Chris Wallace ha ottenuto elogi quasi universali per la sua intervista con il presidente Trump. Ma stava solo facendo il lavoro di giornalista?

Reportistica E Modifica

Wallace di Fox News è stato elogiato per la sua disponibilità a verificare i fatti in tempo reale e respingere alcune delle affermazioni sbagliate e ridicole di Trump.

Chris Wallace di Fox News (Joe Raedle / Pool tramite AP)

Questo pezzo è apparso originariamente su The Poynter Report, la nostra newsletter quotidiana per tutti coloro che hanno a cuore i media. Iscriviti a The Poynter Report qui.

Un giorno dopo il suo intervista combattiva con il presidente Donald Trump , Chris Wallace di Fox News stava ricevendo elogi quasi universali per la sua disponibilità a verificare i fatti in tempo reale e respingere alcune delle affermazioni sbagliate e ridicole di Trump.



quando precisare la percentuale

Wallace era così forte che molti - come i relatori di 'The View' della ABC - prevedono che probabilmente non vedrai mai più Trump sedersi con Wallace. 'The View' ha detto Meghan McCain, 'penso che d'ora in poi sarà Sean Hannity per lui.'

In realtà, i commenti di McCain su Twitter subito dopo l'intervista sono stati ancora più duri (e classificati come R). McCain ha twittato , 'Yowza, Chris Wallace ...! È così che intervisti Trump, signore e signori. Chris è uno dei migliori in assoluto per una ragione, ma (imprecazione), stavo aspettando che il narratore di Mortal Combat gridasse 'finiscilo' entro la fine ... Chi del team di comunicazioni di Trump lo ha preparato per questo?!? '

Qualcuno pensava che Wallace si limitasse a condurre il tipo di intervista che i giornalisti abitualmente facevano con presidenti e leader: sfidante e imponente. E, forse, Wallace è stato elogiato in modo espansivo perché molti dei suoi colleghi di Fox News non si sarebbero confrontati con Trump in quel modo.

Nella sua colonna del lunedì , Margaret Sullivan del Washington Post ha detto che l'intervista di Wallace non era altro che una foglia di fico per Fox News. Sullivan ha scritto che l'intervista era 'qualcosa a cui i vertici della rete e il personale addetto alle pubbliche relazioni possono puntare per contrastare le critiche secondo cui Fox News non è altro che una cheerleader per il presidente. Chiamala la sindrome 'ma Chris Wallace!'. La domenica potrebbe essere stata un riflettore per le costolette di Wallace, ma lunedì mattina le cose sono tornate alla loro normalità dannosa per la democrazia presso la rete via cavo più popolare della nazione '.

Sullivan ha sottolineato che Tucker Carlson è tornato in onda lunedì e che lo spettacolo mattutino, 'Fox & Friends', si è complimentato con Wallace, ma Sullivan ha scritto: 'lascia che il presidente distorca i fatti'.

Sullivan ha aggiunto: 'Tutto come al solito, in altre parole'.

Tom Jones è il senior media writer di Poynter. Per le ultime notizie e analisi sui media, consegnate gratuitamente alla tua casella di posta ogni mattina nei giorni feriali, iscriviti alla sua newsletter Poynter Report.

Donald Trump taglierà la sicurezza sociale