I moderatori del dibattito hanno lasciato che Dems si sfidasse »giornalisti del WSJ hanno ordinato l'espulsione dalla Cina» Anniversario di Miracle on Ice

Newsletter

Il tuo rapporto di Thursday Poynter

I candidati alla presidenza democratica Mike Bloomberg, a sinistra, ed Elizabeth Warren durante il dibattito di mercoledì sera a Las Vegas. (AP Photo / John Locher)

I Democratici hanno tenuto un dibattito presidenziale a Las Vegas mercoledì sera ed è scoppiata una battaglia reale senza esclusione di colpi.

Pete Buttigieg ha litigato con Amy Klobuchar. Bernie Sanders ha duellato con Joe Biden. E tutti sono saltati giù dalla corda più alta per impilare il nuovo ragazzo, Mike Bloomberg.



'È stato un bel dibattito', ha detto Klobuchar nelle sue osservazioni finali.

Era sgradevole, amaro e sarcastico. E i moderatori della NBC hanno consegnato ai candidati le partite di cui avevano bisogno per appiccare il fuoco.

Era meschino o passionale? È stato produttivo o distruttivo? Spetta agli elettori decidere. Ma sicuramente era qualcosa da guardare. Appena uscito dal cancello, il moderatore Lester Holt ha invitato i candidati a inseguire Bloomberg. Quegli attacchi a Bloomberg erano previsti, ma avrebbero potuto essere ancora più feroci di quanto chiunque si aspettasse, specialmente Bloomberg. Nessuno gli è andato dietro più di Elizabeth Warren.

'Questo è stato un disastro per Bloomberg', ha detto Van Jones della CNN durante la copertura post-dibattito. 'Titanic incontra Iceberg - Elizabeth Warren.'

I candidati erano di umore combattivo ei moderatori della NBC, forse avvertendo le tensioni ribollenti, si sono tolti di mezzo e hanno lasciato che i candidati se la prendessero. Era la chiamata giusta? Potrebbe aver creato un dibattito discutibile, ma sicuramente ha fatto per una buona televisione.

I moderatori Jon Ralston di The Nevada Independent e Vanessa Hauc di Noticias Telemundo hanno avuto poco tempo in onda, poiché Holt, Chuck Todd e Hallie Jackson hanno posto la maggior parte delle domande. Ma è quasi come se i candidati non avessero nemmeno bisogno di moderatori. Indipendentemente da ciò che veniva chiesto, i candidati sembravano intenzionati a confrontarsi. Si è trasformata in una rissa a tutto campo.

Invece di parlare dei loro punti di forza, i candidati hanno dedicato più tempo a parlare dei difetti dei loro avversari. E hanno passato più tempo a criticarsi a vicenda che a criticare il presidente Donald Trump.

In qualche modo, i moderatori sono riusciti a mantenere un controllo sufficiente per evitare che il dibattito si trasformasse completamente in una spirale - chiamiamolo caos controllato.

Non è stato necessariamente il miglior dibattito moderato che abbiamo visto finora, ma è stato abbastanza buono. Dai ai moderatori il merito di aver preso la temperatura della stanza e di aver permesso ai candidati di portare naturalmente il dibattito dove volevano, anche se volevano portarlo in un vicolo. Lasciano che i candidati siano al centro della serata, e questo è ciò che dovrebbero fare i moderatori di un dibattito.

Copertura post-dibattito

Sia la CNN che la MSNBC hanno avuto una forte copertura post-dibattito.

Erin Burnett della CNN ha fatto un ottimo lavoro intervistando i candidati (meglio del troppo prolisso Chris Matthews di MSNBC). Li ha sfidati nei momenti chiave del dibattito, oltre a chiedere a diversi candidati se il tono della serata fosse troppo cattivo o giusto.

La CNN ha avuto anche una nuova aggiunta: Andrew Yang, al debutto dopo essere uscito di recente dalla gara. Ha portato una prospettiva eccellente, anche sottolineando che la brutta notte di Bloomberg potrebbe essere stata dovuta a una mancanza di preparazione. Yang, parlando per esperienza, ha detto che fino a quando un candidato non sa con certezza di essere in un dibattito, la preparazione può essere difficile. Bloomberg non si è qualificato fino a martedì.

'Non credo che sia stato allenato abbastanza duramente', ha detto Yang.

Nel frattempo, la copertura post-dibattito della MSNBC è stata evidenziata dalla sempre interessante Claire McCaskill, che ha sottolineato che mentre Sanders è in testa al gruppo democratico in questo momento, è lontano dalla scelta della maggioranza.

'Non è questo il modo in cui vogliamo partecipare alle elezioni quest'anno', ha detto l'ex senatore democratico del Missouri. 'Quindi devi sperare che ci sia un po 'di coalescenza e la cosa brutta di questo punto nelle campagne è che è molto difficile fare quel momento di controllo istintivo in cui devi uscire. E alcuni di questi candidati dovranno uscire volontariamente o i soldi finiranno '.

Un'ultima riflessione sul dibattito

Vale solo la pena menzionare: mentre è facile in questo momento farsi prendere da un dibattito e fare proclami caldi di campagne che crescono, cadono e muoiono, dobbiamo ricordare quante poche persone stavano guardando. I numeri usciranno oggi, ma l'ipotesi è che meno di 10 milioni si stessero sintonizzando. L'ultimo dibattito nel New Hampshire ha avuto 7,6 milioni di telespettatori. Quello prima in Iowa aveva 7,3 milioni di spettatori. C'è una possibilità che l'aspetto di Bloomberg possa aver creato un bernoccolo, ma non così grande.

Questo non significa che il dibattito non avesse importanza e molti leggeranno e guarderanno i momenti salienti di mercoledì sera. Ma coloro che hanno assistito al dibattito devono stare attenti a non reagire in modo eccessivo perché così tanti non stavano guardando.

primo programma di elaborazione testi utilizzato nel 1979

Il prossimo dibattito

Prima ancora che iniziasse il dibattito presidenziale democratico di mercoledì sera, la CBS ha annunciato i moderatori per il prossimo dibattito, che si terrà martedì prossimo in South Carolina. Ed è un panel di stelle guidato dalla conduttrice di 'CBS Evening News' Norah O'Donnell, dal co-conduttore di 'CBS This Morning' Gayle King e dalla moderatrice di 'Face the Nation' Margaret Brennan. A loro si uniranno il principale corrispondente della CBS da Washington, il maggiore Garrett, e il corrispondente di “60 Minutes” Bill Whitaker.

Amy Klobuchar, speranzosa presidenziale democratica, andrà in onda su Fox News per un municipio una settimana da oggi - 27 febbraio. Il municipio, che andrà in onda dalle 18:30 alle 19:30. Eastern, sarà co-moderato da Bret Baier e Martha MacCallum.

Questa è la seconda volta che Klobuchar va su Fox News per un municipio. Anche se alcuni democratici potrebbero diffidare di andare su una rete di tendenza conservatrice come Fox News, probabilmente non è una cattiva strategia. È improbabile che se Klobuchar vince la nomination, può allontanare così tanti elettori da Donald Trump. Ma se vuoi metterti di fronte a elettori di tendenza conservatrice ma indecisi, Fox News è il posto migliore per farlo.

Tre giornalisti del Wall Street Journal sono stati espulsi dalla Cina a causa di una colonna pubblicata sul Journal all'inizio di questo mese. I rapporti WSJ che è 'la prima volta nell'era post-Mao che il governo cinese ha espulso contemporaneamente più giornalisti da un'organizzazione giornalistica internazionale'.

Il vice capo dell'ufficio Josh Chin e i giornalisti Chao Deng e Philip Wen hanno ricevuto l'ordine di lasciare il paese entro cinque giorni. Il governo cinese è sconvolto dal titolo di una colonna di opinione che diceva: 'La Cina è il vero malato dell'Asia'.

Il portavoce del ministero degli Esteri Geng Shuang ha detto: “Purtroppo, ciò che il WSJ ha fatto finora non è altro che parare e schivare le proprie responsabilità. Il popolo cinese non accoglie quei media che parlano un linguaggio razziale discriminatorio e calunniano e attaccano maliziosamente la Cina '.

Va notato che i tre giornalisti espulsi lavorano per la divisione notizie del WSJ, mentre la colonna correva nella sezione opinione, che è completamente separata dalle notizie.

William Lewis, che è l'amministratore delegato di Dow Jones ed editore del WSJ, ha dichiarato in una dichiarazione di essere 'profondamente deluso' dalla decisione della Cina e l'ha esortata a riconsiderare, aggiungendo: 'I nostri articoli di opinione pubblicano regolarmente articoli con opinioni che le persone in disaccordo - o d'accordo - con e non era nostra intenzione offendere il titolo del pezzo. Tuttavia, questo ha chiaramente causato turbamento e preoccupazione tra il popolo cinese, cosa di cui ci rammarichiamo '.

A complicare ulteriormente la questione è se i giornalisti possano anche andarsene a causa delle preoccupazioni per il coronavirus. Come esempio, Lo ha riferito Alexandra Stevenson del New York Times , 'SM. Deng sta attualmente segnalando a Wuhan, l'epicentro dell'epidemia di coronavirus e il luogo di un blocco che rende quasi impossibile la partenza per la maggior parte delle persone '.


Al Michaels, a destra, parla con Mike Tirico della NBC della sua famosa chiamata alle Olimpiadi del 1980. (Foto per gentile concessione di NBC Sports)

'Credi nei miracoli? Sì!'

Questa è la mia scelta per la più grande chiamata sportiva di tutti i tempi nel più grande momento della storia dello sport americano. Questa era la famosa battuta di Al Michaels quando la squadra di hockey olimpica degli Stati Uniti composta da un gruppo di studenti universitari sconvolse i potenti russi alle Olimpiadi di Lake Placid del 1980.

Difficile credere che questa settimana sia il 40 ° anniversario di quello che divenne noto come 'Miracle on Ice'.

In uno speciale che è andato in onda mercoledì sera su NBC Sports (e probabilmente andrà di nuovo in onda), Michaels ha detto: “Lo sento quasi ora in terza persona. Sono eccitato perché so che succederà e so che verrà detto, ma è come se lo stesse facendo qualcun altro e io esulterò per quello che sta succedendo. Voglio dire, questo è stato un momento così grande, voglio essere un fan a quel punto. '

È la stagione dei premi nel giornalismo. I premi nazionali per il lavoro svolto nel 2019 saranno annunciati su base abbastanza regolare nei prossimi due mesi. Mercoledì, il George Polk Awards - distribuiti dalla Long Island University - sono stati nominati, con il New York Times ' 'Il progetto 1619' e Craig Whitlock del Washington Post e il suo 'The Afghanistan Papers' come i notevoli vincitori.

Ma anche degna di nota è stata la categoria dei rapporti politici che è stata divisa da The Wichita (Kansas) Eagle e The Baltimore Sun. Cosa c'è di degno di nota? The Eagle è di proprietà di McClatchy, che ha dichiarato bancarotta all'inizio di questo mese, e il Sun è di proprietà di Tribune Publishing, anch'essa in difficoltà finanziarie.

I premi più prestigiosi del giornalismo, i Premi Pulitzer, dovrebbero essere annunciati ad aprile, e i Premi Polk potrebbero non solo essere un campanello d'allarme per i Pulitzer, ma un esempio di quanto saranno competitivi i Premi Pulitzer di quest'anno.

  • Ne ho già parlato prima, ma non so se ci sia uno spettacolo più coinvolgente in TV che 'CBS Sunday Morning'. Ne parlo ora perché la scorsa settimana ha registrato 5,359 milioni di spettatori, rendendolo il telegiornale della domenica mattina più visto per la 580a settimana consecutiva, una serie che risale alla prima settimana di gennaio del 2009.

  • Il podcast 'Good One' di Vulture, che parla delle barzellette e delle persone che le raccontano, viene rilanciato sotto il Vox Media Podcast Network. Ciò è seguito alla fusione di Vox Media con New York Media lo scorso autunno. “Good One” pubblicherà un nuovo episodio ogni martedì e includerà comici come Michelle Wolf, Ronny Chieng e Michelle Buteau. Ecco un trailer per questo .

    seppellire il piombo o la lede
  • Lesley Visser diventerà la prima donna a ricevere lo Sports Lifetime Achievement Award agli Sports Emmy Awards di quest'anno il 28 aprile a New York. Visser è l'unico giornalista sportivo, maschio o femmina, ad aver lavorato alle trasmissioni in rete delle Final Four, del Super Bowl, delle Finali NBA, delle Olimpiadi, delle World Series, della Triple Crown, del Campionato mondiale di pattinaggio di figura e degli US Open di tennis. Era anche una giornalista a margine di 'Monday Night Football'. Visser è al suo 30 ° anno alla CBS e al 45 ° nella trasmissione.

  • Il redattore esecutivo del Washington Post Marty Baron sarà l'oratore principale alle cerimonie per l'inizio di Harvard di questa primavera. Prima del Post, Baron ha lavorato vicino ad Harvard come caporedattore al Boston Globe. Mentre era lì, la squadra investigativa 'Spotlight' del Globe ha vinto un Pulitzer per la sua copertura di preti cattolici che abusavano sessualmente di bambini e la chiesa che lo copriva. La storia è stata la base per il film del 2015 “Spotlight”, che ha vinto l'Academy Award per il miglior film.

Nella newsletter di mercoledì, ho giustapposto i nomi dei piloti NASCAR Ryan Newman e Denny Hamlin in un paio di punti. Chiedo scusa. Non posso nemmeno usare la scusa che non sono uno sportivo perché ho passato più di 30 anni come giornalista sportivo. A proposito, la cosa migliore su Twitter mercoledì? Una foto di Newman uscendo dall'ospedale tenendo le mani dei suoi figli. Quella foto non sembrava possibile subito dopo che Newman è stato coinvolto in un terribile incidente alla fine della Daytona 500 di lunedì.

  • Il New York Times' 'Il quotidiano' podcast sta facendo un doppio episodio sull'inquietante mondo criminale degli abusi sessuali sui minori che viene pubblicato online. La prima parte era mercoledì. La seconda parte è oggi. L'episodio in due parti è basato su un file Progetto investigativo Times su questo orribile argomento. L'anno scorso, Ho parlato con uno dei giornalisti di questa storia - Michael H. Keller - su come questa storia è stata riportata e scritta.
  • Scrivendo per Esquire , Charles Pierce esamina la controversia in cui Elizabeth Warren è stata esclusa da un sondaggio del Wall Street Journal.
  • Una lettura obbligata per gli appassionati di musica come Tom Maxwell scrive del leggendario Jeff Buckley per Longreads. Maxwell scrive: “La convinzione quasi unanime tra coloro che sono vicini a Buckley è che gran parte della musica che è emersa nel suo nome dal 1997 non solo è contraria alla sua vena perfezionista, ma non avrebbe mai visto la luce del giorno se fosse rimasto in vita. '
  • Infine, ho iniziato la newsletter di oggi con il dibattito e Lascerò che PolitiFact finisca il tutto perché ha verificato la follia di ieri sera .

Hai un feedback o un suggerimento? Inviare un'e-mail allo scrittore senior di media Poynter Tom Jones all'indirizzo tjones@poynter.org .

  • Vertice per giornalisti ed editori (seminario). Scadenza: 27 marzo.
  • Trusting News Webinar Series, No. 3 (Webinar). Scadenza: 8 aprile.

Vuoi ricevere questo briefing nella tua casella di posta? Registrati qui.

Seguici su Twitter e così via Facebook .