Chris Wallace ha magistralmente realizzato quella che avrebbe potuto essere la migliore intervista televisiva di sempre con il presidente Donald Trump

Newsletter

Il tuo rapporto Monday Poynter

Chris Wallace di Fox News, a destra, intervista il presidente Donald Trump. (Cortesia: Fox News)

Alla fine della scorsa settimana, Fox News ha preso in giro L'intervista di Chris Wallace al presidente Donald Trump eseguendo una breve clip - uno scambio ostile tra il presidente e Wallace.

rapporto sull'innovazione del New York Times

Nella clip, Trump ha detto che il suo avversario democratico, Joe Biden, vuole disinvestire la polizia. Wallace lo interruppe: 'Signore, non lo fa'.



Trump ha indicato la piattaforma di unità che Biden ha firmato con il senatore Bernie Sanders. Wallace rapidamente - e correttamente - ha sottolineato che 'non dice nulla sul disinvestimento della polizia'.

Poi Trump ha interrotto l'intervista dopo aver detto: “Oh davvero? Dice 'abolisci'. Dice 'defondi'. Andiamo! ' Si è rivolto a un membro dello staff fuori campo e ha detto: 'Portami il charter, per favore'.

Durante un'apparizione con il collega di Fox News Bill Hemmer, che ha mandato in onda la clip, Wallace ha detto: 'Ma non è riuscito a trovare alcuna indicazione - perché non ce n'è - che Joe Biden abbia cercato di disinvestire e abolire la polizia'.

A quel punto, sapevi che l'intervista di 'Fox News Sunday' sarebbe stata un'enorme intervista. E sicuramente lo era. È stata una performance magistrale di Wallace, che era estremamente preparato, è stato veloce in piedi e non ha esitato a chiamare il presidente.

Wallace ha spinto il presidente su una serie di questioni che probabilmente giocheranno un ruolo chiave nella decisione delle elezioni di novembre.

Un grosso problema è il coronavirus, un altro argomento in cui Trump ha chiamato lo staff per portargli numeri diversi da quelli presentati da Wallace. Trump ha insistito sul fatto che i casi sono aumentati perché i test sono in aumento, ma Wallace ha notato in modo intelligente che i test sono aumentati del 37%, mentre i casi positivi sono aumentati del 194%. 'Non è solo che i test sono aumentati', ha detto Wallace, 'è che il virus si è diffuso'.

In un altro bizzarro scambio di battute, Wallace ha chiesto: “Hai detto che a scuola ai nostri figli viene insegnato a odiare il nostro paese. Dove lo vedi? '

Trump ha detto: 'Guardo a scuola. Guardo, leggo, guardo la roba. Ora vogliono cambiare: nel 1492, Colombo scoprì l'America. Sai, noi siamo cresciuti, tu sei cresciuto, l'abbiamo fatto tutti, questo è quello che abbiamo imparato. Ora vogliono farlo diventare il progetto 1619. Da dove viene? Cosa rappresenta? Non lo so nemmeno, quindi. '

Wallace ha detto: 'È schiavitù'.

Trump, incredibilmente, ha detto: 'Questo è quello che stanno dicendo, ma non lo sanno nemmeno'.

Tutto è andato in giro, compreso un altro scambio di opinioni sull'idoneità mentale e l'affermazione di Trump di aver superato di recente un test cognitivo. Quando Wallace ha citato i sondaggi che hanno dimostrato che gli americani credono che Biden sia più competente del presidente, Trump ha detto: 'Bene, ti dirò una cosa, facciamo un test. Facciamo un test adesso. Andiamo giù, Joe e io faremo un test. Lascia che faccia lo stesso test che ho fatto io. '

Wallace ha detto di aver svolto il test online e ha detto: 'Non è il test più difficile. Hanno una foto e dice: 'Che cos'è?' Ed è un elefante '.

Trump ha detto: 'No, no, no. Vedi, sono tutte false dichiarazioni. ... Perché, sì, le prime domande sono facili, ma scommetto che non sei riuscito nemmeno a rispondere alle ultime cinque domande. Scommetto che non potresti, diventano molto difficili, le ultime cinque domande. '

Questi sono solo alcuni esempi. Guarda tu stesso. In definitiva, come ha fatto il presidente è la tua chiamata. Ma non c'è molto dibattito su come ha fatto Wallace. È stato eccellente.

Il giornalista veterano Dan Rather ha twittato , 'Una mancia dello Stetson a Chris Wallace. Un professionista consumato. Difficile. Preparato. Giusto. Sempre pronto con un fact check e una domanda di follow-up. Immagino che ci sia una bella scena alla Casa Bianca che cerca di contenere le ricadute '.

Jonathan Swan di Axios ha twittato , 'Penso di aver guardato tutte le interviste televisive che Donald Trump ha fatto da quando ha annunciato la sua candidatura nel 2015. Chris Wallace ha appena fatto la migliore, e da una certa distanza.'

Nel folle ciclo di notizie di oggi in cui qualcosa sembra accadere ogni giorno e quello che è successo ieri viene rapidamente dimenticato, l'intervista di Wallace potrebbe effettivamente resistere. È stata un'intervista disastrosa per Trump, ma per Wallace è stato un momento brillante, soprattutto perché ha fatto quello che fa un bravo giornalista ponendo domande difficili, chiamando il suo soggetto se dice qualcosa di sbagliato e facendo tutto in modo professionale.

Altro su questo: Chris Wallace ha ottenuto elogi quasi universali per la sua intervista con il presidente Trump. Ma stava solo facendo il lavoro di giornalista?

L'intervista di Chris Wallace al presidente Trump ha prodotto molti momenti virali, tra cui questo commento di Trump : 'Non sono un grande fan di Fox, sarò onesto con te.'

Il membro del Congresso John Lewis parla durante un evento nel 2016. (Cortesia: mpi04 / MediaPunch / IPX)

Il rappresentante John Lewis, un'icona nel movimento per i diritti civili, è morto venerdì all'età di 80 anni. Non c'è modo di rendere giustizia al suo impatto, alla sua eredità e alla sua influenza in pochi paragrafi qui.

Ma ecco alcune delle storie eccezionali che si sono distinte dalla copertura del fine settimana:

L'editorialista del Los Angeles Times LZ Granderson con 'L'eredità dei buoni guai di John Lewis: costruire ponti, distruggere muri'.

Kevin Merida di The Undefeated con 'John Lewis ha vissuto una vita di grazia e umiltà'. Sempre da The Undefeated, Michael A. Fletcher scrive, 'All'inizio non capivo John Lewis.'

Adam Harris dell'Atlantico con 'Il mondo che John Lewis ha contribuito a creare'.

L'editorialista del Washington Post Eugene Robinson con 'Come ricordare John Lewis.'

Lewis è stato uno dei 13 Freedom Riders originali che hanno viaggiato attraverso il sud nel 1961 per combattere la segregazione nei trasporti pubblici. Derrick Bryson Taylor del New York Times con 'Chi erano i Freedom Riders?'

E, infine, uno sguardo indietro a un momento speciale. Nel 2016, per contribuire a celebrare il 100 ° anniversario dei Premi Pulitzer, Poynter ha ospitato un evento incentrato sui diritti civili. Lewis ha tenuto il discorso di apertura, cosa che puoi fare guarda qui .

Commento più forte dai notiziari della domenica mattina? Ecco come il moderatore della NBC 'Meet the Press' Chuck Todd ha aperto il suo spettacolo :

“Siamo il paese più ricco della storia umana con un'infrastruttura medica senza pari e una popolazione istruita e istruita, eppure oggi siamo assolutamente impotenti tra i paesi industrializzati nella lotta contro COVID-19. Un mondo che una volta ci guardava per fare l'impossibile ora distoglie lo sguardo sul nostro fallimento nel fare il possibile '.

Per sostenere le sue affermazioni, Todd ha criticato i commenti fatti dal vicepresidente Mike Pence, quando ha scritto un editoriale a giugno che diceva: 'Tale panico è esagerato ... Stiamo vincendo la battaglia contro un nemico invisibile'.

Todd ha detto: 'No, non lo siamo'.

Todd ha osservato che NBC News ha calcolato la media dei numeri dell'Organizzazione mondiale della sanità dal lunedì al venerdì della scorsa settimana. La Francia ha registrato una media di 455 casi di notizie. La Germania ha registrato una media di 408 casi. L'Italia ha una media di 182. E gli Stati Uniti? 69.060.

(AP Photo / Richard Drew, File)

In una storia esplosiva delineata da cinque membri dello staff , The Daily Beast riferisce che Fox News sta affrontando conflitti interni mentre i membri dello staff nero sono arrabbiati con quello che affermano essere razzismo nella rete. Tutto è esploso in una telefonata di giugno tra i dirigenti della Fox e i membri dello staff nero.

Un membro dello staff ha detto al Daily Beast: 'Hanno creato una cellula - hanno creato una cellula suprematista bianca all'interno della rete via cavo più importante in America, quella che influenza direttamente il presidente'.

Il membro dello staff ha continuato dicendo che tale comportamento è stato scusato dal CEO di Fox Corp. Lachlan Murdoch. Il Daily Beast ha anche scritto: “Nell'ultimo mese, i dipendenti neri della rete, compresi i talenti in onda, hanno iniziato a confrontarsi apertamente con il management sulla retorica anti-nera di Fox, in particolare quella delle più grandi star della rete, Laura Ingraham e Tucker Carlson. '

l'idea del sogno americano è più strettamente correlata a quale delle seguenti?

L'ultimo esempio è lo scrittore capo di Carlson, Blake Neff, che lascia la rete dopo che Oliver Darcy della CNN ha rivelato che Neff scriveva post online razzisti e sessisti con uno pseudonimo. Carlson ha appena soffocato quella controversia quando ha trascorso pochissimo tempo nel suo spettacolo ad affrontare la questione. Mentre condannava il messaggio dietro i post, non ha mai specificato cosa c'era in essi, non ha mostrato contrizione, ha attaccato coloro che sentiva stavano celebrando la morte di Neff e poi è andato immediatamente a pescare alla trota dopo lo spettacolo.

Il Daily Beast ha scritto: “Murdoch ha approvato personalmente ciò che Carlson avrebbe detto nelle sue osservazioni difensive del lunedì in merito all'uscita del suo scrittore di punta. Nonostante le richieste dei dirigenti di Fox News di pre-registrare il segmento e di assumere un tono conciliante, Carlson sembrava a malapena scusato, sapendo di avere il pieno sostegno dell'erede di Murdoch '.

Un insider anonimo di Fox News ha detto al Daily Beast: “Quanto sarebbe stato difficile chiedere scusa? Detto questo, non sono sorpreso. '

Per la seconda settimana consecutiva, 'MediaBuzz' di Fox News ha praticamente ignorato una delle più grandi notizie mediatiche della settimana. La scorsa settimana, il conduttore Howard Kurtz ha menzionato solo brevemente che lo scrittore capo di Carlson ha lasciato Fox News dopo i suoi commenti razzisti online. Poi, domenica, 'MediaBuzz' non ha menzionato la storia del Daily Beast sul razzismo su Fox News. Tuttavia, ha avuto commenti su Chris Cuomo della CNN che ha parlato del presidente e Ivanka Trump entrambi scellini per Goya Foods, anche se quella storia ha superato a malapena uno o due tweet nei circoli dei media.

'MediaBuzz' ha anche fatto una lunga sezione sullo scrittore conservatore Bari Weiss che si dimette dal New York Times in una rassegnazione controversa che è stata molto critica nei confronti del Times. Kurtz, inoltre, ha stranamente detto che la CNN non aveva coperto quella storia. Ha detto: “Nessuna menzione di questo su CNN o MSNBC. Immagina se questa fosse una pubblicazione conservatrice. '

Mentre lo diceva, il commentatore ospite e conduttore radiofonico di Fox News ed editore politico del sito web conservatore Townhall Guy Benson ha detto: 'Eh, non è così interessante'.

Bene, era interessante perché era sbagliato. Il sito web della CNN aveva scritto molto su Weiss, e lo stesso programma mediatico della CNN, 'Reliable Sources', ha parlato in profondità della storia del Times - quasi nel momento esatto in cui Kurtz ha fatto il suo commento che la CNN non stava parlando della storia. E mentre non ha parlato dell'atmosfera tossica a Fox News come descritta da The Daily Beast, Kurtz ha affrontato i problemi di molestie all'interno della squadra di Washington NFL, come riportato dal Washington Post.

Invece di rivolgere critiche sbagliate alla CNN per le storie che in realtà ha trattato, forse Kurtz dovrebbe essere più preoccupato di ciò che i suoi grandi media raccontano. metà spettacolo non ha coperto.

(Cortesia: The New Yorker)

Sopra c'è un'anteprima della copertina di The New Yorker, disponibile oggi. Il problema è 'Voices of American Dissent'. Il New Yorker lo definisce 'uno speciale numero d'archivio che esplora il dissenso come componente essenziale della storia americana e del futuro americano'. È una raccolta di storie passate del New Yorker.

Puoi controllare la colonna dell'editor del New Yorker David Remnick che introduce il problema Qui .

Il numero include anche il profilo di Michael Spectre del 2002 del defunto attivista per l'AIDS Larry Kramer; Il profilo del leggendario scrittore Toni Morrison nel 2003 di Hilton Als; una storia del 2009 di Elizabeth Kolbert sul climatologo James Hansen; e un pezzo del 2016 di Jelani Cobb sulle origini del movimento Black Lives Matter. E molto di più.

Hai un feedback o un suggerimento? Inviare un'e-mail allo scrittore senior di media Poynter Tom Jones all'indirizzo tjones@poynter.org .

  • Sopravvivi e prospera come freelance e lavoro a distanza - Iscriviti a questo seminario online entro domani, Poynter
  • Costruire un marchio personale scalabile - Iscriviti a questo seminario online entro il 30 luglio, Poynter
  • Writing About the World in 2020: Dignity and Precision in Language - 29 luglio a mezzogiorno orientale, Poynter

Vuoi ricevere questo briefing nella tua casella di posta? Registrati qui.