'Meet the Press' ha in programma uno speciale sulla disinformazione »Il Miami Herald apporta modifiche alla stampa» Intervista esclusiva di Michael Bloomberg

Newsletter

Il tuo rapporto di Thursday Poynter

(Foto per gentile concessione di NBC News)

'Fatti alternativi'.

La prima volta che è stata pronunciata quella frase è stata 'Meet the Press' della NBC nel 2017 . Il consigliere presidenziale Kellyanne Conway lo usò per difendere l'allora segretario stampa della Casa Bianca Sean Spicer i falsi numeri di partecipazione all'inaugurazione di Donald Trump.



La frase era così bizzarra che il moderatore di 'Meet the Press' Chuck Todd rise quando Conway lo disse. 'Fatti alternativi?' Chiese Todd.

In questi giorni, quel termine è diventato comune nella politica e nei media americani, insieme a 'notizie false'.

Quindi, domenica 29 dicembre, 'Meet the Press' andrà in onda un'edizione speciale chiamata 'Alternative Facts: Inside the Weaponization of Disinformation'. Nel descrivere lo spettacolo, NBC News ha affermato che 'darà uno sguardo approfondito alle tecniche di diffusione della disinformazione, a come è progettato per creare caos e confusione e ai suoi effetti negativi sul pubblico'.

Tra gli ospiti in programma figurano il direttore esecutivo del New York Times Dean Baquet e l'editore esecutivo del Washington Post Marty Baron. La tavola rotonda di quel giorno è programmata per includere la fondatrice di Recode Kara Swisher, il presentatore di NPR “1A” Joshua Johnson, la scrittrice dello staff del New Yorker Susan Glasser e il redattore capo di Washington Free Beacon Matthew Continetti.

Mercoledì ho avuto la possibilità di chiedere a Todd di moderare 'Meet the Press' in un momento in cui i 'fatti alternativi' sono così comuni.

In una e-mail, Todd mi ha detto: “Se le persone cercano di diffondere informazioni sbagliate, questa è la rete sbagliata per provare a farlo. Non permettiamo mai consapevolmente a qualcuno di utilizzare la nostra piattaforma per diffondere disinformazione e non permettiamo ai giornalisti di confondere l'opinione con i fatti. È qualcosa che non posso sottolineare abbastanza. In particolare sulle accuse di coinvolgimento dell'Ucraina nelle elezioni del 2016, ho avuto persone che mi chiedevano: 'Perché qualcuno non può avere un'opinione diversa su ciò che ha fatto l'Ucraina?' A che punto, però, un'opinione non è più valida di fronte ai fatti ? Qualcuno avrebbe potuto legittimamente avere quell'opinione sull'Ucraina tre anni fa, ma il peso dei fatti che sfatano questa teoria, o 'opinione', è abbastanza schiacciante ora '.

Allora perché permettere anche a tali voci di andare in onda? Una delle critiche ricevute da 'Meet the Press' e da molti altri spettacoli è quella di invitare ospiti che semplicemente mentiranno o inganneranno il pubblico.

'Non bandirò mai definitivamente nessuno da 'Meet the Press'', ha detto Todd. 'Il mio lavoro è aiutare gli americani a scoprire cosa sta succedendo, che si tratti del loro governo o di una campagna politica. Di tanto in tanto, il pubblico deve vedere di persona come si presenta un tentativo di illuminazione a gas, ma non metterò consapevolmente nessuno su che so che lo proverò apertamente e non lascio che queste istanze rimangano incontrastate. Inoltre, non appoggio i membri dei media che prenotano qualcuno semplicemente per sentirsi bene a 'vincere' un'intervista per mostrare i muscoli di Twitter '.

Tuttavia, moderare uno spettacolo come 'Meet the Press' deve essere molto diverso ora rispetto a quando Todd ha iniziato a moderare per la prima volta nel 2014.

gas lacrimogeni vs gas cs

'Penso che ciò che è cambiato di più è che pronunciare una falsità nota o mentire palesemente non è più trattato come un deficit di carattere', ha detto Todd. “Invece, c'è una struttura di ricompensa per ignorare in qualche modo le domande o evitare di confermare un fatto. C'è un ecosistema mediatico attivo, per lo più a destra, che premia la menzogna se l'atto mette in imbarazzo qualcuno con cui non è politicamente d'accordo. Se l'ecosistema dei media non condivide gli stessi standard di verità e fatti, l'intero sistema viene avvelenato ed è così che la disinformazione scorre più facilmente che mai. '


(Foto per gentile concessione di CBS News)

Le principali reti hanno coperto con tutta la forza lo storico giorno dell'impeachment del presidente Donald Trump, utilizzando il meglio del loro talento in onda. Tutte e tre le reti principali avevano i loro conduttori dei notiziari serali in testa alla copertura di mercoledì. È interessante notare che alle 18:30 Eastern, 'NBC Nightly News' e 'ABC World News Tonight' sono andati direttamente alla copertura in diretta alla Camera, mentre 'CBS Evening News' è andato a un normale telegiornale. Naturalmente, quel telegiornale era pesante sulla copertura dell'impeachment.

Norah O'Donnell della CBS ha avuto una buona giornata intervistando la consigliera di Trump Kellyanne Conway e il rappresentante Steve Scalise (R-La.), che ha confermato a O'Donnell all'inizio della giornata che 'non ci saranno repubblicani che voteranno per l'impeachment'.

Nel frattempo, di tutte le reti, la NBC è stata quella più a lungo con Lester Holt in testa. Holt è andato in onda poco prima di mezzogiorno orientale e ha firmato dopo le 21:00.

Holt ha chiuso il suo telegiornale dicendo: 'L'impeachment di stasera del presidente Trump metterà ulteriormente alla prova le fibre già sfilacciate che a malapena ci tengono insieme in questo momento di profonde differenze politiche. Qualsiasi presa in giro, emozione, giri di vittoria e attacchi personali che ora seguono ci allontanano solo dal dialogo onesto e sobrio che questo momento richiede '.

Il voto di impeachment più strano è venuto dall'aspettativa presidenziale democratica e rappresentante democratico hawaiano Tulsi Gabbard, che non ha votato 'sì' o 'no', ma ha invece votato 'presente'.

Alla domanda su MSNBC, analista ed ex senatore del Missouri Ha detto Claire McCaskill , 'È semplicemente stupido. Voglio dire, qual è il punto? Non so cosa questa donna pensa di ottenere in questo modo. Immagino che stia attirando l'attenzione, stiamo parlando di lei. E davvero, non dovremmo perdere tempo a parlare di lei. Francamente non è rilevante per nulla. '

Il veterano consulente politico David Axelrod ha perfettamente catturato le udienze di impeachment di mercoledì con questo tweet :

“Bene, una cosa su cui tutti sembrano essere d'accordo è che questo è un giorno triste per l'America. Semplicemente non sono d'accordo sul perché! '

Seguendo le orme di oltre una dozzina di altri giornali della catena McClatchy, il Miami Herald cesserà di stampare un giornale del sabato a partire da marzo. Come gli altri giornali della catena, l'Herald amplierà le edizioni cartacee del venerdì e della domenica. Continuerà inoltre a pubblicare storie online sette giorni su sette.

L'Herald ammette che il suo pubblico si sta spostando maggiormente sulla lettura di notizie online, ma è anche il tentativo di McClatchy di indirizzare i lettori verso il prodotto online. In una lettera ai lettori , Aminda Marques Gonzalez, presidente, editore ed editore esecutivo di Herald, ha scritto: “Sempre più clienti leggono online il nostro giornalismo locale. Questa non è solo una tendenza a Miami, è una tendenza del settore dei media e, di fatto, di tutti i settori '.


Savannah Guthrie, co-conduttrice dello spettacolo 'Oggi'. (Foto di Charles Sykes / Invision / AP)

La co-conduttrice di NBC “Today” Savannah Guthrie si sta riprendendo bene da un intervento chirurgico agli occhi, ha detto, ma non tornerà in TV fino a dopo le vacanze. Guthrie ha chiamato mercoledì per lo spettacolo 'Today' . Guthrie ha sofferto di una lacerazione della retina quando suo figlio di 3 anni l'ha colpita accidentalmente all'occhio destro con un trenino. Ha subito un intervento chirurgico l'11 dicembre.

'Non ho ancora la mia visione indietro, ma la riprenderò, tutto è sulla buona strada', ha detto Guthrie.


Il candidato democratico alla presidenza Mike Bloomberg viene intervistato da Stephanie Ruhle della MSNBC. (Foto per gentile concessione di NBC News)

Nella sua prima intervista via cavo da quando ha annunciato la sua candidatura alla presidenza, il sindaco di New York City Mike Bloomberg si è seduto con la conduttrice di MSNBC Stephanie Ruhle in un'intervista che andrà in onda questa mattina alle 9, Bloomberg discute le sue qualifiche, il resto del campo democratico, il suo piani, Trump, impeachment e altro ancora.

Nell'intervista, Bloomberg ha messo in dubbio l'esperienza di Joe Biden , dicendo: 'Non è mai stato un manager di un'organizzazione. Non ha mai gestito un sistema scolastico. '

Ruhle ha anche chiesto a Bloomberg come alcuni uomini d'affari abbiano detto che, potendo scegliere, voterebbero per Trump invece di Elizabeth Warren. Bloomberg ha detto: 'Posso solo dirti che, se dovessi affrontare Elizabeth Warren o Donald Trump, voterei per Elizabeth Warren, anche se non sono d'accordo con lei su molte cose. È onesta, intelligente e laboriosa. '


Edward Snowden. (Foto file AP)

Il governo degli Stati Uniti ha diritto a tutto il denaro che il leaker della National Security Agency Edward Snowden ricava dalle sue memorie e dai discorsi pagati. Ha stabilito un giudice federale che è perché Snowden ha divulgato informazioni classificate senza approvazione. Ha lasciato gli Stati Uniti per chiedere asilo in Russia ed è stato accusato di spionaggio dal 2013. All'inizio di quest'anno ha pubblicato un libro sulla sua vita intitolato 'Permanent Record'.

Il giudice Liam O'Grady si è pronunciato a favore del governo, scrivendo: 'Il linguaggio contrattuale degli accordi di segretezza è inequivocabile. Snowden ha accettato l'occupazione e i benefici subordinati agli obblighi di revisione prima della pubblicazione. '

Gli avvocati di Snowden hanno in programma di rivedere le loro opzioni.

Correzione: ieri durante il mio processo di modifica, ho accidentalmente inserito una lettera in più alla fine di una menzione del nome di Terry Gross. Non ho notato l'errore di battitura prima di inviare la newsletter. Se vedi un errore nel rapporto Poynter, inviaci un'e-mail news@poynter.org così possiamo correggerlo. - Barbara Allen, caporedattore di Poynter.org

Nota del redattore: il rapporto Poynter farà una breve pausa dopo domani e riprenderà la pubblicazione il 6 gennaio. Grazie per aver letto e godetevi le vacanze!

Hai un feedback o un suggerimento? Inviare un'e-mail allo scrittore senior di media Poynter Tom Jones all'indirizzo tjones@poynter.org .

  • Come ogni giornalista può guadagnarsi la fiducia (workshop). Scadenza: 10 gennaio.
  • Poynter Producer Project (di persona e online). Scadenza: 17 febbraio

Vuoi ricevere questo briefing nella tua casella di posta? Registrati qui.

Seguici su Twitter e così via Facebook .