Il presidente Trump afferma di aver firmato un ordine esecutivo sui prezzi dei farmaci. Ma non sembra esistere.

Newsletter

Inoltre, il commissario della FDA dice di aver parlato male del plasma, una manciata di stati ha iniziato a pagare i $ 300 di disoccupazione federale e altro ancora.

Il presidente Donald Trump presenta un ordine esecutivo firmato sull'abbassamento dei prezzi dei farmaci, nell'auditorium della Corte Sud nel complesso della Casa Bianca, venerdì 24 luglio 2020, a Washington. (AP Photo / Alex Brandon)

Copertura COVID-19 è un briefing quotidiano di Poynter su idee per storie sul coronavirus e altri argomenti tempestivi per i giornalisti, scritto dal docente senior Al Tompkins. Iscriviti qui per riceverlo nella tua casella di posta ogni mattina nei giorni feriali.

Senza dubbio hai visto l'annuncio che il presidente Donald Trump sta pubblicando affermando di aver abbassato i prezzi dei farmaci. Nel 2016, ha promesso di abbassare i prezzi dei farmaci e, in questa campagna di rielezione, sta rivendicando il successo.



come ha fatto walter cronkite a firmare

Il 24 luglio, il presidente Trump ha tenuto una cerimonia di firma che è stata descritta come l'imposizione di una 'clausola delle nazioni favorite' sui farmaci venduti negli Stati Uniti. Ciò significa che il prezzo di alcuni farmaci sarebbe legato ai prezzi bassi che pagano alcuni paesi stranieri.

Il presidente ha firmato quattro ordini in quel giorno di luglio e ha chiamato l'ordine delle 'nazioni favorite' 'il nonno di tutti loro'.

Ma c'è un problema. Per quanto ne sappiamo, non esiste un ordine del genere. Il New York Times ha spiegato :

Il presidente ha anche detto che incontrerà i dirigenti la settimana dopo la cerimonia della firma. Un simile incontro non è mai avvenuto. Tuttavia, una persona che ha familiarità con la questione ha detto che la Casa Bianca si è incontrata con l'associazione di categoria dei produttori farmaceutici per cercare di venire a patti su una dichiarazione congiunta.

Nel frattempo, il signor Trump si è vantato dei suoi piani come se fossero in atto e influenzassero drasticamente i prezzi dei farmaci. La sua campagna ha speso 668.000 dollari in 11 giorni per un nuovo annuncio pubblicitario che suggerisce che il suo avversario democratico, l'ex vicepresidente Joseph R. Biden Jr., è il candidato favorito dell'industria farmaceutica, attaccando le aziende e il signor Biden in un colpo solo.

Quando ha firmato il documento, il presidente ha detto che avrebbe concesso alle compagnie farmaceutiche un mese per abbassare i prezzi. Trump ha detto: 'Lo terremo fino al 24 agosto, sperando che le aziende farmaceutiche escano con qualcosa che ridurrà sostanzialmente i prezzi dei farmaci'.

E ha promesso che qualunque cosa facciano le compagnie farmaceutiche, i prezzi stanno scendendo, 'E l'orologio inizia proprio ora. Quindi, è il 24 agosto alle 12 (a.m.), dopodiché entrerà in vigore l'ordine sulle nazioni favorite '.

Ha mantenuto quel messaggio, twittando:

La scadenza del 24 agosto è scaduta e il presidente rivendica l'ordine come una vittoria, ma come Lo ha detto The Hill :

Quella scadenza è ormai trascorsa, senza l'annuncio di alcun accordo con le compagnie farmaceutiche, ma la Casa Bianca non ha portato avanti l'ordine e non sta dicendo se lo farà.

Potete vedere, andando sul sito della Casa Bianca, l'amministrazione ha pubblicato tre dei quattro ordini firmati il ​​24 luglio. Ma non l'ordine delle 'nazioni favorite'.

(Screenshot, Casa Bianca)

Che cosa ha firmato esattamente il presidente? Cosa diceva l'ordine? Non lo sappiamo e la Casa Bianca non lo dirà.

Quando ha firmato quei documenti a luglio, il presidente ha tenuto il documento per le telecamere. Questo è quanto di più vicino siamo arrivati ​​a vedere cosa c'è nell'ordine. Modern Healthcare ha cercato di capire cosa dice il documento. La parte che puoi vedere nella fotografia menziona la necessità di fare regole, che è molto diversa dall'ordinare una modifica del prezzo dei farmaci, che il presidente non può fare da solo comunque.

Inoltre, se fosse effettivamente un ordine esecutivo firmato, allora, per legge, dovrebbe essere pubblico. La storia del Times diceva:

Phillip J. Cooper, professore di pubblica amministrazione alla Portland State University e autore di 'By Order of the President', un libro sui documenti presidenziali, ha affermato che la legge federale richiede che gli ordini esecutivi firmati siano pubblicati nel registro federale. Nessun ordine di 'nazione favorita' è apparso, quindi l'ordine mancante viola la legge o è incompleto.

La storia per i giornalisti è continuare a chiedere i documenti e sottolineare che le affermazioni sui prezzi dei farmaci sono, come minimo, premature.

Una voce a cui puoi rivolgerti è Pazienti per farmaci a prezzi accessibili ora , che spinge il presidente ad andare avanti con la sua promessa.

Il piano del presidente includeva un 'benchmark' per i costi di Medicare rispetto al prezzo dei farmaci in altre 16 nazioni come parte di un indice internazionale dei prezzi.

La ricerca farmaceutica e i produttori americani hanno affermato che una 'clausola delle nazioni favorite', in effetti, darebbe ad altri paesi il potere di fissare i prezzi dei farmaci per gli americani. I produttori di farmaci preferiscono 'soluzioni competitive basate sul mercato'.

Nel gergo di DC, il commissario della Food and Drug Administration Stephen Hahn 'ha ritirato' la sua entusiasta approvazione dei trattamenti al plasma COVID-19 per dire che se gli attuali test del plasma continuano a mostrare ciò che i test limitati hanno dimostrato, potrebbe essere utile nel trattamento del coronavirus.

È molto lontano Dichiarazione di domenica che si tratta di un trattamento 'rivoluzionario'. Hahn ha annunciato un'approvazione di emergenza per medici e ospedali per utilizzare il plasma COVID-19 in una conferenza stampa domenicale con il presidente.

presentano idee per storie per studenti universitari

Lui ha apportato la correzione su Twitter , dicendo: “Sono stato criticato per le osservazioni che ho fatto domenica sera sui benefici del plasma convalescente. La critica è del tutto giustificata. Quello che avrei dovuto dire meglio è che i dati mostrano una riduzione del rischio relativo non una riduzione del rischio assoluto '.

La Mayo Clinic, che sovrintende ai test di trattamento del plasma, utilizza plasma sanguigno di persone che sono risultate positive al COVID-19 da infondere nei pazienti COVID-19 in condizioni critiche. Il primo ciclo di dati ha mostrato che quando ai pazienti critici veniva somministrato plasma entro tre giorni dalla diagnosi di COVID-19, l'8,7% di loro moriva. Ma se il trattamento è stato ritardato fino a quattro o più giorni, il tasso di mortalità è stato dell'11,9%. A 30 giorni, il tasso di mortalità era del 22% per il gruppo di trattamento precoce contro un tasso di mortalità del 27% per le persone che hanno ricevuto un trattamento successivo.

NPR ha detto per alcuni nel mondo della ricerca medica, la correzione di Twitter non è sufficiente:

Alcuni dei critici di Hahn non sono soddisfatti delle sue scuse. 'Gravi errori minano la tua credibilità', ha twittato il dottor Eric Topol, un ricercatore di alto profilo presso lo Scripps Research Translational Institute. 'Mi dispiace che il tuo (thread di Twitter) non lo tagli', ha continuato Topol. “Quando terrà una conferenza stampa per correggere completamente questo problema? E correggere il sito web della FDA? Per ripristinare la fiducia del pubblico. Per favore.'

Jeremy Berg, l'ex direttore della rivista Science, ha castigato anche Hahn. 'La prossima volta fai più attenzione alla tua lingua', ha scritto su Twitter. 'Questo è davvero importante per la comprensione del pubblico di COVID-19 e della scienza.'

La pietà di questa confusione è duplice. Mina la fiducia nella FDA proprio quando dobbiamo essere in grado di fidarci di più. Potrebbe anche minare quello che potrebbe ancora essere uno strumento utile nel trattamento del virus. Le banche del sangue stanno raccogliendo con entusiasmo plasma da donatori che si sono ripresi da COVID-19 per portare avanti lo studio.

Sette stati non stanno aspettando che il Congresso giunga a un accordo su un nuovo disegno di legge federale di stimolo. Stanno afferrando l'offerta del presidente Trump per un indennità di disoccupazione federale di $ 300 pagata dal budget dell'Agenzia federale per la gestione delle emergenze.

Arizona, Iowa, Louisiana, New Mexico, Colorado, Missouri e Utah sono stati i primi stati a chiedere e ricevere l'approvazione per i fondi FEMA da inviare come indennità di disoccupazione. I pagamenti sono stati inizialmente descritti come un pagamento di $ 400 - di cui gli stati pagherebbero $ 100 - ma quando gli stati hanno esitato, i federali hanno detto che un pagamento di $ 300 potrebbe continuare senza corrispondenza.

(Da Yahoo Finance)

Martedì sera, l'elenco degli stati autorizzati a distribuire i pagamenti di $ 300 è rapidamente cresciuto fino a 30. ( Vedi gli annunci per ogni stato qui .) Tre stati - Kentucky, Montana e West Virginia - stanno optando per pagare l'intero $ 400.

elenco delle ancore di notizie di volpe

CNBC ha spiegato :

Gli Stati autorizzati per gli aiuti lo sono garantite solo tre settimane di finanziamento , con pagamenti retrodatati alla settimana terminata il 1 ° agosto. Tuttavia, potrebbero ricevere più aiuti, a seconda di quanti stati fanno richiesta e quanto velocemente viene prelevato il denaro.

Non tutti i lavoratori disoccupati hanno diritto ai pagamenti. Quelli che attualmente ricevono meno di $ 100 a settimana in sussidi di disoccupazione non riceverà l'assistenza - pari a migliaia di persone, e forse più di 1 milione .

Quegli assegni di disoccupazione non possono arrivare abbastanza presto. Gli ultimi dati su come gli affittuari pagano le bollette mostrano tempi difficili per il futuro. Rentec Direct ha fornito questi dati :

A partire dal 10 agosto, i pagamenti dell'affitto ricevuti a livello nazionale dai gestori di proprietà e dai proprietari sono inferiori del 29% rispetto all'affitto ricevuto per lo stesso periodo a marzo, prima dell'inizio della pandemia COVID-19 negli Stati Uniti.

(Da Rentec Direct)

Reuters ha dato un'occhiata a New Orleans , dove questa settimana segna 15 anni da quando l'uragano Katrina ha devastato la città.

New Orleans era malconcia Qui All'inizio del coronavirus e con la chiusura del turismo, quasi un residente su cinque è stato disoccupato ad aprile, secondo il Bureau of Labor Statistics.

Mentre la città tenta lentamente di riaprire, questo è sceso al 12,9% a giugno, ma molte persone stanno ancora cercando di recuperare il reddito perso dal coronavirus, dicono i sostenitori. Fino al 56% degli affittuari della Louisiana è ora a rischio di sfratto, calcola l'Aspen Institute Qui , la seconda percentuale più alta di affittuari a rischio nel paese dopo il Mississippi.

Lo ha riferito il New York Times questa settimana :

la notizia della volpe non è una vera notizia

In Nebraska, dove a maggio è scaduta la moratoria locale sugli sfratti, almeno 92mila persone rischiano di essere costrette a lasciare le loro case nei prossimi mesi, secondo un rapporto di un consorzio di sostenitori dell'edilizia abitativa e organizzazioni di politica pubblica. Il rapporto afferma che a livello nazionale almeno 30 milioni di persone - comprese quelle in case non coperte dalla moratoria del CARES Act - rischiano di essere sfrattate senza alcun nuovo aiuto federale o una rinnovata pausa.

La Croce Rossa americana ha detto sta cercando persone per aiutare con gli sforzi di soccorso nei rifugi mentre risponde agli incendi della California e al crescente uragano diretto verso la costa della Louisiana-Texas.

Volontari dal Maine e Oregon stanno andando in California, intanto Florida e Texas i volontari si stanno dirigendo verso il percorso dell'uragano.

A causa della pandemia, i volontari non effettuano il check-in per il servizio. Invece, la Croce Rossa li invia virtualmente.

Di solito, dopo un uragano, persone di buon cuore con scatole di provviste, martelli e compensato si riversano per dare una mano. Ma in una pandemia tutto è più complicato.

La FEMA ha offerto consigli su come aiutare:

Dona denaro e beni in natura

  • Le donazioni in contanti a un'organizzazione no profit di tua scelta sono il modo migliore per aiutare.
  • Puoi trovare organizzazioni non profit controllate che supportano gli sforzi di risposta a COVID-19 su NVOAD.org .
  • Non raccogliere o fare donazioni finché non sei sicuro che sia necessario, chi lo accetterà e come ci arriverà.
  • Invia un'e-mail a FEMA-Donations-MGT@fema.dhs.gov con domande su come donare al meglio.

Dona sangue o plasma

  • Un altro bisogno vitale in questo periodo sono le donazioni di sangue e plasma. Sfortunatamente, molte raccolte di sangue sono state annullate e le donazioni ai centri di raccolta del plasma sono diminuite in modo significativo.
  • La donazione di sangue e plasma di origine è un processo sicuro. Sia i centri di raccolta del sangue che i centri di raccolta del plasma hanno i più elevati standard di sicurezza e controllo delle infezioni
  • Per scoprire dove puoi donare il sangue, visita aabb.org . Per scoprire dove puoi donare il plasma, visita la FDA Dona COVID-19 Plasma pagina.

Volontariato: professionisti sanitari autorizzati

Trova informazioni sull'idoneità, visualizza i livelli di credenziali in base alla competenza clinica e registrati presso il Sistema di emergenza per la registrazione anticipata dei professionisti sanitari volontari nel loro stato.

Volontariato: Volontari del Corpo della Riserva Medica

Contatta un Unità MRC nella tua zona per aiutare le tue comunità con call center, visite cliniche e altro ancora.

Dona forniture e attrezzature

Se rappresenti un'azienda che desidera donare forniture mediche, attrezzature o prodotti farmaceutici, per favore fornire dettagli su quello che vorresti dare. Questo modulo è solo per le donazioni.

Torneremo domani con una nuova edizione di Covering COVID-19. Iscriviti qui per riceverlo direttamente nella tua casella di posta.

Al Tompkins è docente senior presso Poynter. Può essere contattato a atompkins@poynter.org o su Twitter, @atompkins.