumar's Edit tramite Flickr.

Una coalizione globale di leader tecnologici, istituzioni accademiche, organizzazioni non profit e finanziatori, tra cui Facebook, Mozilla e il fondatore di Craigslist Craig Newmark, ha annunciato lunedì un'iniziativa da 14 milioni di dollari per combattere il calo della fiducia nei media e promuovere l'alfabetizzazione giornalistica.

La News Integrity Initiative, che sarà gestita dalla CUNY Graduate School of Journalism, unirà un gruppo iniziale di 19 organizzazioni e individui in tutto il mondo per rendere il giornalismo più informativo e aiutare i consumatori di notizie a comprenderlo meglio.



Notevole nell'elenco dei finanziatori è Facebook, il social network in cui si verifica gran parte del consumo di notizie nel mondo. Facebook di recente ha lanciato un'iniziativa giornalistica quella inclusa una campagna di sensibilizzazione alle redazioni negli Stati Uniti e la sua partecipazione a questo progetto segna il suo ultimo contributo all'industria dell'informazione da quando una marea di storie fraudolente ha inondato la sua piattaforma durante la corsa alle elezioni del 2016.

i peggiori giornalisti rispondono alle tue domande

Con ulteriori finanziamenti dalla Ford Foundation, dal Democracy Fund, dalla Knight Foundation, dalla Tow Foundation, AppNexus e Betaworks, la News Integrity Initiative condurrà ricerche, pianificherà eventi e intraprenderà progetti che aiutano le persone a prendere decisioni informate su ciò che leggono e condividono online.

Il nuovo progetto ha una strada difficile da percorrere. L'aumento delle bolle filtro, la metastasi delle notizie iperpartitiche e altri fattori hanno fatto scendere la fiducia nei media ai minimi storici. La ripetuta condanna del presidente Trump nei confronti della stampa e l'incapacità dei media nazionali di prevedere correttamente il vincitore delle elezioni presidenziali del 2016 probabilmente non hanno fatto molto per sanare la frattura tra i consumatori di notizie e i media negli ultimi mesi.

perché le notizie di volpe non sono notizie

In passato, gran parte delle discussioni sull'alfabetizzazione giornalistica si sono concentrate interamente sul miglioramento della comprensione dei media da parte dei consumatori, ha affermato Jeff Jarvis, direttore del Tow-Knight Center for Entrepreneurial Journalism, che supervisiona la sovvenzione. In parte, questo progetto mira a focalizzare l'attenzione sui cambiamenti che le testate giornalistiche e le piattaforme potrebbero apportare per migliorare il modo in cui informano i propri utenti.

'Penso che noi giornalisti possiamo fare molto per insegnare alle piattaforme il giornalismo e la responsabilità pubblica', ha detto Jarvis. “Penso che possano fare molto per insegnarci a ripristinare il nostro rapporto con il pubblico che serviamo e come possiamo meglio informare la conversazione pubblica insieme. Perché quella conversazione non avviene più esclusivamente sul nostro sito. Sta accadendo ovviamente in tutta la rete. '

L'annuncio includeva un elenco iniziale di 19 organizzazioni e individui che lavoreranno al progetto. Sono:

  • Arizona State University negli Stati Uniti
  • Center for Community and Ethnic Media presso CUNY Journalism School negli Stati Uniti
  • Constructive Institute presso l'Università di Aarhus in Danimarca
  • Edelman con sede negli Stati Uniti
  • Centro europeo di giornalismo nei Paesi Bassi
  • Fondazione Gabriel García Márquez per il Nuovo Giornalismo Iberoamericano (FNPI) con sede in Colombia
  • Hamburg Media School in Germania
  • Hans-Bredow-Institut in Germania
  • La Ida B. Wells Society negli Stati Uniti
  • Centro internazionale per giornalisti con sede negli Stati Uniti
  • News Literacy Project con sede negli Stati Uniti
  • Polis, London School of Economics nel Regno Unito
  • Scuola di giornalismo di Sciences Po in Francia
  • La Society of Publishers in Asia con sede a Hong Kong
  • Trust Project con sede negli Stati Uniti
  • Fondazione Walkley in Australia
  • Weber Shandwick con sede negli Stati Uniti
  • Il fondatore di Wikipedia Jimmy Wales
  • Divisione per la libertà di espressione e lo sviluppo dei media dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura (UNESCO) con sede in Francia

L'idea per la News Integrity Initiative è nata dopo le prime conversazioni con Newmark, ha detto Jarvis. (La fondazione di Newmark ha recentemente donato a Poynter 1 milione di dollari per creare la sua prima sedia di etica). Facebook si è messo in contatto subito dopo e altri finanziatori hanno iniziato a esprimere interesse.

'Nella storia delle scuole superiori degli Stati Uniti, ho imparato che una stampa affidabile è il sistema immunitario della democrazia', ​​ha detto Newmark in una dichiarazione. 'Come consumatore di notizie, come la maggior parte delle persone, voglio notizie di cui possiamo fidarci. Ciò significa difendere mezzi di informazione affidabili e imparare a individuare i clickbait e le notizie ingannevoli '.

un fiore per le tombe

Campbell Brown, il di recente nomina Head of news partnerships per Facebook, ha detto in una dichiarazione che l'iniziativa News Integrity ha lo scopo di 'fornire alle persone gli strumenti necessari per discernere le informazioni che vedono online'.

'Migliorare l'alfabetizzazione giornalistica è una preoccupazione globale e questo gruppo eterogeneo assemblato da CUNY riunisce esperti di tutto il mondo per lavorare alla costruzione di comunità più informate', ha detto Brown.

Jarvis ha espresso interesse per alcune idee volte a migliorare la fiducia nelle notizie durante una recente intervista con Poynter. Una revisione completa della ricerca disponibile in questo campo è fondamentale, ha affermato. Ha suggerito che potrebbe esserci un modo per le organizzazioni di notizie e le piattaforme come Facebook di includere segnali che indicherebbero che una fonte di notizie è affidabile, ad esempio il periodo di tempo in cui l'editore è esistito, o un marchio e un contesto più importanti per le storie visualizzate su social media.

In definitiva, il lavoro per aumentare l'attendibilità delle notizie è una strada a doppio senso, ha detto Jarvis. Non può essere fatto senza il consenso degli editori e delle piattaforme che distribuiscono il loro lavoro.

'Spetta a noi aiutarli a definire la qualità', ha detto Jarvis. 'Questo non significa che elimina il discorso che ora può verificarsi. Sono a favore della libertà di parola. Tuttavia, dice che possiamo aiutarli con maggiori informazioni di qualità '.

Il poliziotto nero uccide un uomo bianco disarmato