Weinstein colpevole, grazie a donne coraggiose e rapporti ostinati »Chris Matthews si scusa» Bernie combatte lealmente

Newsletter

Il tuo rapporto Martedì Poynter

Harvey Weinstein arriva in un tribunale di Manhattan per il suo processo per stupro. (AP Photo / John Minchillo)

Lunedì il magnate dei media Harvey Weinstein è stato riconosciuto colpevole di due crimini sessuali: stupro e atto sessuale criminale. È stato assolto per altri tre capi di imputazione, inclusa l'accusa più grave di essere un predatore sessuale. Rischia almeno cinque anni e fino a 25 anni di carcere.

Potrebbe non essere stata la vittoria totale che molti speravano, ma il New York Times l'ha descritta come una '#MeToo spartiacque' momento. Ed esso era il lavoro dei giornalisti del New York Times Jodi Kantor e Megan Twohey , nel loro reportage campione d'incassi nel 2017, che ha fatto saltare il coperchio a questa storia.



Sia chiaro: i veri eroi in tutto questo sono state le donne coraggiose che si sono fatte avanti per raccontare le loro storie orribili su Weinstein. Hanno rischiato la loro reputazione, il loro futuro, le loro carriere e molto altro ancora.

Tuttavia, l'ostinato reportage di Kantor e Twohey è stato una parte fondamentale di questa storia, facendo luce su Weinstein e aiutando ad avviare un movimento. Il loro libro 'She Said' è un libro di testo su come segnalare una storia delicata.

esempi di articoli di notizie scritti male

La newsletter di Mediaite 'Live From the Green Room' l'ha descritta come 'l'instancabilità dei due giornalisti che perseguono l'ambizione più alta della loro professione: detenere il potere di rendere conto e dare voce ai deboli'.

Nel frattempo, il Times continua a fare un lavoro importante su questo. Nicole Sperling ha scritto come Hollywood sia ancora un mondo di uomini, osservando che mentre Hollywood parla del discorso quando si tratta di inclusione, non sta ancora camminando per il cammino.

Ma ancora una volta, tutto risale alle donne che hanno resistito a Weinstein. Kantor e Twohey, insieme a Grace Ashford, Catrin Einhorn ed Ellen Gabler, hanno parlato con quelle donne di un pezzo potente. Il titolo: 'Finalmente.'

Infine, Kantor e Twohey con cosa significa la convinzione di Weinstein. I due reporter del Times dovrebbero essere gli ospiti del podcast di oggi 'The Daily'.


Il commentatore di MSNBC Chris Matthews. (Foto: mpi04 / MediaPunch)

Chris Matthews si è scusato lunedì sera per aver confrontato la vittoria di Bernie Sanders nei caucus del Nevada con l'invasione della Francia da parte dei nazisti nel 1940.

'Prima di entrare nelle notizie di stasera, voglio dire qualcosa di molto importante e personale', ha detto Matthews lunedì sera per aprire il suo programma 'Hardball' su MSNBC. 'Mentre guardavo i risultati unilaterali del caucus democratico di sabato in Nevada, ho raggiunto un'analogia storica e ne ho usata una pessima. Ho sbagliato a riferirmi a un evento dei primi giorni della seconda guerra mondiale. Senatore Sanders, mi dispiace per aver paragonato qualsiasi cosa, da quell'epoca tragica in cui così tanti hanno sofferto, soprattutto il popolo ebraico, a un risultato elettorale in cui lei è stato il meritato vincitore. Questa sarà una campagna di idee combattuta e accesa. Nei giorni, nelle settimane e nei mesi a venire, mi sforzerò di fare un lavoro migliore io stesso per elevare la discussione politica. Congratulazioni, a proposito, a lei senatore Sanders e ai suoi sostenitori per la straordinaria vittoria in Nevada '.

Ho scritto su questo in Rapporto Poynter di lunedì , e mentre riconosco che Matthews non stava effettivamente paragonando Sanders ai nazisti (Matthews stava confrontando l'inevitabilità della vittoria di Sanders con l'inevitabilità della vittoria dei nazisti), era comunque una cattiva scelta di parole. E Matthews sembrava averlo capito nelle sue scuse.

perché Fox News è così pro trump


Candidato presidenziale Bernie Sanders. (AP Photo / Matt Rourke)

I commenti di Chris Matthews su Bernie Sanders sono solo l'ultimo esempio, dicono Sanders ei suoi sostenitori, di pregiudizi dei media contro Sanders. In particolare, la campagna di Sanders si è lamentata della MSNBC. In effetti, ci sono state segnalazioni secondo cui Sanders ha incontrato personalmente i dirigenti di MSNBC su questo problema.

Forse tutto questo lamentarsi funziona? Lo ha riferito Joe Pompeo di Vanity Fair Lunedì quella fonte gli ha detto: “Porteranno più collaboratori a favore di Sanders? Ecco dov'è il chiacchiericcio. È una questione di notizie, devi. La direzione è sensibile al fatto che ora molto probabilmente sarà il candidato. Sta vincendo. '

Un altro dirigente della rete ha detto a Pompeo: “Sì, la gara è cambiata nelle ultime due settimane e lo rifletteremo e faremo gli aggiustamenti. Un modo semplice per farlo è cercare voci più intelligenti e pro-Sanders da parte di persone che possono rendere la nostra copertura più perspicace '.

anonimo nyt editoriale

Tuttavia, non aspettarti di vedere la copertura oscillare troppo dall'altra parte.

'La loro campagna', ha detto l'esecutivo, 'come ogni altra, è dovuta a una copertura equa, non ad adulazione'.


(Grafica AP / ESPN)

Come riportato per la prima volta da John Ourand di Sports Business Daily, ESPN annullerà il suo programma pomeridiano 'High Noon' alla fine di marzo. Tecnicamente è uno spettacolo di dibattito, ma non è uno di quei 'Perché-quei-ragazzi-urlano?' spettacoli che sono solo pieni di ciak. I conduttori Bomani Jones e Pablo Torre sono opinionisti intelligenti, ma a quanto pare, lo spettacolo non ha mai trovato un pubblico, secondo ESPN.

Come editorialista dei media sportivi del New York Post Andrew Marchand ha twittato , la durata iniziale di 'Mezzogiorno di fuoco' era di un'ora, che avrebbe potuto essere troppo lunga. Poi è stato ridotto a mezz'ora, cambiato le fasce orarie e persino le reti, passando da ESPN a ESPN2 il lunedì. Tutto ciò probabilmente ha danneggiato il suo slancio.

Questo non significa la fine di Jones e Torre a ESPN. Entrambi sono ben pensati (e dovrebbero esserlo). Ma fino a quando ESPN non capirà cosa c'è dopo, aspettati di vederli in programmi come 'Around the Horn', 'Highly Questionable' e come host di riempimento in programmi come 'Pardon the Interruption' e 'First Take'.

Ex personalità ESPN Jemele Hill ha reagito con forza su Twitter con un po 'di linguaggio R-rated sulla notizia che 'High Noon' era stato cancellato.

Hai un feedback o un suggerimento? Inviare un'e-mail allo scrittore senior di media Poynter Tom Jones all'indirizzo tjones@poynter.org .

  • Vertice per giornalisti ed editori (seminario). Scadenza: 27 marzo.
  • Trusting News Webinar Series, No. 3 (Webinar). Scadenza: 8 aprile.
  • Porta Poynter nella tua redazione, in classe o sul posto di lavoro.

Vuoi ricevere questo briefing nella tua casella di posta? Registrati qui.

Seguici su Twitter e così via Facebook .