Metti da parte il dito puntato, la politica e il rumore sul coronavirus. I fatti sono tutto ciò che conta.

Newsletter

Il tuo rapporto di Thursday Poynter

Giornalisti praticano le distanze sociali durante una conferenza stampa con il governatore di New York Andrew Cuomo questa settimana. (AP Photo / John Minchillo)

Mi sono imbattuto un annuncio della CNN di mercoledì. È semplice ed efficace.

Le parole sullo schermo dicevano:



In un momento di incertezza, i fatti forniscono chiarezza.
In un momento di divisione, i fatti si uniscono.
In un momento di crisi, i fatti contano di più.
Prima i fatti.

Mentre potresti vedere un po 'più di gentilezza (un sorriso, un cenno del capo, un'onda) nelle tue passeggiate serali o nei tuoi viaggi al supermercato, i social media rimangono un pozzo nero di battibecchi, spesso sul coronavirus.

Quasi tutti stanno valutando come il presidente, i governatori, i sindaci locali e persino i nostri vicini della porta accanto stanno affrontando il virus. Quasi tutti hanno un'opinione su come siamo arrivati ​​qui e su cosa dovrebbe accadere dopo. Quelle opinioni sono spesso basate sulla politica tanto quanto su qualsiasi altra cosa.

la notizia della volpe è la cosa più importante

Ancora una volta, mercoledì il presidente Donald Trump ha sparato ai media in un tweet che diceva: “Il LameStream Media è la forza dominante nel cercare di farmi mantenere chiuso il nostro Paese il più a lungo possibile nella speranza che sia dannoso per il mio successo elettorale. Le persone reali vogliono tornare a lavorare il prima possibile. Saremo più forti che mai! '

Ma il messaggio nell'annuncio della CNN è corretto. Dopo aver guadato il dito puntato, la politica e altri rumori, tutto ciò che conta sono i fatti.

Numeri difficili. Grafici. Tendenze. Storia recente. Proiezioni di esperti basate sulla scienza, non sulla partigianeria. E, soprattutto, buoni rapporti vecchio stile da giornalisti che vanno (di persona o online) in prima linea nella pandemia - dagli ospedali agli uffici governativi dove vengono prese le decisioni chiave alle case e ai quartieri di coloro che ne soffrono. virus mortale.

E mentre le notizie nazionali sono state e continueranno ad essere preziose, questa è altrettanto una storia locale. Questo perché tutti ne sono influenzati. Odiamo tutti vedere le brutte notizie a New York City, in California e nello stato di Washington, e stiamo tenendo traccia delle ultime notizie da Washington, DC, ma siamo particolarmente preoccupati per ciò che sta accadendo nei nostri quartieri, nei nostri uffici e nelle scuole dei nostri ragazzi.

Ciò che è così inquietante è che le notizie locali stanno subendo una sconfitta finanziaria in un momento in cui sono più preziose. Le entrate pubblicitarie, in particolare per i giornali, sono in calo perché la maggior parte degli eventi viene annullata o posticipata e le aziende in difficoltà (e chiuse) sono diffidenti nel pubblicare annunci in questi tempi incerti.

Leggere questo pezzo in The Atlantic di Steven Waldman, co-fondatore di Report for America, e Charles Sennott, CEO di TheGroundTruth Project. Inizia con:

“Tra i passi importanti da compiere durante questa crisi: lavarsi le mani. Non toccare il tuo viso. E acquista un abbonamento al tuo giornale locale '.

Waldman e Sennott sostengono che i media locali forniscono il tipo di informazioni necessarie che è difficile, se non impossibile, ottenere altrove, come dove fare il test, cosa è aperto o chiuso e dove trovare elementi essenziali come cibo e medicine. Ma non possono farlo se non sono in affari.

Waldman e Sennott scrivono:

Quindi cosa si può fare per aiutare a mantenere vivo il giornalismo nella tua comunità?

Il governo federale può fare qualcosa di abbastanza concreto in questo momento: come parte dei suoi piani di stimolo, dovrebbe incanalare 500 milioni di dollari in spese per annunci di salute pubblica attraverso i media locali. ...

La responsabilità di aiutare i gruppi di stampa locali non ricade esclusivamente sul governo. Fondazioni nazionali e comunitarie, così come filantropi privati, stanno già creando fondi speciali per affrontare la crisi del coronavirus. Dovrebbero considerare di supportare uno o due giornalisti sanitari. Molte fondazioni locali supportano già il giornalismo locale, a volte direttamente aiutando a finanziare siti web di notizie senza scopo di lucro o radio pubbliche, e talvolta attraverso programmi come Report for America. Nella crisi attuale, i gruppi filantropici devono riconoscere che informazioni locali accurate sono una parte fondamentale della lotta alla pandemia.

E puoi anche fare la tua parte iscrivendoti e pubblicizzando, se puoi, ai media locali. Dopotutto, è qui che stanno i fatti.

Durante questa crisi, i miei colleghi Poynter e io abbiamo cercato di indicarti una copertura eccezionale sul coronavirus. (Se non ti sei iscritto alla newsletter quotidiana Covering COVID-19 di Al Tompkins di Poynter, dovresti.)

Oggi, voglio sottolineare alcuni dei lavori di élite svolti da L'Atlantico, che ha tutto il suo staff di 150 persone dedicato alla copertura del coronavirus. Invece di inondare il suo sito con ogni storia a cui può pensare, The Atlantic sta scegliendo i suoi punti, sfruttando i suoi punti di forza e pubblicando materiale che può avere il massimo impatto.

In una lettera ai lettori, il caporedattore Jeffrey Goldberg ha scritto: “I nostri uffici si sono svuotati. Il nostro team è distribuito in tutto il paese, in gran parte del globo. Ma stiamo lavorando più duramente che mai per fornirti le migliori informazioni e analisi possibili sulla pandemia di coronavirus '.

Forse il pezzo più d'impatto è stato un'esclusiva del 6 marzo di Robinson Meyer e Alexis C. Madrigal che hanno avvertito di problemi a causa di come il paese ha fallito i test del coronavirus.

A parte i brani scritti, che includono la lettura obbligata di Ed Yong 'Come finirà la pandemia' e quello di Uri Friedman 'Perché l'America è unicamente inadatta ad affrontare il Coronavirus', una delle cose migliori che The Atlantic sta facendo è produrre un podcast giornaliero chiamato 'Social Distance.' Finora, gli episodi hanno trattato argomenti come se puoi uscire per un drink, se dovresti ricevere consegne e come gestire lo stress. La maggior parte degli episodi dura meno di 30 minuti.

L'ex conduttore di 'Nightline' Ted Koppel nel 2005. (AP Photo / Haraz N. Ghanbari)

Ted Koppel, l'ospite originale di 'Nightline' della ABC, tornato per un posto per gli ospiti in programma martedì sera per commemorare il 40 ° anniversario dello spettacolo.

Dal 9 marzo, 'Nightline' ha riferito su un solo argomento: il coronavirus. Ciò ha richiamato le origini dello spettacolo nel 1980, quando fu creato per coprire la crisi degli ostaggi in Iran. Alla fine, il programma ha iniziato a coprire altri argomenti di notizie e non è mai uscito dall'aria.

Il messaggio di Koppel agli spettatori sulla 'Nightline' di martedì:

'È ora più che mai in questo paese di rendersi conto che ciò di cui abbiamo bisogno più di ogni altra cosa, sono giornalisti affidabili e credibili. Il fatto che così tante informazioni vengano trasmesse da persone che non hanno alcuna esperienza nel giornalismo ma hanno la capacità attraverso Internet di comunicare assurdità assolute e talvolta dannose su Internet. Questo è un momento in cui invece di mettere in discussione la credibilità dei media, dobbiamo rafforzarla '.

Ecco perché il giornalismo è importante. Un nuovo studio del Pew Research Center mostra che gli americani che più comunemente ricevono le loro notizie politiche ed elettorali dai social media - circa il 18% del paese - hanno meno probabilità di seguire le notizie sul coronavirus rispetto a coloro che ricevono le loro notizie attraverso giornali, TV locali e nazionali, radio e notizie siti web. Inoltre, di coloro che ricevono le loro notizie dai social media, solo il 37% afferma di seguire la storia del coronavirus 'molto da vicino'.

La star dell'NBA Steph Curry. (Foto AP / Jeff Chiu, File)

Il dottor Anthony Fauci, che è emerso come la voce più rispettata e leader di questo paese quando si tratta del coronavirus, farà un Domande e risposte su Instagram oggi con la star dell'NBA Steph Curry .

Adoro questo.

Per cominciare, Curry ha quasi 30 milioni di follower su Instagram. Si presume che abbia una presa profonda con i giovani e che in questo momento sia fondamentale raggiungere i giovani per parlare di cose come l'allontanamento sociale. È anche ragionevole aspettarsi che Curry possa essere in grado di raggiungere un pubblico più giovane che molti organi di informazione tradizionali, come TV e giornali, non stanno raggiungendo.

Questa non sarà la prima volta che Fauci rilascia un'intervista con un punto vendita non tradizionale. La scorsa settimana è apparso nel podcast Barstool Sports 'Pardon My Take'. Lo ha riferito il critico dei media sportivi del New York Post Andrew Marchand che l'apparizione di Fauci a 'Pardon My Take' era in realtà un'idea dell'ufficio della task force sul coronavirus del vicepresidente Mike Pence come un modo per raggiungere un pubblico più giovane, in particolare sulla gravità di questa pandemia e sull'importanza del distacco sociale.

L'host del pod, noto come PFT Commenter (vero nome Eric Sollenberger), ha detto a Marchand: 'Quando ho ricevuto l'e-mail, pensavo tra me e me che le cose dovevano avere il potenziale per andare davvero male se hanno raggiunto il punto in cui (Dr. L'ufficio di Fauci sta cercando di convincerlo a 'Pardon My Take' per entrare in contatto con gli ascoltatori più giovani là fuori. Pensavo che questo potesse essere spaventoso e questo è assolutamente qualcosa che dovrebbe essere preso molto sul serio. '

Abbiamo visto storie su molte testate giornalistiche, in particolare giornali e settimanali, che hanno dovuto tagliare risorse e personale a causa della diminuzione delle entrate pubblicitarie a causa del coronavirus. Ma, in una rara inversione di tendenza, il Lo ha annunciato la BBC che, per ora, non andrà a buon fine con i piani annunciati di tagliare 450 posti di lavoro.

Perché? Ha bisogno di tutte le mani sul ponte per la copertura del coronavirus.

A gennaio, la BBC ha annunciato l'intenzione di tagliare 450 posti di lavoro al fine di risparmiare l'equivalente di circa $ 95 milioni entro il 2022. Il direttore generale della BBC Tony Hall ha detto allo staff mercoledì che quei piani sono stati sospesi, anche se sembra che i tagli potrebbero ancora accadrà in un secondo momento.

'Dobbiamo continuare a fare il lavoro che stai facendo in modo davvero brillante', ha detto Hall. “Sarebbe inappropriato. Al momento non abbiamo le risorse per portare avanti quei piani, quindi torneremo su questo ad un certo punto. Ma per il momento vogliamo solo assicurarci che tu sia supportato e che tu abbia le risorse per svolgere il lavoro che tu e i tuoi colleghi state facendo in modo straordinario '.

BuzzFeed ha annunciato mercoledì che sta tagliando temporaneamente gli stipendi dei dipendenti. Lo riferisce Maxwell Tani del Daily Beast che un promemoria interno diceva ai dipendenti che i tagli sarebbero stati per aprile e maggio ed erano legati al coronavirus.

Nella nota, l'amministratore delegato Jonah Peretti ha detto che non prenderà uno stipendio durante quel periodo. Le riduzioni salariali saranno basate su quanto guadagna un dipendente. Coloro che guadagnano meno di $ 65.000 all'anno riceveranno un taglio del 5%. Quelli tra $ 65.000 e $ 90.000 avranno un taglio del 7%. Chiunque guadagni più di $ 90.000 avrà un taglio del 10%. I dirigenti prenderanno tra il 14% e il 25%.

Peretti ha detto che BuzzFeed lo sta facendo nella speranza di evitare licenziamenti.

'Capisco che questo sarà un vero disagio per tutti, ma il nostro obiettivo è quello di rendere possibile a tutti noi di superare questo', ha detto.

Il presidente Trump parla mercoledì del coronavirus. (AP Photo / Alex Brandon)

Ho passato gli ultimi due giorni a difendere e persino a sostenere che le reti televisive trasmettano - in diretta e senza filtri - le conferenze stampa del presidente Trump e della task force della Casa Bianca sul coronavirus. Lo difendo. Piuttosto che riaffermare le mie argomentazioni, puoi leggerle nei precedenti Poynter Reports Qui e qui.

Ma noterò che KUOW - la stazione radio pubblica di Seattle, Washington (uno dei punti caldi del coronavirus) - non trasmette in diretta le conferenze stampa di Trump. La stazione annunciato su Twitter , 'KUOW sta monitorando i briefing della Casa Bianca per le ultime notizie sul coronavirus e continueremo a condividere tutte le notizie rilevanti per lo Stato di Washington con i nostri ascoltatori. Tuttavia, non trasmetteremo i briefing in diretta a causa di un modello di informazioni false o fuorvianti, a condizione che non possano essere verificate in tempo reale '.

Editorialista del Washington Post Anche Karen Tumulty è intervenuta , scrivendo: 'Nell'interesse di proteggere la salute della nazione, è tempo di prendere le distanze socialmente dalle cose folli che il presidente Trump continua a dire'. E in una storia per The Daily Beast, Maxwell Tani e Lloyd Grove hanno scritto che alcuni membri dello staff della CNN e della MSNBC hanno delle riserve sulla messa in onda dei giornalisti di Trump.

Mercoledì, le tre principali reti (ABC, CBS e NBC) sono andate tutte alle loro trasmissioni serali di notizie nazionali mentre continuava la conferenza stampa sul coronavirus della Casa Bianca.

Hai un feedback o un suggerimento? Inviare un'e-mail allo scrittore senior di media Poynter Tom Jones all'indirizzo tjones@poynter.org .

Vuoi ricevere questo briefing nella tua casella di posta? Registrati qui.