Le persone muoiono da sole a causa del coronavirus. Questo giornalista ha raccontato la storia di un'infermiera che cerca di aiutare le famiglie a rimanere in contatto.

Affari E Lavoro

Il tuo sguardo quotidiano su come le notizie locali coprono e affrontano la vita durante la pandemia di coronavirus

Arlene Van Dyk è un'infermiera di terapia intensiva presso l'Holy Name Medical Center di Teaneck. (Foto: Jeff Rhode Holy Name Hospital / Special to NorthJersey.com)

'Arlene Van Dyk non sa se i suoi pazienti possono sentirla', ha scritto Lindy Washburn northjersey.com e The (Bergen, New Jersey) Record venerdì 27 marzo. “Non rispondono, sono sedati fino alla paralisi in modo che le macchine possano fare il lavoro dei loro polmoni. Parla comunque con loro. '

Dato che i casi di coronavirus raddoppiano dall'oggi al domani in molti luoghi, stiamo appena iniziando a capire com'è per i professionisti che si prendono cura delle persone all'interno degli ospedali di tutto il paese. Per molte ragioni - privacy medica, etica, salute pubblica - i giornalisti non sono in molte stanze d'ospedale in questo momento per mostrare al mondo cosa sta succedendo. Ma Washburn lo fa con i suoi reportage e i suoi scritti. Lei scrive questo:



“Dietro il telo di plastica trasparente che separa la zona calda dalla zona pulita dell'unità di terapia intensiva, tra gli allarmi acuti dei ventilatori e i suoni acuti delle pompe endovenose, ci sono 19 persone. Diciannove persone in una lotta per la vita o la morte con il nuovo coronavirus '.

E questo:

'Collegati a un giardino pensile di gocciolamenti endovenosi, tubi di ventilazione e monitor elettronici, i loro corpi stanno montando una risposta immunitaria a un invasore non riconosciuto'.

Washburn ha coperto l'Holy Name Medical Center di Teaneck, nel New Jersey, per molto tempo, ha detto in una e-mail.

stile ap salvavita o salvavita

'Sono stati i più colpiti dall'esplosione di casi nella contea di Bergen, nel New Jersey, e ho scritto diversi articoli sulla loro risposta'.

Ciò include guardare un trapano sull'uso dei dispositivi di protezione individuale , per ticktock guarda come l'ondata ha colpito l'ospedale e una storia su come era l'amministratore delegato dell'ospedale diagnosticato con il virus . Scrive una storia di un problema quasi ogni giorno, 'ma quando è diventato chiaro che ci sarebbe stata una carenza di infermieri di terapia intensiva, ho deciso che sarebbe stato utile profilare ciò che effettivamente fanno'.

L'ospedale ha messo in contatto Washburn con Van Dyk e Washburn ha raccontato la storia come meglio poteva dopo un'intervista telefonica di 30 minuti.

'Ho foto della terapia intensiva che mi hanno aiutato a visualizzarlo, e le ho chiesto di descrivere ciò che ha visto mentre si guardava intorno nella stanza', ha detto Washburn. “Le ho mandato un messaggio un paio di volte per chiederle dei suoni. Abbiamo appena parlato della sua giornata e di come si svolge. '

Il giorno prima di quell'intervista, Washburn ha perso un amico, giornalista Alan Finder , al coronavirus.

'Parlando con sua moglie, un ex collega, ho scoperto che la cosa più dolorosa è stata la sua incapacità di stare con lui quando ha lottato ed è morto.'

Quando Van Dyk, l'infermiera di terapia intensiva, ha parlato della propria esperienza con questo, Washburn ha iniziato a piangere.

'Non l'ho mai fatto, in tutti i 30 anni di rapporti sulla salute', ha detto. “Ho dovuto fermarmi un minuto e le ho spiegato il perché. Mi è sembrato di aver sperimentato io stesso i suoi modi calmanti.

storie di disturbo post traumatico da stress

Washburn scrive che una o due volte al giorno, Van Dyk cerca di mettere in contatto i suoi pazienti con le loro famiglie.

“Usa un iPad avvolto nella plastica. Le famiglie ansiose vedono e parlano ai loro cari, dice. I pazienti, inerti nei coma indotti da farmaci, non rispondono. La sua voce è calma mentre descrive queste scene che le straziano il cuore. 'Sai come quando sei mamma o papà, non vuoi piangere o perdere il controllo di fronte ai tuoi figli?' Dice. 'Ecco com'è.''

Dopo aver inviato un'e-mail venerdì, lunedì ho chiamato Washburn per vedere che cosa avrebbero significato per lei le notizie di permessi in tutta Gannett, che possiede la pubblicazione di Washburn.

'È davvero nuovo e ognuno di noi, mi è stato detto, dovrà prendersi una settimana di ferie al mese in aprile, maggio e giugno, e questo mi sembra incredibile', ha detto.

“Come possiamo smettere di denunciare questo? Semplicemente non lo so. '

Ecco alcuni altri modi in cui le redazioni locali stanno trattando questa storia. (Per favore Condividere quello che stai vedendo. Cerchiamo sempre di più.)

  • La giornalista del Philadelphia Inquirer Ellie Silverman è andata a coprire un sito di test sul coronavirus, Joseph Lichterman ha riferito la scorsa settimana per L'Istituto Lenfest e ha escogitato un modo intelligente per raggiungere le persone. “Ha camminato su e giù per la fila di macchine con un cartellone fatto a mano chiedendo alle persone di chiamarla per chattare. Loro fecero. E The Inquirer ha pubblicato una storia sulle loro esperienze '.
  • Creato The Stand, un giornale della comunità online a Syracuse, New York questo documento Google con numeri locali, avvisi e risorse che aggiorna quotidianamente.
  • E a Tampa, il Kelly Ring di WTVT lo è leggendo storie della buonanotte ai bambini. Il mio collega Al Tompkins ne ha scritto nella sua newsletter quotidiana, cosa che dovresti assolutamente fare Iscriviti a.

Vigilanza della redazione:

Che giornata.

  • The Tampa Bay Times, di proprietà di Poynter, annunciato Lunedì che sta riducendo la stampa a due giorni alla settimana e licenziando i dipendenti non in redazione. Rick Edmonds di Poynter ha parlato con il CEO del Times Paul Tash sulle notizie .
  • In un promemoria lunedì mattina, Gannett ha detto al personale 'che istituirà permessi e altre riduzioni dei costi in risposta a forti cali di pubblicità'.
  • Il tredicenne Record di Waterbury (Vermont) ha stampato la sua ultima edizione la scorsa settimana. 'Chiaramente, questa decisione è accelerata dalla crisi del coronavirus, ma riguarda anche l'economia', ha detto l'editore Greg Popa nel Record. 'Il record non è mai stato redditizio, ma siamo stati in questo per un lungo periodo.'
  • Ken Doctor ha scritto lunedì per Nieman Lab su come per l'industria giornalistica locale 'il crollo della pubblicità è allucinante'.

Cercasi assistente

Dai un'occhiata a queste risorse e ai corsi di formazione gratuiti per aiutare te e la tua redazione a trattare il coronavirus:

  • National Geographic ha un Fondo di emergenza COVID-19 per giornalisti, che offrirà tra $ 1.000 e $ 8.000 per 'la copertura locale della preparazione, della risposta e dell'impatto di questa pandemia globale come si è visto attraverso i rapporti basati sull'evidenza'
  • Il Carter Center dispone di queste risorse di salute mentale per i giornalisti.
  • L'Associazione Nazionale dei Giornalisti Ispanici ospita webinar settimanali sulla salute mentale in inglese e spagnolo.
  • E IRE ha un webinar gratuito alle 14:00 Mercoledì 1 aprile, ora orientale, sulla lotta per i record aperti durante questa crisi.

Punti luminosi

  • A Washington, D.C., le redazioni della TV locale si sono unite per trasmettere un messaggio di solidarietà: 'Perché le notizie locali sono le tue notizie e insieme stiamo meglio', ha riferito Adam Jacobson per Rapporto sull'attività radiotelevisiva .
  • News Media Alliance e i giornali americani ha inviato una lettera a Washington sull'aiuto federale per le notizie locali.
  • Progetto giornalistico di Facebook ha annunciato lunedì un ulteriore $ 100 milioni per l'industria dell'informazione durante la crisi del coronavirus, '$ 25 milioni di finanziamenti per sovvenzioni di emergenza per le notizie locali attraverso il Facebook Journalism Project e $ 75 milioni di spese di marketing aggiuntive per trasferire denaro alle testate giornalistiche di tutto il mondo'.

Fronte di oggi:

Infine, lunedì diversi giornali hanno preso parte a questo messaggio di solidarietà in prima pagina. It iniziato nel Regno Unito Questi fronti sono via Newseum.

Kristen Hare copre la trasformazione delle notizie locali per Poynter.org . Può essere raggiunta a khare@poynter.org o su Twitter all'indirizzo @kristenhare