I pericoli di ignorare gli standard giornalistici, oltre a Trump si accontenta di sostenere Fox News - una specie - mentre è ignorato altrove

Newsletter

Il tuo rapporto Friday Poynter

Lawrence O'Donnell di MSNBC nel 2018 (foto di Willy Sanjuan / Invision / AP)

Buon venerdì mattina. Goditi il ​​lungo weekend del Labor Day. Il rapporto Poynter tornerà martedì mattina ... supponendo che l'uragano Dorian non abbia un impatto su di noi qui a San Pietroburgo, in Florida. Avanti con le notizie sui media di oggi.

Il problema con le notizie via cavo in prima serata in questi giorni è che c'è una tale concorrenza che, per farsi strada a gomitate in prima linea, i padroni di casa sono caduti vittima di prese calde e posizioni controverse. E questo può portare a un giornalismo impreciso.



Varietà Brian Steinberg aveva un pezzo eccellente sull'imbarazzante ritrattazione della storia di Lawrence O'Donnell nel suo programma MSNBC all'inizio di questa settimana. O'Donnell ha dovuto ripercorrere una storia anonima di una fonte in cui riportava che la Deutsche Bank aveva concesso al presidente Donald Trump un prestito che era stato co-firmato da miliardari russi con legami con Vladimir Putin.

Il problema, a quanto pare, era che O'Donnell stava cercando di distinguersi nell'affollato campo della prima serata. Il problema, osserva Steinberg con precisione, è che questi host stanno ancora lavorando per i notiziari, ovvero le reti che 'cercano di mantenere standard e pratiche di raccolta delle notizie'.

Spesso, questi standard e queste pratiche sono in diretto conflitto con gli host che cercano di suscitare interesse per i loro spettacoli.

Steinberg scrive: 'Come O'Donnell ha illustrato mercoledì sera, c'è ancora un buon motivo per rimanere vicino alle regole, non importa quanti soldi e attenzione si potrebbero guadagnare piegandoli'.

La frase che O'Donnell ha continuato a usare durante il suo rapporto - così come quando l'ha presa in giro nello show di Rachel Maddow - era 'se vero'. Come quando O'Donnell ha detto questo in onda:

'Questo spiegherebbe, mi sembra, ogni parola gentile che Donald Trump abbia mai detto sulla Russia e Vladimir Putin, se fosse vero, e sottolineo la parte 'se vera' di questo'.

elenco delle fonti di notizie e dei loro pregiudizi

Il Ha scritto Erik Wemple del Washington Post che le parole chiave non erano, come continuava a dire O'Donnell, 'se vere'.

Wemple: 'Le parole chiave della discussione di apertura sono state la spazzatura non corroborata e appagante che O'Donnell ha presentato ai suoi spettatori'.

Wemple ha chiuso la sua rubrica con questa domanda: 'È un tipo così adatto a ospitare un programma MSNBC?'

Ciò che preoccupa è che O'Donnell apparentemente non ha pubblicato questo rapporto davanti a Trump per commenti o reazioni prima di andare in onda con esso. E, oh ​​sì, la storia non era vera. Anche preoccupante: MSNBC ha rifiutato di rispondere a qualsiasi domanda al riguardo.

città in stile ap che stanno da sole

Come ho scritto nella newsletter di giovedì, questo è un grave errore. Una semplice scusa da O'Donnell, un no comment da MSNBC e poi andare avanti sembra insufficiente. Sembra anche qualcosa che potrebbe rimanere fedele a O'Donnell per molto tempo.


Co-conduttore Brian Kilmeade sul set di “Fox & Friends” a New York l'anno scorso. (AP Photo / Richard Drew)

Trump ha ripetuto di non essere soddisfatto di Fox News durante un intervista radiofonica di mezz'ora Giovedì con Brian Kilmeade di Fox News Radio. L'intervista riguardava principalmente la politica e gli eventi attuali, come l'uragano Dorian, la Cina e il mercato azionario, l'immigrazione, l'Iraq e altro ancora.

Quando si è trattato dei media, Trump ha ripetuto ciò che ha espresso su Twitter mercoledì.

'Non sono contento della Fox', ha detto Trump a Kilmeade, anche se si è assicurato di dire che i suoi problemi non riguardavano i presentatori della prima serata Sean Hannity, Tucker Carlson o Laura Ingraham, né la troupe del programma mattutino di 'Fox & Friends', che include Kilmeade.

Kilmeade ha chiesto a Trump cosa 'è cambiato' per indurlo a scagliarsi contro Fox News. Trump ha poi lanciato uno sfogo su CNN e MSNBC. Non è mai tornato a Fox News e Kilmeade (forse intenzionalmente) ha lasciato cadere la palla non dando seguito.

Trump ha detto che la CNN lo ha 'implorato' per un'intervista, a cui Kilmeade ha detto: 'Non credo che dovresti fare un'intervista neanche lì'.

quanto sono di parte i media in realtà

Trump ha detto: 'No, penso che sarebbe molto sleale nei confronti delle persone che sono fan di Trump e delle persone che hanno votato per me e delle persone che voteranno di nuovo'.

Buone notizie per i lettori di The Dallas Morning News. Il giornale ha lanciato un nuovo sito web Giovedì, sostenendo che si carica tre volte più velocemente del vecchio. Certamente sembra nitido - Oserei dire come un vero sito web in contrapposizione ad alcuni dei siti squallidi spesso prodotti dai giornali.

Grant Moise, editore e presidente del DMN, ha dichiarato: '(I lettori) ci hanno detto nell'ultimo anno che i nostri prodotti digitali non hanno eguagliato la qualità del nostro giornalismo'.

Questo si può dire di molti giornali: il loro acume e le loro capacità digitali non sono all'altezza delle loro capacità giornalistiche. Ciò è in parte dovuto al fatto che molti giornali hanno cercato di inserire pioli quadrati in fori rotondi cercando di trasformare i giornalisti in esperti di siti web, invece di assumere persone esperte di tecnologia per innovare e gestire quei siti web.

Anche se sembra che il semplice ostacolo per i giornali sia semplicemente convincere i lettori a pagare per il giornalismo, anche affrontare l'esperienza dei lettori dei loro prodotti digitali dovrebbe essere una priorità assoluta.


Il Wall Street Journal's Michael C. Bender ha twittato giovedì notizie scioccanti: nessuna delle prime pagine di giovedì del Wall Street Journal, del New York Times o del Washington Post ha avuto notizie sul presidente Trump.


Notato fan di 'Dateline' Taylor Swift. (Foto di Evan Agostini / Invision / AP)

Tutti adorano 'Dateline' della NBC, giusto? Non è necessariamente una TV per appuntamenti, come 'Il Trono di Spade' o la mia ultima ossessione, 'Successione'. Ma è uno di quegli spettacoli che se stai girando e ti imbatti in esso, vieni risucchiato.

Giunto alla sua 27esima stagione, “Dateline” è lo spettacolo più longevo nella storia della prima serata della NBC, ed è diventato un cult tra, letteralmente, milioni di persone in TV e social media. Tra i suoi più grandi fan c'è Taylor Swift, che ha rivelato a Us Weekly '25 cose che non sai di me:'

'Guardo Dateline ininterrottamente.'

annunci di venerdì nero su carta

Swift ha anche incontrato l'anno scorso il corrispondente di 'Dateline' Dennis Murphy.

Ha detto Murphy a Us Weekly , 'Ho detto, 'Ciao, Taylor, sono Dennis', e lei ha detto con un grande sorriso, 'So chi sei!' Un momento fuori dal corpo: lei mi conosce?'

'Dateline' andrà in onda stasera e sabato, oltre a lunedì. Lo spettacolo di lunedì riguarderà un soldato, appena tornato dall'Afghanistan, ucciso a colpi di arma da fuoco sul ciglio della strada in Kentucky.

NBC News e The Texas Tribune stanno unendo gli sforzi per un'intera giornata di conversazione politica al Festival del Texas Tribune 2019 . L'evento - sabato 28 settembre e parte di un festival di tre giorni che va da quel venerdì a domenica ad Austin, in Texas - vedrà la partecipazione delle aspiranti presidenziali democratiche Beto O'Rourke, Amy Klobuchar, Michael Bennett e il senatore repubblicano Ted Cruz. I partecipanti di NBC News includono Chris Hayes, Lawrence O'Donnell, Stephanie Ruhle, Steve Kornacki, Katy Tur, Garrett Haake, Geoff Bennett e altri.


Il senatore Kirsten Gillibrand (D-N.Y.) Parla durante il secondo dei due dibattiti delle primarie presidenziali democratiche a luglio. (AP Photo / Paul Sancya)

  • Kirsten Gillibrand è stata tra le prime a chiedere le dimissioni del senatore Al Franken per accuse di molestie sessuali. #MeToo è diventato una parte importante della sua campagna. Ma la storia di Franken e #MeToo hanno davvero condannato le sue possibilità presidenziali? Emily Peck di HuffPost con cosa fare di Gillibrand che ha abbandonato la gara.
  • Andrew McCabe dovrebbe davvero essere sulla CNN? Ho già detto di no, e ora il Erik Wemple del Washington Post interviene.
  • 'Non avevo altra scelta che andarmene.' Il generale James Mattis, ex segretario alla difesa di Trump, è profilato da Jeffrey Goldberg dell'Atlantico.

Hai un feedback o un suggerimento? Inviare un'e-mail allo scrittore senior di media Poynter Tom Jones all'indirizzo tjones@poynter.org .

Vuoi ricevere questo briefing nella tua casella di posta? Iscriviti Qui .

Seguici su Twitter e così via Facebook .