No, gli Ara blu non si sono estinti. Ma un post di Facebook che afferma che hanno più portata di un fact check.

Controllo Dei Fatti

(Screenshot da Facebook)

Fact vs. Fake è una colonna settimanale in cui confrontiamo la portata dei fact check e degli hoax su Facebook. Leggi tutte le nostre analisi qui.

Quando il più lungo arresto del governo nella storia degli Stati Uniti arrivò ad una conclusione venerdì, i fact-checker erano ancora impegnati a smascherare bufale al riguardo.



Snopes, Factcheck.org e PolitiFact (di proprietà di Poynter) tutti smascherato bufale sulla chiusura e sulle sue implicazioni per la politica americana in materia di immigrazione questa settimana, incluso un post particolarmente virale sugli immigrati illegali che ricevono assegni governativi. Quella storia è stata la più performante della settimana per tutti e tre i punti di verifica dei fatti.

Ma non tutti i partner di verifica dei fatti di Facebook,che sono concessila possibilità di diminuire la portata di false storie, immagini e video nel feed delle notizie, sono stati così fortunati.

Alcuni dei fact check più apolitici (vedi: ' No, questa specie di pappagallo non è estinta ') Non ha avuto quasi alcun successo su Facebook rispetto alle bufale che hanno smascherato. (Divulgazione: essere un firmatario diil codice dei principi dell'International Fact-Checking Networkè una condizione necessaria per l'adesione al progetto.)

Di seguito sono riportati i principali fact check dall'ultimo martedì in ordine di numero di Mi piace, commenti e condivisioni che hanno ottenuto su Facebook, secondo i dati dello strumento di misurazione del pubblico BuzzSumo. Nessuno di loro parla di dichiarazioni verbali ( come questo ) perché non sono legati a un URL, un'immagine o un video specifico che i fact-checker possono segnalare. Ulteriori informazioni sulla nostra metodologia Qui .

(Screenshot da Facebook)

come si didascalia una foto

1. 'Dilma non ha emesso un decreto per ridurre la responsabilità del governo per il crollo della diga'

Fatto:28.5K impegni

Falso:1.4K impegni

A seguire il crollo di una diga venerdì in Brasile, la disinformazione è circolata sui social media - e Agência Lupa era in cima a tutto.

Una di queste bufale , che una pagina Facebook iperpartitica ha pubblicato il giorno successivo, ha affermato che l'ex presidente brasiliana Dilma Rousseff ha modificato un decreto del governo per classificare i crolli delle dighe come fenomeni naturali al fine di rendere le agenzie governative meno responsabili. Lupa ha smentito il falso post, che includeva uno screenshot del decreto, riferendo che i crolli delle dighe sono classificati come disastri naturali solo quando le vittime hanno bisogno di assistenza da un fondo statale per i lavoratori.

Lupa ha segnalato il falso post, che è stato copiato da diverse altre pagine e utenti su Facebook, alcuni dei quali hanno accumulato migliaia di impegni in più. Il fact check di Lupa non era visualizzato sotto il post originale sulla pagina iperpartitica, ma Poynter non poteva condividerlo (e quindi eliminarlo prontamente) senza ricevere un avviso.

Due. 'No, 18 milioni di immigrati illegali non hanno ricevuto un 'assegno governativo' questo mese '

Fatto:17.4K impegni

Falso:4.4K impegni

Questa verifica dei fatti è stata una vittoria chiave per PolitiFact durante un ciclo di notizie che ha continuato a essere guidato dalla chiusura del governo e dall'immigrazione degli Stati Uniti.

1-800-assumere-una-folla

Nel un messaggio di testo pubblicato il 20 gennaio, un utente di Facebook ha falsamente affermato che 18 milioni di immigrati illegali hanno ricevuto assegni governativi durante la chiusura del governo questo mese, mentre i dipendenti federali no. PolitiFact lo ha ridimensionato il 24 gennaio, affermando che - a parte il fatto che gli immigrati privi di documenti non sono ammissibili per la maggior parte dei benefici del governo - non ce ne sono nemmeno 18 milioni negli Stati Uniti.

Snopes e Factcheck.org anche smascherato il falso post, che è stato copiato alla lettera in altri post su Facebook e Twitter, nei loro fact check più performanti della settimana, che hanno entrambi accumulato meno impegni rispetto a PolitiFact. Poynter non ha potuto condividere la bufala senza ricevere un avvertimento, ma solo i debunks di PolitiFact e Factcheck.org sono apparsi sotto i post falsi poiché Snopes ha detto di non averli segnalati.

(Screenshot da Facebook)

3. 'No, Red Scarves non ha marciato con uno striscione di sostegno a Benalla e Castaner'

Fatto:9.8K impegni

Falso:3.7K impegni

Come protesta dei Gilet Gialli continua in Francia, un'altra fazione chiamata per l'abbigliamento è emerso : le sciarpe rosse. E il gruppo, che si è formato in risposta alla violenza suscitata da alcune proteste dei Gilet Gialli, ha generato più disinformazione sui disordini.

Il 27 gennaio, una pagina Facebook nota per pubblicare filmati di proteste pubblicate un'immagine che presumibilmente mostrava i manifestanti della Sciarpa Rossa in marcia con uno striscione recante i nomi di due funzionari francesi con due cuori blu. Anche se ciò suggerisce che i manifestanti sostengono l'establishment politico, CheckNews di Libération ha smentito l'immagine, riferendo che quello striscione non è stato realizzato dalle Sciarpe Rosse, ma piuttosto dai sostenitori dei Gilet Gialli che volevano trollare il primo.

Mentre CheckNews si collegava all'immagine nella sua debunk, Poynter era ancora in grado di condividerla senza alcun preavviso, il che significa che il falso post non era stato adeguatamente contrassegnato nel sistema di controllo dei fatti di Facebook.

Quattro. 'No, questa specie di pappagallo non è estinta'

Fatto:485 impegni

Falso:12.8K impegni

Molta disinformazione su Facebook cerca di alimentare le tensioni di parte per ottenere Mi piace e condivisioni. Ma questa bufala ha preso di mira gli amanti degli animali.

periodo successivo alla ripresa dei punti elenco

Nel un post con immagini di Facebook pubblicato il 16 gennaio, una pagina chiamata 'Amo gli animali' in francese affermava falsamente che l'ara blu era stata dichiarata estinta. L'Agence France-Presse lo ha smentito il 24 gennaio, citando un rapporto dell'Unione internazionale per la conservazione della natura che ha scoperto che la specie non è nemmeno a rischio di estinzione. L'uccello, infatti, è tra i più “diffusi e comuni” al mondo.

Poynter non è stato in grado di condividere il falso Facebook senza ricevere un avviso sul fact check di AFP, ma l'articolo correlato non è stato visualizzato sotto la bufala nella pagina 'Amo gli animali'.

(Screenshot da Facebook)

5. 'No, la Banca Mondiale non ha nominato Modi il Primo Ministro che ha preso in prestito di più dal 1947'

Fatto:112 impegni

Falso:1.2K impegni

Sebbene questa bufala abbia ottenuto quasi 10 volte più impegni su Facebook rispetto a una debunk da Boom Live, è stata successivamente eliminata del tutto.

La notizia falsa, quale postato da un utente di Facebook in un gruppo di proprietà di una 'startup di media digitali su YouTube', ha affermato che la Banca mondiale ha affermato che il primo ministro Narendra Modi aveva preso in prestito il massimo dall'organizzazione dall'indipendenza dell'India. Boom Live ha ridimensionato la storia, dicendo che era una vecchia storia da un sito di notizie fasullo che pubblica principalmente contenuti anti-Modi e non è riuscito a trovare dati per sostenere l'affermazione.

Boom si è collegato alla falsa storia su Facebook, ma nessun fact check correlato è stato elencato sotto i post che erano ancora in diretta al momento della pubblicazione.