Il critico dei media Margaret Sullivan espone cosa è andato storto nel settore giornalistico locale e come potrebbe essere risolto

Affari E Lavoro

Il critico dei media del Washington Post copre la lunga scivolata verso il basso che ha lasciato così tante redazioni paralizzate cani da guardia per le loro comunità.

La copertina di 'Ghosting the News' di Margaret Sullivan (Columbia Global Reports)

Il mese scorso, la vicepresidente di Gannett per le notizie locali, Amalie Nash, mi ha detto che ciò che la tiene sveglia la notte è un sondaggio del Pew Research Center che ha rilevato che il 70% degli adulti statunitensi pensa che i giornali locali stiano bene come imprese.

cosa sta succedendo a Fox News

Ecco un antidoto tempestivo per coloro al di fuori del settore che cercano: il nuovo libro di Margaret Sullivan, 'Ghosting the News: Local Journalism and the Crisis of American Democracy'.



In 100 pagine vivaci (il suo editore descrive il libro come 'lunghezza di un romanzo'), il critico dei media del Washington Post ed ex redattore pubblico del New York Times arriva alla lunga diapositiva verso il basso che ha lasciato così tante redazioni paralizzate cani da guardia per le loro comunità.

Il libro di Sullivan è ben riportato, ben scritto e contrario al gergo, con statistiche abbastanza significative, ma non la bufera di dati dei sondaggi che spesso mi ricorda che sono pagato per leggere cose del genere.

Parte di ciò che è user-friendly è che Sullivan attinge alla sua lunga carriera presso The Buffalo News, inclusi 13 anni come caporedattore, per il suo esempio principale. La notizia è passata da vacca da mungere (anche se allora aveva un personale relativamente scarso) a lottare in soli 25 anni.

È difficile immaginare un segno più vivido di declino: Warren Buffett era il proprietario di lunga data, un ammiratore molto citato della qualità del franchising di un giornale locale. Fino a quando non lo era - e ha venduto The Buffalo News e altri suoi giornali all'inizio di quest'anno, dicendo che l'industria era diventata 'pane tostato'.

Sullivan sta attenta a non screditare i suoi successori o i giornalisti e gli editori sul campo rimasti. Ce ne sono solo molti meno: così tante più riunioni pubbliche del consiglio e periferie satellitari scoperte, contenuti artistici locali essenziali, un guscio di una fotocopiatrice.

quanto pagano i notiziari per i video

La sua analisi corrisponde alla mia sulla sequenza degli eventi chiave, a cominciare dalla fine di quello che lei chiama il gatekeeping del 'ponte a pedaggio' delle notizie locali e un pubblico locale di massa che era così critico per gli inserzionisti che non erano in grado di cavillare con aumenti annuali della tariffa.

Poi sono arrivati ​​i tentativi incerti del settore di padroneggiare la presentazione di Internet. E, infine, negli anni 2010, la concorrenza assassina dei giganti delle piattaforme Facebook e Google con le loro pubblicità digitali mirate, economiche e di facile utilizzo.

Sullivan trova anche spazio (beh, cinque pagine) per abbozzare le dimensioni globali spesso trascurate del problema.

cosa dice di te avere un account hotmail

Molti di questi libri che ho letto vacillano quando arrivano al requisito, qual è la soluzione. Sullivan rimane forte lungo il percorso, sottolineando la promessa delle startup digitali e il gradito e crescente interesse da parte delle fondazioni e dei leader delle comunità locali nel salvare una risorsa democratica essenziale.

Ma (come me) è scettica sul fatto che ciò sia sufficiente e si unisce a un consenso crescente concludendo che i sussidi governativi diretti non dovrebbero più essere impensabili. Sullivan conclude con un esteso commento di Nicholas Lemann della Columbia University e Steven Waldman, cofondatore di Report for America, sui precedenti, sui modi in cui la distribuzione del denaro federale può essere efficacemente respinta dai capricci della politica del Congresso.

Nel un libro del 2004 dal titolo simile ('The Vanishing Newspaper') , Philip Meyer ha proposto l'analogia con l'aviazione di un 'giro di vite': la riduzione delle entrate porta a tagli alle notizie, porta alla perdita di circolazione e alle entrate del pubblico, porta a una minore attrattiva per gli inserzionisti e alla perdita di entrate pubblicitarie. Ripetere.

Non vedo la diagnosi di Meyer perdere la sua forza 16 anni dopo. Puntelli a Sullivan per il vigoroso aggiornamento e visto che un intervento o interventi radicali saranno necessari per riportare il giornalismo locale su una buona rotta di volo.

(Ghosting the News è ufficialmente pubblicato martedì. An estratto appare domenica nel Washington Post Magazine . Sullivan apparirà in un webinar con Dan Rather Lunedì pomeriggio).

Rick Edmonds è l'analista aziendale dei media di Poynter. Può essere raggiunto a redmonds@poynter.org .