Cosa c'è dietro al boom del controllo dei fatti della Corea del Sud? La politica tesa e il declino del giornalismo investigativo

Controllo Dei Fatti

In questa foto del 30 novembre 2016, i membri della Confederazione coreana dei sindacati portano un'effigie del presidente sudcoreano Park Geun-hye mentre marciano durante una manifestazione che chiede a Park di dimettersi a Seoul, in Corea del Sud. (AP Photo / Lee Jin-man, File)

'Verifica dei fatti' è ora una delle più grandi parole d'ordine del giornalismo sudcoreano.

codice etico del New York Times

Google Trends mostra che le ricerche di '팩트 체크 (fact check)' in Corea sono aumentate durante la campagna elettorale presidenziale del 2017. Quasi tutti i principali giornali e emittenti coreani, e persino alcuni gruppi non mediatici, hanno lanciato iniziative di verifica dei fatti in questo periodo.



Nel marzo 2017, la Seoul National University ha introdotto il suo progetto di verifica dei fatti congiunto ' FactCheck SNU , 'Che coinvolge 16 organi di stampa tradizionali. Molti altri gruppi di media hanno avviato il proprio servizio di verifica dei fatti, di solito online.

Questa raffica di verifica dei fatti è recente, ma non senza precedenti. A partire dal censimento del 2016 delle iniziative di verifica dei fatti ha elencato tre iniziative come 'attive' in Corea del Sud: JTBC's 'Fact Check', Ilyo Shinmun's ' Verità o falso sondaggio ,' e Newstapa's 'Veramente?'

OhmyNews , uno dei più grandi siti web di notizie online in Corea, ha avviato l'iniziativa di verifica dei fatti ' OhmyFact 'Da maggio 2013. JTBC ha lanciato il segmento quotidiano' Fact Check 'nel settembre 2014.' Truth or False Poll 'di Ilyo Shinmun è in circolazione da novembre 2014 e' Really? 'Di Newstapa (l'organizzazione per cui lavoro) ha pubblicato il suo primo pezzo nel marzo 2015.

A differenza delle loro controparti più recenti, che tendono a concentrarsi sul controllo delle dichiarazioni politiche, queste iniziative più vecchie si occupavano di miti urbani e controversie, a volte incoraggiando i lettori a sottoporre elementi per il controllo dei fatti.

Perché la Corea del Sud è improvvisamente presa da una frenesia del controllo dei fatti? I critici dei media hanno sottolineato diversi fattori che possono aver contribuito a questo fenomeno.

Aumento delle fake news

La diffusione di notizie false durante il processo di impeachment dell'ex presidente Park Geun-Hye, e la conseguente campagna elettorale presidenziale, è probabilmente uno dei maggiori fattori del recente boom del controllo dei fatti.

governatore della florida ron desantis

Media Today , una rivista di cronaca dei media sudcoreana, ha soprannominato la recente corsa presidenziale una `` gara di verifica dei fatti '', citando i risultati del sondaggio che hanno mostrato che il 39,9% su 88.000 membri del gruppo consultivo dei cittadini di JTBC ha affermato che le storie di controllo dei fatti erano un fattore importante per chi hanno votato .

Ma l'assalto delle fake news in Corea era simile a quello che si è visto negli Stati Uniti? Non proprio. La versione coreana è più un pettegolezzo che un'operazione professionale e orientata al profitto. Mentre le fake news statunitensi sembravano vere notizie e si diffondevano principalmente attraverso piattaforme di social media come Facebook e Twitter, l'incarnazione coreana era per lo più sotto forma di opuscoli simili a giornali o informazioni false condivise tra persone che la pensano allo stesso modo attraverso chat di gruppo chiuse su KakaoTalk , una popolare app di messaggistica sudcoreana.

Nel suo articolo “ Come le fake news della Corea del Sud hanno dirottato una crisi democratica , 'Seung Lee, giornalista del San Jose Mercury News, ha riferito che le notizie false che circolavano prima e durante il processo di impeachment avevano una narrativa generale: l'intero scandalo e le sue successive proteste erano una cospirazione di sinistra per abbattere il regime conservatore di Park Geun-Hye . Tali notizie false hanno spesso attaccato la copertura dei principali media dello scandalo politico del presidente sotto accusa come 'notizie false'.

Sotto questo aspetto, il recente fenomeno delle fake news mostra uno schema più simile a quello di Campagna illegale dell'agenzia di spionaggio sudcoreana sui social media durante le elezioni presidenziali del 2012. Allora, almeno 10 gruppi operato sistematicamente su Twitter per sostenere Park Geun-Hye e anche per calunniare Moon Jae-In, che è diventato presidente nel 2017.

fondo speculativo di gestione patrimoniale chatham

Elezioni anticipate dopo l'impeachment

In parte, il controllo dei fatti è fiorito a causa dei tempi stretti della campagna elettorale. Secondo la loro costituzione, i sudcoreani avevano 60 giorni per eleggere un nuovo leader dopo l'impeachment di Geun-Hye.

Con così tante notizie false che si diffondono e non abbastanza tempo per preparare storie più approfondite sui candidati alla presidenza, la soluzione più ovvia era eseguire una copertura di verifica dei fatti rapida. Quasi tutti i principali gruppi di media hanno lanciato iniziative di verifica dei fatti e coloro che le stavano già gestendo le hanno ampliate per le elezioni.

JTBC, ad esempio, ha eseguito un ' verifica dei fatti sulle elezioni presidenziali 'In tempo reale tramite KakaoTalk. Si è concentrato principalmente sulla verifica delle dichiarazioni rese dai candidati nei dibattiti televisivi.

Ma le loro notizie periodiche hanno anche smascherato le fake news. Notizie JTBC ha riferito che un professore britannico di nome Artoria Pendragon, che è stata citata nei forum pro-parco per sostenere che le organizzazioni ombra hanno coordinato le proteste di impeachment, era in realtà un personaggio dell'anime giapponese 'Fate / Stay Night'.

Newstapa ha istituito un team temporaneo dedicato al controllo dei fatti con l'obiettivo di smascherare voci infondate. Ad esempio, Newstapa esposto l'identità del “Prof. Kim Choon-Taek ', i cui incarichi insistevano che (l'attuale presidente) Moon Jae-In fosse un' comunista '. Sebbene la sua tesi fosse sostenuta principalmente da false dichiarazioni, i suoi post sono diventati virali tra gli elettori più anziani in parte a causa del suo titolo di 'professore'. L'indagine di Newstapa ha scoperto che non era un professore ma un ex colonnello dell'esercito ottuagenario che avrebbe potuto svolgere una cattedra presso l'Esercito Staff College. Dopo questo rapporto, non ha prodotto nuovi post.

Crescente sfiducia nell'opinione pubblica e calo del giornalismo investigativo

Baek Mi-Sook, professore alla Seoul National University, ha sottolineato la mancanza di rapporti investigativi e approfonditi come un causa fondamentale del boom del fact-checking. La controversia che circonda il controllo del governo sulla stampa ha portato a un minor giornalismo investigativo e a una maggiore sfiducia nell'opinione pubblica.

come smettere di essere aggiunto alle liste su Twitter

Nel 2008, dopo l'ascesa al potere di Lee Myung-Bak, la sua amministrazione ha rafforzato la presa sulla stampa. Più di 20 giornalisti di diversi media sono stati licenziati per aver partecipato a scioperi. Il documentario ' Sette anni: giornalismo senza giornalisti , 'Pubblicato lo scorso anno, suggerisce che questo alla fine ha contribuito alla segnalazione incompetente sul disastro di Sewol Ferry nel 2014.

La sfiducia dell'opinione pubblica nei confronti dei media si riflette nella parola '기 레기 (giornalista spazzatura)', coniata durante la tragedia di Sewol. La rabbia del pubblico è cresciuta quando i principali media conservatori hanno ripetuto a pappagallo gli annunci del governo che le vittime erano state salvate, che in seguito si sono rivelati falsi. Alcune persone ha boicottato la quota di iscrizione per KBS , la più grande emittente pubblica del paese.

Ciò coincide con il ridimensionamento delle unità di segnalazione investigativa nei principali media. L'ex CEO di KBS Kim In-Gyu, scelto da Lee Myung-Bak, lo era accusato di minare la sua funzione investigativa . La KBS ha sciolto la sua unità investigativa nel 2010, poco dopo che Kim In-Gyu ha preso il potere come presidente della stazione.

Anche le squadre investigative di molti altri media hanno subito ripetuti tagli.

'I media coreani devono tornare alle basi e recuperare la mentalità investigativa per coprire una storia', ha detto Kim Yong-Jin, l'ex capo dell'unità investigativa KBS, che ora guida Newstapa. 'Le fake news crescono sulla sfiducia dei media e sulla delusione del pubblico nei confronti del giornalismo'.