Il dibattito viene fuori dai binari: dai la colpa ai moderatori »È Trump contro Acosta e tutti perdono» Fox News è in cima alle classifiche in grande stile

Newsletter

Il tuo rapporto Mercoledì Poynter

I candidati alla presidenza Elizabeth Warren, Bernie Sanders e Joe Biden al dibattito di martedì sera. (AP Photo / Patrick Semansky)

Moderare un dibattito non è facile. Lo sappiamo perché ne abbiamo visti più esempi fatti male che bene.

il video contro i migranti diventa virale in tutta europa

Anche se è un lavoro difficile, purtroppo i moderatori della CBS nel dibattito democratico di martedì hanno avuto una brutta serata.



Il caos era il tema. C'erano urla, insulti, chiacchiere e continue interruzioni. Insomma, era un casino. I candidati, certamente, hanno giocato un ruolo importante nel disturbo, ma i moderatori hanno fatto poco per fermarlo. A volte, l'hanno abilitato.

A un certo punto, il candidato Joe Biden ha detto: 'Immagino che l'unico modo per farlo sia entrare e parlare il doppio del tempo che dovresti'.

I moderatori non hanno escluso i candidati quando avrebbero dovuto e non li hanno interrotti quando non avrebbero dovuto. Il risultato è stato un free-for-all che ha prodotto un dibattito a corto di sostanza e lungo allo scompiglio.

Il dibattito della scorsa settimana, ospitato da NBC / MSNBC, è stato caratterizzato da molte urla e attacchi, ma non è mai sembrato che fosse volato fuori dai binari. Questo perché i moderatori sono riusciti a mantenere un certo controllo. I moderatori di NBC / MSNBC hanno seguito la linea sottile di lasciare che i candidati si inseguissero e di far andare avanti il ​​dibattito. Non erano perfetti ed era lontano dal miglior dibattito di questo ciclo elettorale, ma era solido.

Si potrebbe sostenere che il dibattito di martedì sera è stato il peggiore finora. I moderatori della CBS - la conduttrice di 'CBS Evening News' Norah O'Donnell, la conduttrice di 'CBS This Morning' Gayle King, la moderatrice di 'Face the Nation' Margaret Brennan, il principale corrispondente da Washington Major Garrett e il corrispondente di '60 Minutes' Bill Whitaker - devono prenditi la maggior parte della colpa per questo.

Non c'era un flusso naturale alle domande, che sembravano saltare selvaggiamente da un argomento all'altro. La prima domanda sulla salute riguardava le bevande zuccherate a New York City e NON il coronavirus, che incredibilmente non è emerso fino a 83 minuti dall'inizio del dibattito. Lo scoppiettio delle domande ha permesso ai candidati di scatenarsi ei moderatori sembravano impreparati o riluttanti a fermarlo.

È raro che le testate giornalistiche si critichino a vicenda, ma la performance della CBS è stata così traballante che è stata ampiamente stroncata da altri media durante e dopo il dibattito. Il principale corrispondente per i media della CNN Brian Stelter ha twittato , 'I dibattiti sono difficili. Le rivalità nei notiziari televisivi sono hardcore. Detto questo, i professionisti del dibattito in altre reti televisive si scambiano messaggi definendolo un 'disastro', un 'incubo' e peggio '.

'Ci sono stati momenti in cui, sfortunatamente, i moderatori sembravano perdere il controllo del dibattito', ha detto la commentatrice della CNN Gloria Borger nella copertura post-dibattito. “E qualsiasi tipo di momento che avrebbe potuto avere per una dichiarazione decente e qualcuno che ha risposto a una dichiarazione che è stata fatta su di loro è semplicemente esploso in tutti contro tutti. ... Ovviamente, ogni candidato stava pensando, 'Uh oh, devo fare bene qui perché potrebbe essere questo per me.' ... Quindi è difficile essere un moderatore in questo caso, ma dovevi controllarlo. Ed era fuori controllo. '

Parte della moderazione riguarda il sentire: una sensazione per quando consentire ai candidati di andare oltre il limite di tempo, una sensazione per quando consentire ai candidati di inseguirsi, una sensazione per quando impedire ai candidati di assumere il controllo del dibattito. E c'erano troppi casi in cui i moderatori semplicemente non avevano quella sensazione.

Il risultato è stato un dibattito disorganizzato che probabilmente ha lasciato gli elettori più confusi che mai.

Alla CNN dopo il dibattito, la candidata Amy Klobuchar ha detto: 'Beh, è ​​stato un altro slugfest e non penso necessariamente che serva alle persone che stavano guardando'.

Sai chi non ha servito le persone che stavano guardando? I poveri moderatori della CBS.


Il presidente Donald Trump durante una conferenza stampa martedì a Nuova Delhi, in India. (AP Photo / Alex Brandon)

Il presidente Donald Trump e Jim Acosta della CNN l'avevano fatto un altro scambio irrispettoso durante una conferenza stampa martedì a Nuova Delhi. Acosta stava chiedendo a Trump della possibile interferenza russa nelle elezioni e Trump ha colto l'occasione per attaccare la CNN.

Durante la sua risposta, Trump ha detto: 'E se vedi cosa ha detto la CNN, la tua meravigliosa rete, immagino che si siano scusati in un certo senso - non si sono scusati per il fatto che hanno detto certe cose che non erano vere? Dimmi, quali sono state le loro scuse ieri? Cos'hanno detto?'

Acosta ribatté: 'Mr. Presidente, penso che il nostro record nel fornire la verità sia molto migliore del tuo a volte. '

Trump ha risposto con: 'Lascia che ti parli del tuo record, il tuo record è così brutto che dovresti vergognarti di te stesso. Hai il peggior record nella storia della trasmissione '.

'Non mi vergogno di nulla e la nostra organizzazione non si vergogna', ha risposto Acosta.

Questi due hanno una storia di sparring alle conferenze stampa. Martedì, Trump ha coinvolto Acosta nella conversazione ponendo ad Acosta una domanda diretta sulla credibilità della CNN. E mentre il comportamento di Trump è stato meno che presidenziale, questi scambi fanno sembrare Acosta peggiore di Trump. La storia finisce per parlare di Acosta e, alla fine, mette in discussione la professionalità e l'obiettività di Acosta. In conclusione: è solo un brutto aspetto per Acosta.

Jeremy Barr dell'Hollywood Reporter, che ha partecipato a un evento di Common Ground International con Chris Wallace di Fox News e Maggie Haberman del New York Times alla Columbia University martedì, ha twittato che Wallace ha detto di essere 'inorridito' con il avanti e indietro di Acosta con Trump.

Wallace ha detto: 'Non è nostro compito litigare con i presidenti, non è nostro compito ingannare il presidente'. Barr ha twittato che Haberman ha convenuto che i giornalisti non dovrebbero combattere con Trump.


I presentatori in prima serata di Fox News, da sinistra a destra, Tucker Carlson, Sean Hannity e Laura Ingraham. (Foto per gentile concessione di Fox News)

Fox News ha avuto un grande febbraio. Quanto grande? È il migliore in assoluto in prima serata.

Nel mese di febbraio, Fox News ha registrato una media di 3,5 milioni di telespettatori in prima serata, la migliore tra le tre principali reti di notizie via cavo e la migliore nei 24 anni di storia della rete. (MSNBC aveva 1,78 milioni e CNN aveva 1,05 milioni.)

La formazione di Fox News in prima serata di Sean Hannity, Tucker Carlson e Laura Ingraham ha sicuramente avuto molto di cui parlare con l'impeachment, lo stato dell'Unione, i dibattiti democratici, i caucus e le primarie democratiche. Tutti e tre hanno avuto i loro mesi migliori di sempre con Hannity che ha attirato 4,3 milioni di spettatori totali, seguita da Carlson (4,115 milioni) e Ingraham (3,6 milioni).

Le valutazioni di Fox News sono aumentate del 35% rispetto a febbraio 2019.

'World News Tonight' della ABC è il notiziario serale più visto al momento. La scorsa settimana, 'World News Tonight' con il conduttore David Muir ha attirato 9,03 milioni di telespettatori. 'NBC Nightly News' con Lester Holt è stato il prossimo con 7,79 milioni di telespettatori. Al terzo posto 'CBS Evening News' con Norah O'Donnell a 5,57 milioni di telespettatori.

Per questo articolo, lo passo all'analista aziendale dei media di Poynter Rick Edmonds.

Il NewsGuild, con una lunga serie di organizzazioni di successo negli ultimi anni, ha collezionato tre nuove unità per formare i capitoli solo nell'ultima settimana. Sono tutti in importanti giornali della Florida: il Palm Beach Post, acquisito da GateHouse / Gannett da Cox nel marzo 2018; il Fort Myers News Press / Naples Daily News, titoli di Gannett nella parte sud-occidentale dello stato; e l'Orlando Sentinel, una proprietà della Tribune Publishing.

Un'altra unità della Gilda è in formazione presso il Wyoming Tribune Eagle a Cheyenne.

Altre aggiunte negli ultimi sei mesi hanno incluso il Miami Herald / El Nuevo Herald, l'Arizona Republic e il South Bend (Indiana) Tribune. Prima di allora, c'erano il Chicago Tribune e il Los Angeles Times.

Sebbene il sindacato non possa fermare licenziamenti e acquisizioni, può cercare aumenti e difendere programmi di benefici per i suoi membri. A livello nazionale il sindacato ha promosso una campagna per aumentare la consapevolezza delle acquisizioni di fondi speculativi e di quanto dannoso sia per le comunità uno sforzo di informazione locale in contrazione.

Aggiungi Cleveland.com e Syracuse.com all'elenco dei siti web che uccidono le sezioni dei commenti sotto le loro storie.

L'editore di Cleveland.com Chris Quinn ha indicato l'inciviltà come la ragione principale per cui. Scrisse , 'Ammettiamolo: i commenti sul nostro sito non ti rispecchiano. Le persone del nord-est dell'Ohio sono cordiali, generose e premurose. Quando andiamo in giro le nostre giornate, ci salutiamo con sorrisi e abbracci e buon umore. Ma chiunque abbia la sua impressione della nostra regione dai commenti sul nostro sito penserebbe che siamo le persone più scontrose e cattive d'America '.

In una lettera ai lettori, Tim Kennedy , il presidente di Advance Media New York, proprietaria di Syracuse.com, ha dichiarato: 'Nonostante un investimento significativo di risorse dedicate al monitoraggio e alla moderazione dei commenti, le conversazioni troppo spesso si trasformano in discorsi off-topic e di odio'.

Inoltre, come altri punti vendita che hanno ucciso la sezione dei commenti, Syracuse.com ha scoperto che una piccola percentuale dei suoi utenti commenta effettivamente. Kennedy ha detto che Syracuse.com ha una media di 4 milioni di visitatori unici ogni mese e solo 3.500 partecipano ai commenti.

Quinn e Kennedy hanno affermato che i lettori possono utilizzare i social media e inviare e-mail a giornalisti ed editori per condividere i loro commenti.


(Foto AP / David Kohl, File)

Non molto tempo dopo che ESPN ha annunciato lunedì che avrebbe annullato il suo spettacolo pomeridiano 'High Noon' con Bomani Jones e Pablo Torre, Clay Travis di Fox Sports Radio lo ha twittato :

“Il nuovo presidente di ESPN, Jimmy Pitaro, sta sistematicamente spazzando via praticamente ogni traccia di sport da svegli sulla rete. È una mossa intelligente perché gli sport da svegli non valutano e non lo hanno mai fatto. Due ultime vittime. '

Questo non andava bene con Dan Le Batard di ESPN, che ha raccontato una storia su come Travis una volta ha pubblicato una foto fuori contesto di Le Batard con l'ex presidente di ESPN John Skipper. Quindi nel suo spettacolo martedì, Le Batard ha commentato quella foto e Travis:

'È totalmente ingiusto, ma è ciò di cui tratta questo tizio. È un avvocato. È una persona altrimenti intelligente. Forse è intelligente solo per farlo a scopo di lucro, ma metto davvero in dubbio la sincerità. Ha tracciato la sua corsia, ma è una corsia odiosa. È una corsia che divide. È una strada redditizia per lui, ma è lui che deve svegliarsi la mattina e guardarsi allo specchio. '


Bob Iger. (Dennis Van Tine / STAR MAX)

approvazione del Wall Street Journal 2016

Martedì ci sono state due grandi storie di affari dei media.

Bob Iger, all'improvviso e inaspettatamente, si è dimesso da CEO della Walt Disney Company in modo efficace e immediato. In una dichiarazione, Iger ha dichiarato: 'Con il successo del lancio delle attività di vendita diretta al consumatore di Disney e l'integrazione della Twenty-First Century Fox ben avviata, credo che questo sia il momento ottimale per passare a un nuovo CEO'.

Iger rimarrà presidente esecutivo fino alla fine del suo contratto il 31 dicembre 2021. Tuttavia, gli addetti ai lavori del settore stanno cercando di capire meglio la repentinità della sua partenza da CEO e cosa significa tutto questo. E questo significa qualcosa per Disney +, ABC ed ESPN o sarà come al solito?

Bob Chapek - che di recente è stato presidente di Disney Parks, Experiences and Products - sarà il nuovo CEO.

Nel frattempo, un gruppo di investitori guidato dall'ex dirigente di Viacom Wade Davis ha accettato di acquisire una quota di maggioranza del 64% in Univision Communications per un importo sconosciuto. Televisia della TV messicana manterrà la sua quota di circa il 36%.

Davis diventerà l'amministratore delegato. Ha detto al Los Angeles Times , 'Non sono estraneo ai venti contrari nel settore della televisione domestica. Ma considero davvero Univision come la risorsa più interessante nei media oggi. Univision ha un rapporto potente e unico con il suo pubblico. '

Hai un feedback o un suggerimento? Inviare un'e-mail allo scrittore senior di media Poynter Tom Jones all'indirizzo tjones@poynter.org .

  • The Poynter-Koch Media and Journalism Fellowship . Scadenza: venerdì.
  • Teachapalooza: strumenti di insegnamento front-edge per insegnanti universitari. (Seminario) Scadenza: 30 aprile.
  • Porta Poynter nella tua redazione, in classe o sul posto di lavoro.

Vuoi ricevere questo briefing nella tua casella di posta? Registrati qui.

Seguici su Twitter e così via Facebook .