I dettagli 'sono ciò che fa entrare in contatto le persone' con le storie, dice lo studente che ha scritto sulla chiusura di Waffle House

Altro

'The End of the Waffle House' di Jessica Contrera inizia la mattina quando un grande cambiamento avviene in una piccola piazza di Bloomington, Ind.

“Tocca, tocca, tocca. Il bastone di alluminio di Bud Powell faceva strada mentre girava intorno al pavimento della Waffle House di Bloomington. La sua casa dei waffle. Quel mercoledì di settembre, il proprietario non sapeva cosa fare di se stesso. L'odore dell'olio di frittura, lo stesso profumo untuoso che aveva accolto i clienti per 46 anni, gli si diffuse nel naso mentre passava davanti alle cabine di vinile. Si è seduto, poi si è rialzato. '

Contrera non era mai stata prima nel vecchio ristorante circondato da nuovi appartamenti per studenti, ma quando il senior di Akron, Ohio , ha iniziato il suo semestre all'Università dell'Indiana, ha visto il cartello con la scritta 'Chiuderemo il 4 settembre'. E voleva raccontare la storia.



Il suo pezzo si è svolto la scorsa settimana nell'Indiana Daily Student ed è stato prodotto come parte di un corso presso la scuola di giornalismo di IU chiamato Words and Pictures, che riunisce reportage, fotografia e multimedia. Contrera ha lavorato con la fotografa Anna Teeter e giornalista multimediale e designer Emma Grdina , ha detto a Poynter in un'intervista telefonica.

dovrebbe riprendere i proiettili avere periodi

Contrera ha visitato la Waffle House una settimana prima della chiusura, quando ha incontrato i suoi tre personaggi principali, così come il giorno in cui è stata chiusa e il giorno in cui è stata demolita. Ha anche parlato con una dozzina di altri clienti e personale che non sono entrati a far parte della storia, ma l'hanno aiutata a capire cosa significava l'azienda per la comunità. Nel suo rapporto, il professore di pratica di Contrera, vincitore del premio Pulitzer e collega Poynter Tom French, l'ha spinta a trovare i dettagli.

Quindici bozze dopo, quei dettagli includono molte piccole cose che aiutano i lettori a capire cosa significasse la chiusura del vecchio ristorante per i suoi clienti abituali, il proprietario e la comunità.

Contrera ha incontrato la cliente Rose Thomas durante la sua prima visita, ma ha scoperto perché il ristorante era importante per la donna anziana solo durante la sua visita a casa. Lì, Contrera ha visto una foto del defunto marito di Thomas. E lei ha chiesto a riguardo.

Contrera al Pittsburgh Post-Gazette, dove ha fatto uno stage la scorsa estate.

Dalla sua storia: “Oltre alla sua chiesa, la Waffle House era l'unico posto in cui Rose si sentiva a suo agio andando da sola da quando Stan, suo marito di 65 anni, è morto l'anno scorso. Mangiavano insieme al ristorante. Di tanto in tanto raccontava di nuovo come i due si erano incontrati, una storia lunga e tortuosa che coinvolgeva una tavola Ouija e un civettuolo rivale segretario. Ora, per due anni senza di lui, Rose parlava ancora con la foto di Stan sul muro sopra il suo pianoforte. '

donazione vincente per l'11 settembre

Dopo che la storia è andata avanti, ha detto Contrera, French le ha chiesto cosa avesse imparato dal raccontarla - e lei ha riso quando Poynter le ha fatto la stessa domanda.

premio pulitzer per i reportage investigativi

La sua risposta: “Quei piccoli dettagli che alcune persone chiamerebbero semplicemente colore? Questi sono ciò che rende le persone in contatto con esso.

Ad esempio, la moglie del dottor Dick Leyda non stava semplicemente accumulando mentre si insediava l'Alzheimer: 'Senza che il dottor Leyda se ne accorgesse mai, sua moglie aveva iniziato a riempire le vecchie camere da letto dei loro figli con oggetti appena acquistati. Scarpe ancora nelle loro scatole, bellissime camicie e vestiti di Talbots nell'armadio, mai indossati '.

Contrera si laureerà alla fine del prossimo semestre presso la Scuola di giornalismo di IU, anche se sarà tra le ultime classi da quando la scuola ha annunciato una fusione con altri dipartimenti.

Più ha imparato su quella fusione, meglio si sente al riguardo, ha detto: 'La cosa più importante per me è che la New Media School mantenga il giornalismo e le tue capacità di reporting di base al centro del suo obiettivo'.

È fantastico se i giornalisti possono programmare, ha detto, ma se non possono riportare la storia, allora non possono fare il lavoro.

Dopo la laurea, Contrera spera di trovare un lavoro come reporter beat, con il tempo per le storie aziendali a lato. Quando la sua storia su Waffle House è stata pubblicata, ha detto, ha sentito da altri giornalisti ma anche da persone della comunità, tra cui un dipendente di Bob Evans e qualcuno che lavora in biblioteca, aggiungendo che tali interazioni le hanno mostrato il valore di queste storie e delle piccole dettagli dietro di loro.

La buona narrazione, ha detto, conta ancora.

come usare le menzioni di Facebook