Poynter e The Washington Post annunciano i membri della Leadership Academy for Diversity in Digital Media 2019

Dall'istituto

Questo gruppo di 30 giornalisti apprenderà capacità di leadership e strategie di gestione da più di 20 istruttori esperti durante uno dei programmi più competitivi di Poynter. (Sara O'Brien)

ST. PETERSBURG, Florida (9 settembre 2019) - Nelcollaborazionecon il Washington Post, il Poynter Institute è lieto di annunciare i giornalisti selezionati per la sua quarta Leadership Academy for Diversity in Digital Media.

I 30 giornalisti emersi da oltre 120 candidati sono pionieri nei media digitali che hanno dimostrato un'attitudine alla leadership attraverso progetti e referenze attuali. Sono stati selezionati da un comitato che comprendeva i laureati del programma, con particolare attenzione a garantire la diversità tra etnia, geografia, piattaforme tecnologiche, dimensioni dell'organizzazione e set di competenze.



'I giornalisti che abbiamo scelto per l'accademia di quest'anno sono le persone desiderose del trampolino di lancio che questa formazione fornirà per accelerare la loro crescita', ha affermato Doris Truong, direttore della formazione e della diversità di Poynter. “Altrettanto importante, i loro manager vedono la loro promessa, che Poynter manterrà. Sono orgoglioso dell'enfasi che Poynter e i nostri partner pongono nel garantire che i giornalisti di colore siano in prima linea nelle decisioni importanti della redazione '.

Questo gruppo, una delle classi più diversificate nella storia del programma, si unirà a una rete di 75 laureati che descrivono regolarmente la loro esperienza nella Diversity Academy come 'cambia la vita' e 'trasformativa'. Con The Post come partner didattico per la prima volta, il programma 2019 è stato migliorato con più istruttori e le intuizioni di The Post sull'innovazione come una delle redazioni più diverse della nazione.

'Siamo entusiasti di fornire alcuni dei migliori giornalisti nel settore dell'informazione come istruttori', ha affermato Carla Broyles, redattore senior per il reclutamento e la formazione presso The Post. 'Non vediamo l'ora di condividere non solo le nostre filosofie incentrate su giornalismo di qualità e innovazione narrativa, ma anche competenze pratiche preziose in qualsiasi redazione in tutta l'America'.

Poynter e The Post sono lieti di dare il benvenuto ai membri della prossima Diversity Academy:

Eva-Marie Ayala
Reporter
Il Dallas Morning News
@EvaMarieAyala

Ray Boyd
Redattore senior del coinvolgimento
The Philadelphia Inquirer
@RayBoydDigital

Wilkine Brutus
Reporter digitale
Palm Beach Post
@wilkinebrutus

Dwayne Burtin
Vicedirettore di Digital News
Servizio di notizie del vicinato di Milwaukee
@therealwayno

Geraldine Cols Azócar
Assistente del direttore delle notizie
Univision New York
@geraldinecolsa

Suleman Din
Editor di tecnologia, American Banker
SourceMedia
@sulemandn

Armand Emamdjomeh
Reporter grafico
Il Washington Post
@emamd

Taryn Finley
Editor di voci nere
HuffPost
@_tarynitup

Joanne Griffith
Assistant Managing Editor, Digital
Mercato
@globaljourno

Karen hao
AI Reporter
Revisione della tecnologia del MIT
@_KarenHao

Kaitlyn Jakola
Assistente direttore responsabile
Insider Inc.
@KaitlynJakola

Oscar Jovel
Editore anziano
ESPN
@ OJovel1

Queen kempt
Vice direttore sportivo
L'avvocato
@reinakempt

Qiongying Klein
Vice capo ufficio, Nord America
Il South China Morning Post
@jodixu

Mohammed Kloub
Editor di coinvolgimento del pubblico
Crosscut
@LessIsMoh

Shefali kulkarni
Editor delle operazioni
Il Washington Post
@shefalikulkarni

Brandon Lopez
Digital Media Manager
WPBF 25
@BrandonLopezTV

Katrina Louis
Editore manageriale
Qcitymetro
@qcitymetro

Alex Mena
Redattore sportivo
Miami Herald
@alexmenamiami

Justin Myers
Giornalista dei dati e redattore dell'automazione delle notizie
L'Associated Press
@myersjustinc

Sheila Rayam |
Editor del coinvolgimento della comunità
Democratico e cronaca
@SheilaRayam

Kevin Richardson
Visual Content Editor
Il Baltimore Sun
@KRichardsonMMA

Joe ruiz
Editore anziano
CNN
@joeruiz

Brenda Salinas Baker
Strategista dei contenuti audio
Google
@brendapsalinas

Jennifer Samuel
Editor di foto
National Geographic
@pritheeva

Aliyya swaby
Reporter della pubblica istruzione
Il Texas Tribune
@AliyyaSwaby

Michelle Turingan |
Produttore responsabile, video
Rivista Xtra | Pink Triangle Press
@chelleturingan

Lora Victorio
Deputy Editor, Digital
Los Angeles Times

Meta Viers
Produttore video e produttore di aggregazioni
McClatchy
@metainthenews

Charles Virgin
Direttore di notizie digitali
Il giorno
@carlosrvirgen

come verificare le informazioni in linea

Questi giornalisti verranno al campus di Poynter a St. Petersburg, in Florida, per una formazione intensiva dal 13 al 18 ottobre. La Diversity Academy sarà guidata da Broili e Sharif Durhams , senior editor presso CNN Digital.

'Siamo entusiasti di avere molti dei leader più creativi e di successo nel nostro settore nella nostra gamma di istruttori', ha affermato Durhams. “Altrettanto importante: tutti credono che la diversità sia una componente essenziale del giornalismo di qualità. Insegneranno abilità e condivideranno consigli del mondo reale su come prendono le decisioni, e ci aspettiamo che le numerose relazioni di mentoring dureranno a lungo oltre la settimana del corso '.

I membri della facoltà Poynter e ospiti includono:

  • Cheryl Carpenter , Leadership Faculty, The Poynter Institute
  • Tempio di Carter , Produttore esecutivo, ABC
  • Eric Deggans , Critico televisivo, NPR
  • J. Freedom du Lac , Redattore di Live News, The Washington Post
  • Ramon Escobar , Vice President Talent Recruitment and Development, CNN
  • Teresa Frontado , Direttore digitale, WLRN
  • Partner di qualità , Vicepresidente senior, Notizie e programmazione digitali, CNN
  • Guarda basso , Assistant Dean for Student Experiences e Direttore dell'Innovation News Center presso il College of Journalism and Communications, University of Florida; Presidente entrante, JAWS
  • Wesley Lowery , Corrispondente nazionale, The Washington Post
  • Everdeen Mason , Audience Editor, The Washington Post
  • Kelly McBride , Vicepresidente senior, The Poynter Institute
  • Kevin Merid a, Vicepresidente senior, ESPN; Redattore capo, The Undefeated
  • Madhulika sikka , Produttore esecutivo di audio, podcast Post Reports, The Washington Post
  • Mizell Stewart , Direttore senior di Talent, Partnerships and News Strategy, USA Today Network
  • Sydney Trent , Senior Editor, Social Issues, The Washington Post
  • Doris Truong , Direttore della formazione e della diversità, The Poynter Institute
  • Butch Ward , Facoltà di affiliazione, The Poynter Institute
  • Benét Wilson , Giornalista freelance per l'aviazione; Scrittore di marketing di contenuti strategici; Editore associato, The Points Guy

'Sono molto felice di essere tornato a Poynter quasi nove anni dopo il giorno in cui mi sono laureato alla Leadership Academy', ha detto Frontado, un alumna di Poynter che ora sta tornando come istruttore. “Le competenze che ho imparato qui mi hanno aiutato a navigare nei cambiamenti nel nostro settore e ad aprire la strada al cambiamento digitale in tre diverse redazioni. Non vedo l'ora di conversazioni aperte e oneste con i partecipanti sul nostro ruolo nei media digitali e su come possiamo usare le nostre voci per dare potere agli altri '.

Poynter e i docenti ospiti insegneranno sessioni pratiche su come guidare un'agile operazione di notizie 24 ore su 24, utilizzando le metriche per aumentare il pubblico, abbattere i silos, dare la priorità ai progetti giusti, prendere decisioni aziendali intelligenti, comprendere un processo per il processo decisionale etico e conflitto di navigazione. Il direttore esecutivo del Washington Post Marty Baron aprirà la settimana con una conversazione sull'importanza della diversità nella redazione. Durante la settimana altri importanti dirigenti dei media, tra cui Candi Carter e Kevin Merida, condivideranno le loro intuizioni con il gruppo. La facoltà sarà anche disponibile per il coaching individuale, tra cui la facoltà di Poynter Cheryl Carpenter e Butch Ward.

“La sfida più urgente per le testate giornalistiche è diventare altamente rilevanti per un pubblico eterogeneo. Il passo più significativo che le redazioni devono compiere per raggiungere questo obiettivo è assumere e trattenere un gruppo eterogeneo di giornalisti ', ha affermato Kelly McBride, Vicepresidente senior di Poynter e presidente del Craig Newmark Center for Ethics and Leadership. 'I singoli giornalisti e docenti di questo programma sono in prima linea per risolvere questo problema e Poynter è orgoglioso di essere lì con loro'.

La Diversity Academy è resa possibile in parte dal supporto di CNN, Craig Newmark Philanthropies, Scripps Howard Foundation, TEGNA Foundation e WordPress.

Informazioni su The Poynter Institute

Il Poynter Institute for Media Studies è un leader globale nell'educazione al giornalismo e un centro strategico che rappresenta l'eccellenza senza compromessi nel giornalismo, nei media e nel discorso pubblico del 21 ° secolo. La facoltà di Poynter tiene seminari e workshop presso l'Istituto di San Pietroburgo, in Florida, e in conferenze e organizzazioni in tutto il mondo. La sua divisione e-learning, News University, newsu.org, offre il più vasto programma di studi di giornalismo online al mondo. Il sito web dell'Istituto, poynter.org, offre una copertura 24 ore su 24 sui media, l'etica, la tecnologia e l'attività delle notizie. I migliori giornalisti e innovatori dei media del mondo vengono a Poynter per apprendere e insegnare alle nuove generazioni di reporter, narratori, inventori dei media, designer, giornalisti visivi, documentaristi e produttori di trasmissioni. Questo lavoro sviluppa la consapevolezza pubblica sul giornalismo, i media, il Primo Emendamento e il discorso che serve la democrazia e il bene pubblico.

A proposito del Washington Post

Il Washington Post è un leader di notizie pluripremiato la cui missione è connettere, informare e illuminare i lettori locali, nazionali e globali con rapporti affidabili, analisi approfondite e opinioni coinvolgenti. Combina giornalismo di livello mondiale con le ultime tecnologie e strumenti in modo che i lettori possano interagire con The Post sempre e ovunque.