Cosa rende una grande intervista? Questo podcaster si è seduto con le leggende intervistate per scoprirlo

Reportistica E Modifica

Foto per gentile concessione di Jesse Thorn.

'Che cazzo è un colloquio?'

Quel morso dà il via all'anteprima del nuovo podcast di Jesse Thorn, La svolta . Allora, cos'è un'intervista?



'Penso che le interviste siano tante cose diverse', ha detto Thorn, il fondatore di MaximumFun.org, un'organizzazione indipendente di produzione di podcast e radio. 'Tutto quello che so sull'intervista è qualcosa che ho inventato nella mia testa.'

Cercare di capire cosa rende eccezionale un buon intervistatore: questo è ciò che Thorn sta cercando di capire con The Turnaround. Tra i giganti del settore con cui si è seduto Thorn figurano Katie Couric, Ira Glass, Terry Gross, Larry King e Jerry Springer. Sì, hai letto l'ultimo a destra.

Formazione correlata: L'arte dell'intervista: Master Class con Jacqui Banaszynski

Una partnership tra Columbia Journalism Review e MaximumFun, lo spettacolo sarà presentato in anteprima il 22 giugno e sarà trasmesso due volte a settimana per tutta l'estate. Thorn, che ha ospitato il podcast culturale Bullseye da quando era al college più di 17 anni fa, l'intera esperienza è stata educativa.

'Non ho mai lavorato per nessuno come giornalista', ha detto. “Non ho mai avuto un mentore giornalistico. Non ho mai avuto un mentore per i colloqui. (Questo podcast) è stato un po 'come una strana forma di scuola di giornalismo per me. '

Poynter ha incontrato Thorn per parlare dell'imminente uscita di The Turnaround, di come tutti i giornalisti possono diventare intervistatori migliori e di come l'età e l'educazione influenzano lo stile di un podcaster. Questa domanda e risposta è stata abbreviata per maggiore chiarezza.

Per prima cosa: cosa hai imparato finora sull'intervista?

Per me, la parte dell'intervista con cui faccio più fatica è impegnarmi con una ... sorta di genuina, profonda spontaneità. Quindi, anche se penso che potresti argomentare - e certamente molti l'hanno fatto - che Larry King non è un grande intervistatore ma piuttosto un cattivo intervistatore, e penso che sia soprattutto un ottimo intervistatore.

Penso di aver imparato di più da Larry King. Perché Larry King è la persona con cui ho parlato che era più profondamente legata alla propria curiosità. E questo è qualcosa che penso che molte persone abbiano paura di fare perché fare una domanda a cui sinceramente non conosci la risposta può farti sembrare stupido.

Sono andato a casa sua per fare l'intervista, il che era insolito, ma lui è Larry King. È stato così gentile da condividere il suo tempo e ci siamo seduti nella sua stanza piena di cimeli, il che era incredibile. ( Ride ) Ma lui si siede, non mi conosce da Adam, mi fa un paio di domande su di me ed è immediatamente, completamente, interamente lì con me. E cercare di generare quella sensazione è qualcosa che ho imparato in modo significativo da lui, e che mi è stato in qualche modo spinto avanti nella mia mente e nel mio cuore quando sto facendo il mio lavoro a causa di quella conversazione con lui.

Quindi, ti sei seduto con Larry King e ti stai battendo per questa connessione più personale. Attraverso quell'intervista e altre che hai fatto per il podcast, ritieni che le tue tecniche di intervista siano migliorate?

Certamente, quello era il mio obiettivo. Non sono mai andato alla scuola di giornalismo. La cosa più vicina che io abbia mai incontrato è stata che ho lavorato come stagista per un grande programma radiofonico pubblico fuori dalla Bay Area chiamato West Coast Live, e l'ospite di quello spettacolo, Sedge Thomson, è un intervistatore molto brillante. Ho imparato qualcosa stando lì intorno, ma non ci sono mai state domande e risposte. E parte del mio obiettivo era quasi quello di confrontare le note con le persone e dire semplicemente: 'Ehi, sembra giusto?' Perché l'ho inventato nella mia testa e non ho mai avuto nessuno che mi correggesse.

Chiedere a persone con tutti questi background diversi, da uno dei miei eroi della radio pubblica Ray Suarez, a Jerry Springer, che entra in ogni episodio del suo spettacolo sinceramente senza sapere cosa sta succedendo alle persone che sono sul palco - intenzionalmente. Quindi, se non sono migliorato, probabilmente ho fatto un pessimo lavoro nello show ( Ride ).

Hai detto di aver intervistato Jerry Springer per lo spettacolo. Perché?

Non c'è dubbio che il motivo per cui Jerry Springer ha successo è perché è bravo nel suo lavoro. Voglio dire, volevamo al 100% qualcuno della televisione diurna nello show, perché la televisione diurna è dove si trova la maggior parte dei programmi di discorsi più visti in America. Quindi ... Jerry Springer è il volto iconico di tutto ciò. So che abbiamo provato a prendere Wendy Williams, e abbiamo cercato di ottenere Oprah, (abbiamo) ricevuto educati no dalla loro gente.

Ma sai, Jerry Springer è un ragazzo capace di gestire la follia. Questo è il suo dono, e questa è la cosa che lo ha reso così bravo a ospitare il suo spettacolo, è che quando sale sul palco con un biglietto da visita e chiede a qualcuno: 'Allora, perché sei qui oggi?' E loro dicono: 'Oh, sono qui perché sono innamorato del mio cavallo.' E poi va da lì e riempie 18 minuti di televisione con quello. E questa è un'abilità incredibile.

appeso in una quieta disperazione è il thoreau inglese

Lo spettacolo ti sembra mai davvero meta?

Oh, l'intera faccenda è profondamente meta! Voglio dire, una delle cose di questo spettacolo era che per me era importante che non avessimo alcun piano per fare soldi da questo spettacolo, perché mi sembrava di barare ( Ride ). Ad esempio, ho speso un sacco di soldi per fare questo spettacolo perché ho pagato i miei produttori mentre stavano producendo lo spettacolo, ma non volevo avere alcun reddito dallo spettacolo in parte perché non volevo che nessuno mi chiamasse. il fatto che fosse assurdo fare uno spettacolo di interviste sull'intervista che ovviamente era solo un corso di intervista per me, l'intervistatore.

Quindi sì, è decisamente 'Through the Looking Glass'. Faccio un programma di interviste ogni settimana da quando avevo 19 anni e ne ho 36, quindi 17 anni. Il mio istinto è di includere il pubblico e di non fare supposizioni sul pubblico. Quindi, anche se questo spettacolo è più sciocco e forse un po 'più digressivo e una posta in gioco inferiore rispetto a quello che faccio su NPR, sto ancora lavorando per assicurarmi che significhi qualcosa per una persona a cui è capitato di fare clic su di esso anche in Apple Podcasts significa qualcosa per qualcuno che ha il mio stesso lavoro, o è come me all'età di 20 anni in quella stazione radio del college che recensisce album per avere abbastanza ore di volontariato per uno spettacolo.

Ospiti anche Bullseye e penso che la transizione da quel podcast a questo sarebbe interessante. Come ti sei comportato passando dall'intervistare persone come Big Boi degli Outkast a persone come Katie Couric?

Bene, penso che all'inizio mi sono impegnato a non spendere troppe energie emotive in The Turnaround. Perché il mio dispendio di energia emotiva tende ad essere sotto forma di nervi, paura, disagio, preparazione eccessiva, senso di colpa - cose negative. Non sono mai entusiasta di un'intervista, almeno fino a quando non arrivo in cabina o, a volte, quando è finita. Quindi mi sono detto: 'Guarda, questo è un bel progetto che stai facendo per imparare cose, ti piacciono queste persone, sono sostanzialmente tuoi coetanei in qualche modo ... quindi divertiti a parlare con loro e guarda cosa puoi imparare. «E penso che l'unica volta che ho fallito è stato con Terry Gross.

Non avevo mai incontrato Terry Gross in vita mia e presento uno spettacolo che è un knockoff dello spettacolo di Terry Gross. Voglio dire, ci sono cose che sono diverse nel mio spettacolo e nel suo spettacolo; Ho una prospettiva molto diversa da quella che ha il suo spettacolo e ho uno stile diverso da quello che ha lei. Ma, sai, alla fine farò una versione alternativa del suo spettacolo. Ed ero molto intimidito a parlare con lei. Anch'io ero molto malato.

E così eccomi qui, a parlare al microfono attraverso una linea telefonica a Philadelphia, dove il mio eroe è seduto dietro il microfono a parlarmi e condividere del tempo con me, e sono a malapena coerente, ed esausto, malato e confuso. Fondamentalmente ero nello stato in cui si trova un pugile dopo aver appena perso una decisione di 12 round. E non avrebbe potuto essere più adorabile. Non ho ascoltato il nastro perché ho paura di aver fatto davvero un brutto lavoro.

Ma oltre a questo, era una questione di: 'Ehi, entra nello stand e parla con la persona e guarda cosa puoi imparare.' Questo era un altro vantaggio del (fatto che) non ho intenzione di fare soldi a parte questo. Presumevo che questo spettacolo sarebbe stato un fallimento del mercato. C'è una banda molto ristretta di persone che vuole sentirmi intervistare gli intervistatori sull'intervista, quindi ho pensato che probabilmente non avrei dovuto preoccuparmene troppo, e ha funzionato abbastanza bene. Considerando che con un dato Bullseye (episodio), sono preoccupato per ogni singola parte di esso. Sono sicuro che ogni sua parte mi farà vergognare ( Ride ).

E lavori su Bullseye da 17 anni, da quando eri al college, giusto?

Sì, tutta la mia vita adulta. Lo spettacolo si chiamava The Sound of Young America, ma a parte questo è stata una produzione settimanale ininterrotta da quando avevo 19 anni.

Inizialmente sono andato alla stazione radio pensando che fare la radio sarebbe stato probabilmente davvero difficile. ... Sono arrivato lì e ho visto un mixer e li ho visti usarlo e ho pensato, 'Oh, quindi fondamentalmente su è più rumoroso. Posso gestirlo. 'E mi sono iscritto per fare volontariato e ho presentato un'offerta per uno spettacolo alla fine del mio primo anno di college.

Hai iniziato quando eri super giovane. In realtà eri uno dei più giovani conduttori di podcast che NPR abbia avuto, credo.

virgola stile ap dopo lo stato

Quando The Sound of Young America è diventato nazionale, cioè quando avevo 26 anni, penso di essere stato il più giovane conduttore radiofonico pubblico nazionale con NPR, PRI o chiunque altro - mai. Sono passati 10 anni e sono ancora il più giovane, o forse Kelly McEvers ha più o meno la mia età. Ci sono un paio di persone che hanno più o meno la mia età, ma siamo ancora i più giovani. ( Ride ) E sono nazionale da 10 anni e lo faccio da 17.

In che modo pensi che essere uno dei più giovani nel campo abbia influenzato il tuo stile?

È una cosa divertente, sai. Penso che ora ci sia una generazione che è cresciuta in This American Life e si è sempre sentita come se ci fosse spazio per un tono colloquiale, anche se era, nel caso di This American Life, questo tipo di versione performativa e astratta di un colloquiale. tono.

E questa è l'aspettativa per ciò che può essere la radio pubblica. Penso che quando ho iniziato This American Life era in onda, stava già ispirando le persone, ma non era una corsia in cui ti era permesso entrare. E quindi per me, penso di aver avuto questa idea di queste cose che volevo un programma radiofonico pubblico per essere che non c'erano davvero là fuori, e stavo cercando di farlo.

… Quasi tutti nella radio pubblica provengono da un contesto di notizie, e in particolare da un contesto di notizie difficili. E così perseguono la maggior parte della loro produzione attraverso una lente in stile hard news, e non pensavo nemmeno a me stesso come giornalista fino a quando non ho firmato con NPR alcuni anni fa e mi hanno spiegato che dovevo essere un giornalista e rispettare il loro codice etico giornalistico. Ho davvero pensato a me stesso come, non lo so, David Letterman o qualsiasi altra cosa.

Quindi il tuo programma e il tuo stile sono molto diversi dai podcast tradizionali. Hai menzionato This American Life, ma mi interessa sapere come pensi che The Turnaround sia diverso da altri giornalisti o podcast di auto-aiuto, come Longform. In che modo il tuo spettacolo è diverso da quel tipo di spettacolo e in che modo è simile?

Non ho ascoltato Longform. Il podcast principale che ascolto non è prodotto da MaximumFun.org si chiama Effectively Wild. Si tratta di baseball, lo ascolto perché non mi turba mai. Sono profondamente emotivamente fragile; Ho solo bisogno di qualcosa da ascoltare sul mio tragitto giornaliero in cui l'argomento più pesante sarà: 'Billy Hamilton imparerà mai a colpire?' O 'Perché ci sono più giocatori di posizione che lanciano ora?'

Voglio dire, penso che il colloquio sia un compito così stranamente specifico. ... E non ci sono risorse su come farlo, e c'è un sacco di merda sulla narrazione o altro. E c'è un sacco di merda media sui rapporti, come la raccolta di fatti. Ma questo è uno spettacolo che parla in particolare di come ci si sente a sedere di fronte a un'altra persona e parlare con loro. E ci sono giornalisti su questo argomento, ma credo che sia unico in quanto riguarda proprio questo interscambio. E so per essere stato oggetto di giornalismo nel corso degli anni che le capacità delle persone in questo campo di notizie e di funzionalità variano in modo straordinariamente selvaggio. E questo è uno spettacolo su come interagire effettivamente con qualcuno e imparare davvero qualcosa da loro.

Se dovessi scegliere una tecnica di intervista che hai imparato e che tutti i giornalisti dovrebbero usare, ma non lo sono, quale sarebbe?

C'è una domanda che puoi porre che ho imparato dal fumetto di This American Life, uscito molti anni fa. E in esso, Ira si riferisce a uno di quei vecchi tizi della radio pubblica che è perfetto nel loro lavoro e lo fa da sempre, che c'è una domanda che puoi fare in ogni situazione. Sono imbarazzato a dirlo, ma probabilmente lo uso in media ogni due settimane, quindi sarebbe una intervista su tre, diciamo. Ed è, essenzialmente, 'Come pensavi che sarebbe stato, come si è scoperto e come si confrontano?' E puoi chiederlo su qualsiasi cosa.

Ira lo spiega in modo molto acuto. Voglio dire, Ira è il primo episodio di The Turnaround perché è la persona che conosco che ha pensato di più al suo mestiere e perché fa ogni mossa che fa. È un ragazzo che ha lavorato alla NPR per 20 anni prima di iniziare This American Life, e penso che per tutto il tempo abbia tramato This American Life.

Ira è un genio con questo. Ira dice: 'Questa è una domanda perfetta perché ispira automaticamente la riflessione'. Ispira un confronto e un contrasto che fondamentalmente chiede: 'Che cosa significa?' E questo è il lavoro della maggior parte delle interviste, è cercare di ascoltare la storia che contiene le informazioni e quindi ascolta il significato di ciò. E le persone di solito non li offrono entrambi contemporaneamente, ma questa domanda li richiede automaticamente.

Devo chiedere. Come pensavi che sarebbe stato il tuo podcast, come è andato a finire e come si confrontano queste due cose?

Penso che immaginavo di avere più suggerimenti e trucchi. Non riesco a convincere le persone a dare consigli e suggerimenti perché mi diverto sempre a parlare con loro, e poi mi dimentico di chiedere ingranaggi e parti funzionanti. Ma, sai, penso che una delle cose più grandi che ho imparato è che non c'è un modo giusto per fare il mio lavoro, e quindi dovrei smetterla di preoccuparmi di farlo male. E invece, dovrei pensare a una sorta di domanda filosofica più ampia, che è: sono abbastanza aperto?

So che suona banale. Ma intendo davvero la sfida che riconosco a me stesso - che non mi aspettavo di riconoscere - è la sfida di essere davvero curioso delle cose di cui sono davvero curioso, di darmi il permesso di fare domande che non conosco rispondere e preoccuparsi davvero di scoprire altre persone. ( Ride )