Questi giovani attivisti vogliono che tu pubblichi le loro foto se muoiono a causa della violenza delle armi. Leggere prima queste linee guida.

Affari E Lavoro

Uno screenshot da MyLastShot.org. L'organizzazione incoraggia gli adolescenti a esporre adesivi, offerti dal sito, che indicano la loro disponibilità a consentire ai giornalisti di pubblicare o trasmettere immagini dei loro corpi se vengono uccisi dalla violenza delle armi.

Il 20 aprile è il 20 ° anniversario della sparatoria alla Columbine High School in Colorado che ha ucciso 12 studenti, un insegnante e altri 24 feriti.

Mentre ci avviciniamo a quella data, un gruppo di studenti della Columbine, insieme ad altri della Marjory Stoneman Douglas High School in Florida, e un certo numero di organizzazioni guidate da studenti in tutto il paese, stanno spingendo affinché i giornalisti pubblichino immagini di studenti uccisi nella violenza armata.



MyLastShot.org l'organizzatore Kaylee Tyner, uno studente della Columbine High School, non era nato quando è avvenuta la sparatoria. Ma lei dice che se gli studenti mettessero un piccolo adesivo sui loro documenti di identità affermando: 'Nel caso in cui muoio per violenza armata, per favore pubblicizza la foto della mia morte', costringerebbe il pubblico a prestare attenzione alle vite perse.

perché lo iowa caucus è così importante

Tyner ha detto che il pubblico è stato troppo protetto dalle immagini reali della morte con il pretesto di 'permettere alle vittime di riposare in pace senza usare la propria morte come motivo politico'.

'Questo adesivo dice' Ehi, voglio essere politicizzato '. Dà alle persone un potere che prima non avevano, che nel caso in cui muoiano per violenza armata, possono far sapere agli altri i loro desideri che le loro immagini grafiche siano rese pubbliche ', Mi ha detto Tyner in una e-mail. 'Questa è la scelta dell'individuo.'

Tyner ha detto di essere stata ispirata dalle immagini grafiche della morte che coinvolgono Emmett Till , che è diventato un catalizzatore per il movimento per i diritti civili. L'immagine grafica di Kim Phuc , colpito dal napalm, ha mostrato gli orrori della guerra del Vietnam. Altre immagini dalla Siria e dalla Somalia hanno mostrato bambini come vittime.

Tyner sostiene che le immagini dei bambini nel mirino della violenza potrebbero spingere il pubblico all'azione quando i lettori e gli spettatori diventano insensibili alle immagini grafiche che coinvolgono gli adulti.

'Nessun'altra generazione ha dovuto pensare a dove si sarebbe nascosta a un ballo del liceo, o quando hanno mandato un messaggio alla loro mamma per l'ultima volta quando suona l'allarme antincendio', ha detto. “Per noi, si tratta di empowerment. Certo, ci impegniamo tutti a far conoscere agli altri i nostri desideri che le nostre foto siano pubblicizzate, ma il messaggio è più grande anche del risultato. Sta dicendo che i bambini di tutta la nazione, abbastanza giovani da non essere vivi durante la prima sparatoria nelle scuole superiori nella storia degli Stati Uniti, pensano che l'unico modo per porre fine alla violenza armata sia rilasciare le foto dei nostri corpi '.

il primo giornale afroamericano

Mi sono rivolto al mio amico Eric Garner per qualche consiglio per questa storia. Insegna radiodiffusione e giornalismo alla Stoneman Douglas ed era rinchiuso nella sua classe con i suoi studenti quando la sparatoria si è svolta il 14 febbraio 2018.

Mentre parlavamo della campagna #MyLastShot, ha detto: 'Sai quell'invulnerabilità che avevo al liceo e pensavo di poter fare qualsiasi cosa al liceo e uscire e avere dei momenti stupidi - quell'innocenza è sparita'.

Garner ha detto di essere appena tornato da una conferenza in cui venivano giudicati i film degli studenti.

'Sto guardando i film degli studenti da tutto il paese e ogni film che gli studenti hanno fatto, era un altro studente che stava morendo', ha detto. “Il film vincitore è finito per parlare di un'esercitazione sparatutto attiva. È diventato pervasivo nella loro società. È diventato radicato in questi studenti che questo potrebbe accadere a loro in qualsiasi momento. '

Glen Holt e Annette Funicello

MyLastShot.org afferma sul suo sito web che non accetta alcuna forma di reddito:

'Pensa a noi meno come un'organizzazione o un marchio e più come una risorsa, proprio come una pagina di Wikipedia. Chiunque può modificarci o usarci senza mai chiederci il permesso. Se un individuo o un gruppo desiderava utilizzare i nostri materiali / risorse per il proprio gruppo, poteva farlo. Individui e gruppi hanno accesso ai nostri file di lavoro del progetto (.PSD) e un foglio di adesivi scaricabile che possono stampare gratuitamente. Inoltre, individui / gruppi può ordinare adesivi tramite Sticker Robot che è un fornitore di terze parti. Non vediamo denaro da queste transazioni se le persone ordinano adesivi. Inoltre, le persone possono scaricare il nostro file di lavoro adesivo e inviarlo a qualsiasi azienda di produzione di adesivi che desiderano. I nostri materiali sono veramente open source '.

I miei consigli

Ho insegnato e scritto sull'uso etico delle immagini grafiche e del suono nel giornalismo. Insegno che l'uso di tali immagini è situazionale e non dovrebbe essere coperto da una politica generale del 'non pubblicare mai' o 'pubblicare sempre' che consenta ai giornalisti di sfuggire alle chiamate difficili.

Anche se gli studenti appongono un adesivo sui loro documenti di identità o sulla patente di guida dicendo che vogliono che le foto della loro morte siano rese pubbliche, non è questo il motivo per pubblicarle. Prendi in considerazione i desideri dello studente, ma non fermarti qui.

Ci dovrebbe essere uno scopo giornalistico per la pubblicazione dell'immagine. Se, ad esempio, ci sono dubbi su ciò che è accaduto - se le immagini dimostrano che una versione ufficiale dell'incidente non è vera, se le immagini illustrano una verità che il pubblico non avrebbe saputo dalle descrizioni della scena - allora il grafico le immagini possono essere degne di nota e potrebbero essere pubblicate eticamente.

Ad esempio, se una telecamera del corpo della polizia riprende una sparatoria in un video e la polizia afferma che il sospetto stava attaccando l'agente, ma il video mostra che il sospetto stava scappando, sarebbe ingiusto nei confronti della vittima / famiglia non mostrare il video. Se la famiglia del sospettato ha affermato che l'ufficio non era in pericolo ma il video mostrava chiaramente il sospetto che si caricava con un coltello, allora sarebbe ingiusto per l'agente nascondere le prove.

elenco dei moderatori del dibattito presidenziale

Devi giustificare l'uso dell'immagine, del video o dell'audio ogni volta che lo usi seguendo questi passaggi:

  • Spiega la tua decisione. Quando i giornalisti interrompono la normale politica di non mostrare immagini esplicitamente grafiche, spiega perché. Sii aperto al feedback del pubblico e rispondi a ciò che dicono i lettori, gli spettatori e gli ascoltatori.
  • Pensa al tono e al grado di copertura. Come e dove verranno utilizzate le immagini grafiche? In che modo un'immagine in prima pagina sarebbe diversa da un'immagine all'interno di un foglio? In che modo un'immagine a colori sarebbe diversa dal bianco e nero? Le emittenti televisive e le reti dovrebbero avvisare gli spettatori prima di mostrare immagini grafiche, e questo significa non usarle nelle anticipazioni e negli spettacoli.
  • Considera gli stakeholder che sarebbero interessati dalla tua decisione. È qui che la campagna #MyLastShot può causare la maggior parte delle pause. Tyner ha detto: 'È la vittima che dice di volerlo nel caso in cui muoia. Se i media, o i sostenitori obbligano, l'onere di pubblicare queste foto non è sulle loro spalle. È una decisione presa dalla vittima. Realizzarlo significa semplicemente realizzare gli ultimi desideri della vittima. ' In effetti, il sito web #MyLastShot incoraggia gli studenti a nominare un avvocato per assicurarsi che i loro desideri siano onorati in caso di morte.

Altre considerazioni:

  • In che modo la visualizzazione delle immagini influenzerà la famiglia, gli amici, i compagni di classe della vittima e il pubblico che guarda o legge?
  • La vittima ha discusso i suoi desideri con i membri della famiglia? Il paragone più vicino potrebbe essere nel trapianto di organi, dove i potenziali donatori di organi rendono noto i loro desideri sulla patente di guida ma sui familiari sopravvissuti a volte può e fa l'override di tali decisioni . Come farebbe un giornalista a conoscere i desideri di una famiglia il cui studente ha firmato un adesivo #MyLastShot?
  • In che modo l'età dello studente prende la decisione di pubblicare o non pubblicare un'immagine raccapricciante? I giornalisti attribuiscono la stessa gravità alla firma di un quindicenne che su di un diciottenne? Che ne dici di uno studente universitario?
  • Quali sono state le circostanze in cui lo studente ha firmato l'adesivo? C'era la pressione dei pari o una dichiarazione sincera dietro la firma? Come lo sai?
  • Le immagini o i video grafici premieranno la violenza? Il killer di massa in Nuova Zelanda ha recentemente cercato la massima pubblicità per la sua violenza. Ha trasmesso in streaming il suo massacro online anche quando sapeva di poter essere ucciso durante il live streaming. L'infamia è una ricompensa per queste persone e pubblicizzare le immagini delle loro vittime potrebbe essere esattamente ciò che sperano.
  • Non utilizzare mai l'immagine, il video o l'audio solo per il valore shock o per creare traffico sulla pagina. Se pubblichi o trasmetti contenuti scioccanti, dovrebbe far parte di un esame serio e approfondito di un evento o di un problema. Questo è il costo di ingresso per l'utilizzo di quel contenuto. Il momento scioccante dovrebbe essere circondato dal contesto e dal giornalismo esplicativo.
  • Considera le alternative. Garner ha detto che non esclude completamente l'uso di immagini grafiche, ma ci è vicino. Ha detto: 'Onestamente credo che l'immagine più potente che hanno pubblicato sui social media in cui ridevano e sorridevano - l'ultima immagine che hanno pubblicato il giorno prima - sia riconoscibile. Erano a una festa di compleanno, a casa di qualcuno, e capire che il sedicenne non è più con noi, anche questo è un messaggio potente '.

Nei nostri molteplici scambi di e-mail, Tyner ha offerto questo pensiero convincente:

“E conosci la parte più triste? Le persone che supportano maggiormente questo progetto sono quelle che hanno perso di più. Sopravvissuti al parco, genitori della Colombina che hanno perso i propri figli. Quando l'ho detto ai miei genitori, sono rimasti scioccati. Quando ho parlato con i genitori che avevano perso i propri figli, hanno capito. Tom Sullivan, rappresentante dello Stato del Colorado ha sostenuto il nostro progetto. Perché? Ha perso suo figlio nella sparatoria dell'Aurora. Mantiene immagini grafiche del cadavere di suo figlio sul suo telefono per mostrare a senatori e legislatori che, secondo lui, sono diventati insensibili alla questione della violenza armata. Sfortunatamente, per quelli di noi che non sono mai stati colpiti dalla violenza armata, assistiamo a un movimento drastico che si è spinto troppo oltre. Per coloro che hanno perso i propri cari, non siamo andati abbastanza lontano '.