L'Oregonian ha trascorso anni sulla storia di un serial killer che è riuscito a farla franca, ancora e ancora, con un omicidio

Reportistica E Modifica

Screenshot, The Oregonian

Il discorso freelance che ha portato alla serie in cinque parti è arrivato nel 2015. Andava così: ogni anno, questo procuratore corre in memoria di una vittima di omicidio il cui caso ha aiutato a perseguire.

Therese Bottomly, direttrice delle notizie presso The Oregonian, ha pagato al freelance una mancia. Sospettava che ci fosse molto di più lì. Lei aveva ragione.



'Non sapevamo davvero in cosa stavamo entrando in questa storia', ha detto la giornalista dell'Oregon Noelle Crombie, 'quindi siamo tornati all'inizio'.

All'inizio, hanno trovato una denuncia di stupro che non è andata da nessuna parte, la donna che l'aveva presentata ed era stata ignorata, e almeno altre quattro sospettate dalla polizia erano state assassinate dallo stesso uomo.

Due anni dopo, nel dicembre 2018, The Oregonian ha pubblicato ' Fantasmi della Highway 20 . ' La serie narrativa in cinque parti include rivelazioni di un patteggiamento segreto, più di due ore di video documentari e una versione annotata della storia con collegamenti a materiale di origine.

[expander_maker id = '1 ″ more =' Read more 'less =' Read less ']

Durante quello che sembra un ciclo senza fine di cattive notizie per il giornalismo locale, è un promemoria del tipo di lavoro che è ancora possibile e degli ingredienti che il lavoro richiede: tempo, risorse e ambizione.


La vigilia di Natale del 1978, Kaye Turner corse su una strada remota fuori dall'autostrada 20 e non tornò mai più. Sepolta nel fascicolo del suo omicidio, Crombie ha trovato il rapporto di stupro di Marlene Gabrielsen. Gabrielsen ha riferito che John Arthur Ackroyd l'aveva violentata mentre le dava un passaggio a casa lungo la Highway 20. Non è mai stato perseguito.

Crombie ha iniziato a vedere il quadro per la serie.

'Se fosse stata creduta', disse, 'Kaye e le altre donne che hanno incontrato Ackroyd sarebbero vissute'.

Crombie ha richiesto i fascicoli originali del caso ai procuratori distrettuali e agli uffici degli sceriffi in tutto lo stato. Ha lavorato alla serie con il video editor e produttore Dave Killen e la fotoreporter Beth Nakamura.

I tre hanno trascorso ore guidando lungo la Highway 20. Nella serie, quel tratto di strada non è solo la scena, ha detto Margaret Haberman, il produttore responsabile dell'Oregonian che ha curato il progetto. È un personaggio. È anche uno strumento visivo per spostare le persone nello spazio e nel tempo.

La domanda dall'inizio, ha detto Nakamura, era come mostrare un progetto con solo boschi e persone che parlano?

'La sfida era come portarlo in vita?' lei disse.

Screenshot, The Oregonian

'Ghosts of Highway 20' è tra quello che è diventato un genere di cold case report che riesamina le storie di donne la cui morte è stata dimenticata e gli uomini che, spesso, se la sono cavata. ' Andato , 'Di Jerry Mitchell, pubblicato su Clarion-Ledger in 2016 e ha portato al condanna di Felix Vail . Nel 2017, The Suffolk Times ha pubblicato una serie con lo stesso nome ciò ha portato alla scoperta del corpo di una donna che era scomparsa da più di 50 anni .

In quella prima serie, l'assassino è stato arrestato e condannato. Nel secondo, era morto da anni. Con 'Ghosts of Highway 20', l'assassino è stato condannato per uno dei crimini nel 1993. Morì in prigione nel dicembre del 2016. Ha avuto almeno altre tre vittime.

'Penso che la cosa che ci ha spinto tutti e tre a raccontare questa storia fin dall'inizio è stata che le nostre storie avrebbero preso il posto del sistema giudiziario', ha detto Crombie. 'È stata una forza davvero forte e potente per noi che avremmo avuto il privilegio di raccontare queste storie a persone che non avrebbero mai avuto giustizia e le cui storie sono state davvero messe da parte'.

Trump dopo l'11 settembre

L'Oregonian ha combattuto annulla il sigillo ciò mostrava che Ackroyd aveva stipulato un patteggiamento per la scomparsa della figliastra di 13 anni, Rachanda Pickle.

'Se non fosse stato per questo lavoro', ha detto Bottomly, il direttore delle notizie, 'sarebbe potuto non essere segnalato per sempre'.

Screenshot, The Oregonian

'Ghosts of Highway 20' ha avuto una campagna teaser sui social media, ha ottenuto un totale di 1,7 milioni di visualizzazioni di video e, fino a poche settimane fa, ha portato 315.000 visualizzazioni di pagine online. Questo è un numero significativamente più alto di quello che il giornalismo aziendale dell'Oregonian porta di solito, ha detto Bottomly.

'In definitiva, avere una serie di documentari in cinque parti con una storia stampata è ciò che distingue questo progetto e lo rende così straordinario', ha detto Crombie. “Abbiamo sentito da così tanti lettori che hanno detto di averlo guardato in modo incontrollato o di essere andati online per prima cosa per guardare l'episodio successivo. Dave (Killen) è stato incaricato di raccontare la stessa storia tentacolare e lo ha fatto con un mix di filmati vintage, filmati che lui e Beth hanno girato con un Super 8 che è uscito da eBay e che hanno girato ogni intervista che abbiamo condotto. '

Questo tipo di lavoro ha richiesto organizzazione sin dall'inizio. Crombie ha assunto uno studente delle superiori per aiutarla a numerare tutti i rapporti della polizia. Ha costruito un foglio di calcolo che era la spina dorsale della storia. Ha lavorato con i suoi colleghi di foto e video, che l'hanno aiutata a pensare nelle scene. E ha tenuto riunioni regolari con i redattori per mostrare loro dove era diretto il progetto.

Ciò significa che questo progetto ha anche preso l'impegno degli editori di The Oregonian di essere pazienti. Killen ha avuto il lusso di dedicare molto tempo a un totale di 2 ore e 15 minuti di video prodotto. Questo tipo di lavoro è impossibile da fare rapidamente e bene, ha detto.

'Non puoi affrettare queste cose', concordò Bottomly, 'e penso che a volte nelle redazioni ci dimentichiamo che libri e riviste raccontano grandi storie due anni dopo il fatto.'

Un'altra necessità: l'ambizione, ha detto Haberman. 'E noi vogliamo averlo.'

E questo richiede risorse. Hanno chiesto di assumere un compositore che avrebbe realizzato la colonna sonora della serie di video. Ne hanno uno. Hanno richiesto un viaggio in California e Texas per cercare una fonte che non potevano raggiungere. Crombie, Killen e Nakamura se ne sono andati (dopo un po 'di convincimento).

Come ogni altro giornale locale, The Oregonian ha ottenuto più piccolo attraverso turni di licenziamenti (almeno sei dal 2010, secondo Willamette Week.).

'Abbiamo vissuto molti cambiamenti e contrazioni', ha detto Crombie. 'È stato piuttosto straordinario, date tutte le pressioni qui, che abbiamo avuto il tempo e le risorse per fare questo lavoro'.

Con 'Highway 20', hanno perseguito una vecchia formula che funziona ancora.

Il team di giornalisti che ha prodotto Ghosts of Highway 20, da sinistra: Dave Killen, Noelle Crombie e Beth Nakamura. 26 gennaio 2019 Beth Nakamura / Staff

[/ expander_maker]

Webinar NewsU

Segnalazione investigativa: dai numeri alla narrativa

investigative_reportingCombatti i dati per trovare e raccontare storie.Iscriviti oggi