La condotta sui social media potrebbe sembrare diversa per i giornalisti in futuro. Cominciamo ora a capirlo.

Educatori E Studenti

Inoltre un'università mostra i suoi veri colori per quanto riguarda l ''istruzione' e una lezione di leadership sulla razza

I manifestanti di Black Lives Matter si radunano presso la Statehouse di Des Moines, Iowa, a giugno. I giovani giornalisti potrebbero esitare all'idea che la razza e l'identità di genere siano questioni politiche, dal momento che molti giornalisti emergenti considerano le questioni 'politiche' semplicemente i fatti della loro esistenza. (AP Photo / Charlie Neibergall)

Alma Matters è una newsletter di Poynter progettata per fornire idee, notizie e approfondimenti a coloro che fanno parte della comunità dell'educazione al giornalismo. Iscriviti qui per ricevere Alma Matters.

Qualcun altro sta lottando per dare consigli ai giornalisti studenti sui loro social media?



Come molti giornalisti professionisti con più di pochi anni di esperienza, propendo non solo verso una tradizionale separazione tra chiesa (sentimenti personali) e stato (lavoro professionale), ma anche la sensazione che là fuori ci sia una risposta giusta - se solo posso Trovalo.

mike pence editoriale

Questa settimana comincio a pensare di sbagliarmi su entrambi i fronti.

L'opinione dei media tradizionali secondo cui le opinioni personali dovrebbero rimanere rigorosamente fuori dai post sui social è stata ribadita questa settimana durante un webinar con i giganti del giornalismo finanziario Will Lewis e Lionel Barber . Barber ha detto: 'Loro (i giornalisti) stanno essenzialmente vedendo (le loro pagine di social media) le proprie piattaforme, ed è sicuramente un commento'. (Commento essendo opinione nel linguaggio giornalistico britannico.)

Lewis ha aggiunto: 'Basta smetterla - è sconveniente per le organizzazioni per cui lavori ... Dobbiamo convincere le persone a rafforzarsi. …. E per quelli di noi che hanno dato la propria vita professionale alla convinzione che i fatti abbiano la meglio su tutto, questo è un momento molto impegnativo '.

Conosciamo questo ritornello: mantieni le tue opinioni fuori dalla tua cronologia.

Ma i giornalisti emergenti sono sempre più riluttanti quando vengono informati che, secondo 'l'industria', la loro razza e identità di genere sono 'questioni politiche' - per non parlare delle implicazioni di vivere una pandemia internazionale.

Per molti giornalisti emergenti, le questioni etichettate dai media tradizionali come 'politiche' sono semplicemente i fatti della loro esistenza.

Quindi come possiamo fornire consigli pratici e utili a giornalisti studenti le cui scadenze dureranno a lungo dopo che avranno lasciato l'università?

Sono andato a scavare questa settimana nel tentativo di istruirmi e forse trovare qualcosa di utile.

Ecco La politica sociale del New York Times . Aspetto più utile: 'I social media presentano potenziali rischi per il Times. Se i nostri giornalisti sono percepiti come di parte o se si impegnano in editoriali sui social media, ciò può minare la credibilità dell'intera redazione '.

La politica del Washington Post è (a circa un quarto del percorso) il miglior take-away: 'I giornalisti del post devono astenersi dallo scrivere, twittare o pubblicare qualsiasi cosa - comprese fotografie o video - che possa essere oggettivamente percepita come un riflesso di pregiudizi politici, razziali, sessisti, religiosi o di altro tipo o favoritismo.'

Axios, quale ha fatto notizia all'inizio di questo mese per aver rotto con i media tradizionali e consentito ai membri dello staff di protestare, si comporta di più con la tradizione sui social media, affermando: “I dipendenti di Axios si astengono dal prendere posizioni o schieramenti di parte sui social media e nei forum pubblici. È un piccolo ma degno passo che possiamo fare per guadagnare e mantenere la fiducia. '

Se devo essere onesto, ho riscontrato che la maggior parte delle politiche mancava per aiutare gli studenti attuali. L'ultimo aggiornamento del Post sembra essere nel 2016, quello del Times nel 2017 (sebbene entrambi siano solidi e ponderati). L'AP è un PDF del 2013 , e anche le venerabili offerte di SPJ solo uno snippet per la propria organizzazione - è ampiamente utilizzato codice etico non si rivolge affatto ai social media.

fine della guerra del Vietnam 1975

Soprattutto, utilizzare massicce organizzazioni giornalistiche per guidare il pensiero per giornali studenteschi molto più piccoli potrebbe essere un'applicazione errata. Come ha scritto Nick Confessore di The New York Time nella sua politica del giornale, 'nella misura in cui il mio account Twitter è influente o ampiamente letto, è in gran parte perché sono impiegato per The Times'.

Questo non è necessariamente vero per gli studenti giornalisti, che hanno maggiori probabilità di servire un mercato molto più piccolo e di essere seguiti più da vicino dagli amici rispetto a quelli che cercano i pensieri di un giornalista veterano.

Ho il sospetto che tu stia pensando, i giornalisti studenti che sono seriamente intenzionati a fare carriera nelle notizie non dovrebbero iniziare a seguire le migliori pratiche ora per aumentare le loro possibilità di essere assunti?

Può essere. O forse noi come educatori e giornalisti veterani dovremmo controllare i nostri pregiudizi istituzionali e generazionali. Dopotutto, una delle cose più importanti per me delle ultime settimane è stata che forse i pregiudizi che danno forma al nostro mondo sono più prevalenti e potenti di quanto ci siamo mai fermati a realizzare.

Alla fine della giornata, ancora una volta, sospetto che il miglior consiglio sia semplicemente quello di parlare. Discuti con gli studenti i cui social media ti riguardano o con l'intero staff dei media studenteschi sui processi futuri. Chiediglielo:

  • Quale ruolo credi che i tuoi post personali sui social media abbiano nel tuo sviluppo professionale?
  • Chi sta leggendo i tuoi post adesso? (Qual è il pubblico?)
  • Qual è il tuo obbligo verso quel pubblico?
  • Qual è il tuo scopo nel postare?
  • Come pensi che invecchiano i tuoi post?

Ciò che è importante in questa discussione è la disponibilità a considerare il cambiamento. Dovremmo ascoltare le preoccupazioni dei giovani giornalisti che potrebbero avere una prospettiva diversa su ciò che i social media significano per le loro vite. E dovremmo considerare attentamente tali informazioni mentre creiamo messaggi, politiche e consigli futuri.

... ma avrei predicato al coro, sospetto. Questa settimana, il Boston Globe è stato così gentile da scriverne le difficoltà incontrate dal personale studentesco del giornale alla Northeastern University, a cui non è stato permesso di parlare con il presidente dell'università da SETTE ANNI (scusate per il tutto maiuscolo, ma volevo chiarire che stavo decisamente urlando). L'ho già visto prima, e mi disgusta ogni volta: l'amministrazione blocca i giornalisti studenti non parlando con loro, nega loro i record e poi li accusa in una campagna di pubbliche relazioni incredibilmente spietata di 'Beh, sbagli sempre qualcosa e hai per emettere una correzione ... '

Lo dirò nel modo più chiaro possibile in modo che tutti gli amministratori là fuori possano capirlo: il tuo compito è fornire un'istruzione agli studenti, compresi i giornalisti studenti. Chiedendo la perfezione incrollabile da un segmento della popolazione studentesca - lo studente giornalista - neghi a quello studente la tua esperienza e il potenziale di crescita. Potresti abbracciare un momento di insegnamento per lavorare con lo studente per migliorare l'accuratezza, la professionalità e la tempestività, ma invece incolpi gli studenti per non sapere intrinsecamente tutto su quella professione.

Ciò non dimostra molta passione per l'istruzione.

Presa alternativa: grazie per la preziosa lezione, amministrazione nord-orientale. Dopotutto, stai partecipando attivamente allo sviluppo professionale di questo giornalista studente: non puoi fidarti degli amministratori universitari.

  • L'Università dell'Arizona offre una laurea bilingue in giornalismo .
  • L'edizione di questa settimana di The Lead, una newsletter per giornalisti studenti collaborata con Poynter, contiene alcuni consigli davvero ponderati per migliorare le iniziative sulla diversità nelle redazioni universitarie.
  • I tuoi giornalisti studenti vorranno incorporare TikToks nel tuo feed social, se non lo hanno già fatto. Ecco alcune riflessioni come altre società di media lo stanno facendo con successo .
  • Potrebbe essere utile per i tuoi studenti? Persone transgender: una guida per i giornalisti , dalla giornalista e attivista Gillian Branstetter.

Due cose che ho visto sui media questa settimana che potrebbero costituire una sorta di base per la discussione e l'apprendimento in classe. Il primo è stato Smistamento tra i rottami accusati di razzismo del Pittsburgh Post-Gazette , un pezzo di WGBH News che delinea una serie di eventi francamente piuttosto selvaggi e passi falsi da parte della leadership di quella redazione, tutto intorno alla gara. Poi c'era Il mio giudizio sulla cattiva notizia ha ferito la comunità nera di Buffalo. Dieci anni dopo, le lezioni persistono di Margaret Sullivan, ora editorialista del Washington Post che scrive del suo scarso processo decisionale 10 anni fa come redattrice del Buffalo (New York) News. Entrambi dimostrano il potenziale per evitare errori se i giornalisti neri fossero stati in posizioni di potere e leadership.

Shirley Povich Center per il giornalismo sportivo

In entrambi i casi, vediamo i leader editoriali bianchi deludere non solo il loro pubblico, ma anche le loro redazioni. Chiedi ai tuoi studenti di leggere i pezzi e di individuare i punti deboli. Dove le persone hanno sbagliato in ogni caso? Dove (se dovunque) sono andati bene? Cosa avrebbero fatto di diverso i tuoi studenti se fossero stati nei panni della leadership di Buffalo News e Pittsburgh P0st-Gazette? In che modo questo influisce sulla loro impressione sull'importanza della diversità nella redazione, specialmente nei ruoli di leadership?

L'International Fact-Checking Network di Poynter ospita ogni anno Global Fact, ma ora è gratuito, virtuale e offre un nuovo percorso per i ricercatori . Se sei interessato a incorporare più lezioni di verifica dei fatti nelle tue lezioni o nei tuoi consigli, potresti pensare di unirti a questi la prossima settimana:

'Falso!' 'Falso!' O una grande 'X' rossa? Il nostro pubblico comprende il modo in cui etichettiamo i contenuti fuorvianti? Martedì 23 giugno, da mezzogiorno alle 13:00 Orientale

Lezioni di “infodemia” per studi sui media , Mercoledì 24 giugno, 9-10: 15 Eastern

Verifica dei fatti a scuola: migliori pratiche da tutto il mondo, Giovedì 25 giugno, da mezzogiorno alle 13:00 Orientale

Con più di 150 relatori e più di 50 ore di discussioni dal vivo, panel, presentazioni e workshop, questa sarà la più grande convocazione di fact-checker di sempre. Controlla il programma completo qui .

Ho letto questa citazione dal briefing del New York Times di giovedì di David Leonhardt e l'ho sentito profondamente: 'I college si sono precipitati ad annunciare che inviteranno gli studenti a tornare al campus questo autunno. Ma poiché ho parlato con i funzionari del college nelle ultime settimane - di solito non per citazione - sono rimasto colpito dalla differenza tra il loro ottimismo pubblico e la loro incertezza privata '.

Posso solo immaginare quanto siano difficili e stressanti le tue vite in questo momento mentre cerchi di pianificare una caduta ponderata e rigorosa per gli studenti a cui so che tieni così profondamente, che stanno lottando con così tanta paura e incertezza. Quali sono le tue preoccupazioni e le tue lotte? Fammi sentire da te e parliamone.

chi ha assunto Fox News Hire

Barbara Allen è la direttrice della programmazione del college. Può essere raggiunta a ballen@poynter.org o su Twitter, @barbara_allen_