I media si appoggiano ai suoi esperti per coprire il coronavirus, e sta lavorando »' Nightline 'sta andando all-in sul coronavirus

Newsletter

Il tuo rapporto Martedì Poynter

Susan Li di Fox Business Network, che riferisce lunedì da Wall Street. (Fox Business Network)

Il coronavirus non è solo una storia. Sono molte storie.

È una storia di salute. È una storia politica. Ed è una storia di affari.



è la prospettiva americana una fonte affidabile

L'aspetto economico del coronavirus è stato in prima linea lunedì. Ci siamo svegliati con la notizia che la media industriale del Dow Jones è crollata di 1.800 punti in apertura. Alla fine della giornata, è stato il peggior giorno a Wall Street dal 2008.

E i media erano dappertutto - responsabilmente.

'Soprain giorni come questi, cerchi di essere la voce oggettiva della ragione, il che significa che non ti lasci prendere dal panico e dall'isteria e riferisci i fatti mentre li ascolti ', mi ha detto Susan Li di Fox Business Network. 'Sì, è un numero importante: un calo di 2000 punti nel Dow Jones Industrial. Ma è la fine del mondo finanziario? No.'

Tuttavia, è stato un grosso problema, così grandeLa NBC ha fatto irruzione alle 9:30 Eastern con un rapporto speciale ancorato da Savannah Guthrie con la presentatrice della CNBC “Squawk Box” Becky Quick alla Borsa di New York e il corrispondente della NBC White House Geoff Bennett da Washington.

'Il presidente Trump ha trascorso la maggior parte degli ultimi tre anni personalizzando davvero il mercato azionario e l'economia in generale, sostenendo che uno dei motivi del successo del mercato azionario fino a questo punto fosse dovuto alla sua amministrazione come presidente', ha detto Bennett . 'C'è una ragione per cui i presidenti degli Stati Uniti non si vantano davvero del mercato azionario, perché se possiedi gli alti, politicamente possiedi anche i minimi'.

La NBC ha fatto irruzione di nuovo più tardi, alle 16:00. Eastern, con un rapporto speciale di cinque minuti ancorato da Lester Holt con il presentatore di 'Power Lunch' della CNBC Tyler Mathisen.

'Questo sarà uno dei libri dei record', ha detto Mathisen. 'È certamente un segno che l'economia globale si sta indebolendo'.

Due cose vengono in mente rapidamente guardando come i media hanno trattato l'aspetto commerciale del coronavirus di lunedì. Uno, la maggior parte dei media lo sta prendendo sul serio ma non esagerando. Due, e più importante, i media si appoggiano pesantemente alle proprie autorità in ogni area di questa storia, persone come Li, Quick e Mathisen. E questo è particolarmente degno di nota per i consumatori di notizie.

Non ascoltare i giornalisti politici che parlano degli aspetti medici di questa storia. Non ascoltare gli esperti medici quando si tratta delle ramificazioni aziendali.

Rivolgiti a persone che sanno di cosa stanno parlando.

Allora cosa succede adesso? Purtroppo non ne siamo sicuri.

Scrivendo per The Atlantic, Annie Lowrey osserva che il coronavirus ha trasformato in una crisi economica e che se questa si trasformasse in una recessione del coronavirus, sarà 'insolitamente difficile da combattere'. Ciò è dovuto principalmente all'incertezza del virus: quanti ce l'hanno, quanti lo prenderanno, quanto durerà?

Il CEO di Apple Tim Cook. (Foto AP / Markus Schreiber)

Li ha intervistato di recente il CEO di Apple Tim Cook mentre il coronavirus stava appena iniziando a diventare una storia importante e mi ha detto di essere stata incoraggiata da ciò che le aveva detto Cook.

'La mia conclusione più importante dall'intervista è stata che la Cina stava migliorando e si stava riprendendo dal coronavirus ', ha detto Li. 'Questo è stato incoraggiante per me perché Apple è senza dubbio l'azienda statunitense di maggior successo ad essere mai penetrata nel mercato cinese e ad assemblare ancora più del 50% dei loro iPhone nel paese. Apple probabilmente ha più informazioni sulla Cina di qualsiasi altra azienda americana.

'Un altro fattore che ho tolto dalla mia intervista è la grande responsabilità che Apple e Cook si assumono come la più grande azienda americana con un'incredibile influenza su come viviamo la nostra vita quotidiana e fa parte della creazione del futuro', ha aggiunto Li. 'Restituire alla comunità e preparare la forza lavoro statunitense per il mutevole panorama tecnologico sembrava importante per Cook e Apple'.

Quindi cosa potrebbe finire per significare il coronavirus per l'aspetto commerciale delle testate giornalistiche? Le testate giornalistiche sono spesso le prime a sentire gli impatti di un'economia al ribasso perché le imprese, sia nazionali che locali, tendono a ridurre la pubblicità in preparazione a possibili problemi finanziari futuri.

Notizie e rapporti tecnici che il New York Times prevede un calo del 10% nelle vendite di annunci digitali. In un deposito della Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti, il CEO del Times Mark Thompson ha affermato che il Times è più incline agli abbonamenti che alla vendita di annunci digitali, ma ha aggiunto: 'Stiamo assistendo a un rallentamento delle prenotazioni pubblicitarie nazionali e internazionali, che associamo all'incertezza e all'ansia per il virus '.

Rick Edmonds, analista aziendale dei media di Poynter,ha più questa mattinasu come il colpo alla pubblicità e agli eventi potrebbe danneggiare l'industria dell'informazione.

(ABC News)

'Nightline' della ABC iniziò nel marzo 1980 come uno spettacolo che riportava rigorosamente su un argomento: gli americani tenuti in ostaggio in Iran. Alla fine, si è trasformato in altri argomenti. Ma, per ora, 'Nightline' sta tornando a un telegiornale monotematico, che copre il coronavirus.

viviamo tutti vite di quieta disperazione

'In tempi di crisi globale, noi giornalisti abbiamo un servizio pubblico per fornire ai nostri telespettatori le informazioni essenziali di cui hanno bisogno per rimanere informati e aiutarli a prendere qualsiasi decisione per il loro benessere e quello della loro famiglia', ha affermato Steven Baker, produttore esecutivo di 'Nightline.' 'Questo tipo di copertura quotidiana approfondita è nel DNA dello spettacolo.'

Ecco il genere di cose che spesso fanno i politici che creano inutili cattiverie nei confronti dei media e danneggiano il pubblico. Il segretario per la salute e i servizi umani Alex Azar ha trascorso parte della mattinata di lunedì apparendo su Fox News e Fox Business Network parlando del coronavirus. Quando è stato accolto più tardi fuori dal suo ufficio da giornalisti che avevano aspettato quasi un'ora, Azar ha rilasciato una breve dichiarazione dicendo che proteggere il popolo americano dal virus è una priorità. Poi si è rifiutato di rispondere alle domande.

Un giornalista ha gridato: 'Aspetta, ti sei preso del tempo per parlare con Fox News, non sai rispondere alle domande?'

Questa non è una lamentela sull'amministrazione Trump contro i media mainstream. Si tratta di fornire informazioni al pubblico. Ciò richiede di parlare con qualcosa di più che Fox News.

CBS Paula Reid ha twittato lo scambio.

Diversi pezzi di alto profilo lunedì hanno preso di mira il presidente Donald Trump e la sua gestione della crisi del coronavirus.

Nel New Yorker, ha scritto l'editore David Remnick , 'Medici e funzionari della sanità pubblica mi hanno detto, come hanno detto a molti altri giornalisti, di essere scoraggiati dalle dichiarazioni pubbliche del presidente, dicendo che ha aggiunto al pericolo della crisi minimizzandone le dimensioni e la necessità di precauzioni rigorose. C'è mai stato un presidente meno serio? '

Nel frattempo, a Vanity Fair, Ha riferito Gabriel Sherman un'affermazione sbalorditiva: che Trump ha detto agli assistenti che ha paura che i giornalisti cercheranno di contrarre intenzionalmente il coronavirus per darlo a lui su Air Force One. Una fonte ha detto a Sherman: 'Si sta decisamente sciogliendo per questo'.

Sherman scrive: 'Gli sforzi di Trump per prendere lui stesso il controllo della storia finora sono falliti. Una fonte ha detto che Trump era soddisfatto degli ascolti per il municipio di Fox News giovedì scorso, ma era furioso per come appariva in televisione. 'Trump ha detto in seguito che l'illuminazione era pessima', ha detto una fonte informata sulla conversazione '.

Sherman ha scritto che Trump ha detto: “Abbiamo bisogno di Bill Shine di nuovo qui. Bill non lo permetterebbe mai. '

Più tardi nel corso della giornata, l'addetto stampa della Casa Bianca Stephanie Grisham ha chiesto una ritrattazione, twittando :'Questa è una notizia falsa al 100%. @gabrielsherman non mi ha contattato. La scrittura falsa e sensazionale su questo argomento è irresponsabile. POTUS ha trascorso molto tempo con la stampa: chiedi semplicemente ai tuoi colleghi. Niente del tuo saggio universitario è divertente o vero e voglio una ritrattazione. '

Brian Klaas, un collaboratore della sezione Global Opinions del Washington Post, aveva il titolo più schiacciante di tutti: 'Il Coronavirus è la Chernobyl di Trump'.

E, sul New York Times, Peter Baker ha scritto un articolo d'opinione intitolato, 'Per Trump, il coronavirus dimostra di essere un nemico che non può twittare'.

Ma il presidente continua a twittare. Lunedì, Trump si è scagliato di nuovo contro i media, twittando : “I Fake News Media e il loro partner, il Partito Democratico, stanno facendo tutto ciò che è in suo potere semi-considerevole (era maggiore!) Per infiammare la situazione del CoronaVirus, ben oltre ciò che i fatti avrebbero garantito. Surgeon General, 'Il rischio è basso per l'americano medio.' '

La CNN ha fatto il passo lunedì di chiamare il coronavirus una 'pandemia'. In una storia per CNN.com , il principale corrispondente medico della rete, il dottor Sanjay Gupta, ha scritto: 'Non è una decisione che prendiamo alla leggera. Anche se sappiamo che suona allarmante, non dovrebbe causare panico '.

Allora perché la CNN la definisce una pandemia quando né l'Organizzazione mondiale della sanità né i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie lo hanno fatto?

Gupta ha affermato che non esiste uno standard universalmente definito per una pandemia, ma ci sono tre criteri generali: un virus che causa malattia o morte, trasmissione prolungata del virus da persona a persona e prove di una diffusione in tutto il mondo.

'Prendo molto seriamente questo cambiamento nel linguaggio, e ho passato gli ultimi giorni a parlare con leader della sanità pubblica, epidemiologi e medici sulla terminologia', ha detto Gupta. 'Mentre alcuni erano comprensibilmente conservatori, tutti erano d'accordo sul fatto che ora siamo in una pandemia'.

Cory Booker, che appare in 'CBS This Morning' di lunedì. (Notizie CBS.)

Buon lunedì 'CBS This Morning' per ospitare Cory Booker , l'ex promettente presidenziale democratico, che appoggia Joe Biden alla presidenza. Si unisce a Kamala Harris, Amy Klobuchar e Pete Buttigieg come ex candidati democratici per sostenere Biden.

'È tempo per noi di battere Donald Trump e mi è diventato molto chiaro che Joe Biden è la persona giusta per farlo', ha detto Booker.

E perché Biden invece di Bernie Sanders?

'Bernie è un mio amico. Ho molto rispetto per lui ', ha detto Booker. “Voglio solo che andiamo oltre il puntare il dito l'uno contro l'altro e cercare di abbatterci a vicenda. Non possiamo tollerarlo adesso. La minaccia alla Casa Bianca. '

Nel frattempo, Buttigieg è apparso sia nello show 'Today' che in 'Morning Joe' per sostenere Biden.

'C'è una decenza fondamentale', Buttigieg ha detto 'Morning Joe'. 'C'è questa rima tra ciò che credo riguardasse la mia campagna e ciò che sta praticando.'

Biden si è rivolto alle sue più recenti conferme da Harris, Buttigieg e Booker e ha spiegato se potevano portare a un compagno di corsa durante un'intervista con 'NBC Nightly News' di lunedì.

'Sono tutti in grado di essere presidente e non solo quelli, ma Amy Klobuchar ', ha detto Biden. 'C'è tutta una serie di persone che hanno approvato e tutto quello che posso dirti è che sarebbe presuntuoso per me decidere chi sarà il vicepresidente. Non sono nemmeno il candidato ancora. '

Altre cattive notizie nel mondo dei giornali. L'editore di Cleveland Plain Dealer Tim Warsinskey lo ha annunciato lunedì il giornale taglierà 22 dipendenti della redazione il 23 marzo. Warsinskey, che è subentrato come editore solo la scorsa settimana, ha scritto 'Il motivo è strettamente finanziario. Il modello di reddito del settore è cambiato e i giornali cartacei hanno lottato per superare le profonde perdite di abbonamenti e pubblicità '.

Warsinskey ha indicato un costante calo delle entrate pubblicitarie sulla stampa negli ultimi 10 anni. Ha detto che dopo i tagli The Plain Dealer e Cleveland.com avranno 77 giornalisti con sede nel nord-est dell'Ohio, Akron, Columbus e Washington, DC Ma, ha aggiunto, “questo non diminuisce il dolore che proviamo oggi nella mia redazione. ... Sono empatico, ma non pretendo di realizzare appieno la loro angoscia. '

La Plain Dealer News Guild ha risposto su Twitter, dicendo in parte che rimarranno solo 14 membri della gilda, contro i 300 di un decennio fa.

confortare gli afflitti affliggere i comodi

Hai un feedback o un suggerimento? Inviare un'e-mail allo scrittore senior di media Poynter Tom Jones a tjones@poynter.org.

Correzione: Susan Li ha intervistato il CEO di Apple Tim Cook il 27 febbraio. Una versione precedente di questa storia ha pubblicato un'altra data.

  • Vertice per giornalisti ed editori (seminario). Scadenza: 27 marzo.
  • Costruire un marchio personale scalabile (seminario di gruppo online). Scadenza: 30 marzo.
  • Porta Poynter nella tua redazione, in classe o sul posto di lavoro.

Vuoi ricevere questo briefing nella tua casella di posta? Registrati qui.