Perché Telegram potrebbe essere la prossima grande app di messaggistica. Inoltre: una nuova funzionalità fondamentale di Instagram e un aggiornamento del browser che dovresti rendere APPENA POSSIBILE

Tecnologia E Strumenti

Questa settimana in strumenti digitali per il giornalismo

Shutterstock.

Questo articolo è originariamente apparso in Try This! - Tools for Journalism, la nostra newsletter sugli strumenti digitali. Vuoi notizie di piccole dimensioni, tutorial e idee sui migliori strumenti digitali per il giornalismo nella tua casella di posta ogni martedì? Registrati qui.

Benvenuti al secondo numero di Try This! nel 2020. Ho una gran quantità di novità tecnologiche e sugli strumenti per te oggi, comprese alcune da considerare durante tutto l'anno. Come sempre, se hai una raccomandazione o desideri che esamini uno strumento, per favore fammi sapere . Vediamolo.



Bloomberg utilizza Telegram, un'app di messaggistica, mentre la maggior parte degli Stati Uniti non lo è. Perché? Suo tutto su un pubblico internazionale . L'app di messaggistica più popolare negli Stati Uniti è Facebook Messenger , ma app come WhatsApp, Line e Telegram sono più popolari nel resto del mondo. Bloomberg utilizzava WhatsApp per inviare messaggi di notizie dell'ultima ora, ma l'anno scorso ha dovuto riconsiderare la sua strategia, quando WhatsApp ha limitato la messaggistica in blocco per ostacolare la diffusione di disinformazione. È un buon promemoria che le piattaforme di terze parti possono comportare grandi rischi e grandi ricompense.

Come cambierà il giornalismo nel 2020? Gli editori si appoggeranno maggiormente alle entrate dei lettori rispetto alla pubblicità? Le redazioni continueranno a produrre podcast? Forse i siti web di notizie personalizzeranno ulteriormente le loro pagine in base ai gusti dei singoli utenti? O forse caricheremo tutti le nostre coscienze su una matrice in cui vivremo nella paura dei robot assassini? La risposta è tutto tranne quest'ultima, secondo un sondaggio tra i dirigenti del settore dal Reuters Institute for the Study of Journalism (e quest'ultimo, secondo me).

La versione web di Instagram ha finalmente messaggi diretti ... almeno per un piccolo sottoinsieme di utenti. Il social network di condivisione di foto di proprietà di Facebook è finalmente testando i DM web . Questo è un grosso problema per coloro che gestiscono un account Instagram di un'azienda, poiché attualmente devono utilizzare l'app (su un telefono personale o fornito dal lavoro) o uno strumento di terze parti per rispondere ai messaggi diretti dal pubblico.

Sei un utente Firefox? Vai ad aggiornare il tuo browser adesso. Il Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti ha emesso un raro annuncio che tutti gli utenti di Firefox debbano eseguire l'aggiornamento alla versione più recente, che risolve un bug che consente agli aggressori di assumere il controllo dell'intero sistema operativo, sia che si tratti di un Mac o di un PC. Nel caso in cui tu sia un totale luddista: non va bene (e ti congratulo per esserti iscritto a questa newsletter!). Nonostante questo difetto, Firefox rimane un browser di alto livello, soprattutto se ci tieni alla privacy . E dovresti preoccuparti della privacy.

Tra tutti i social network, LinkedIn sembra il più complicato. La piattaforma stessa è facile da usare ma la posta in gioco sembra così alta, come un evento di networking con il mondo intero. Cosa indosso? Come mi presento al meglio? Può far sentire la posta in gioco anche il compito più semplice, come descrivere il tuo lavoro. Questo gigantesco cheat sheet di LinkedIn fa un buon lavoro nel suddividere tutto. Da come vestirsi per una foto del profilo a come richiedere l'approvazione, ti copre.

Il knock brush è il nuovo soapbox? Si scopre che Slack, lo strumento di messaggistica sul posto di lavoro con quell'onnipresente suono del messaggio knock-knock-knock, è il 'tessuto connettivo' nel ondata di sforzi di sindacalizzazione nelle redazioni di tutto il paese (abbonamento richiesto) . Slack consente di inviare rapidamente messaggi uno-a-uno o uno-a-molti, rendendo facile per i dipendenti avere discussioni importanti su salari e benefici al di fuori della portata d'orecchio dei loro datori di lavoro. E qui stavo solo inviando emoji personalizzati della mia faccia.

Un giornale in Arkansas sta prestando gratuitamente iPad ai suoi abbonati. Perché? Perché gli iPad sono costosi, ma stampare giornali fisici e consegnarli a casa ogni giorno per un anno lo è ancora di più. The Arkansas Democrat-Gazette ha distribuito 27.000 iPad finora e ha un tasso di fidelizzazione degli abbonati complessivo del 78%. Ogni mattina, la pubblicazione invia repliche digitali dei suoi giornali cartacei a quegli iPad. E mentre ho battuto repliche digitali di prodotti fisici in questa newsletter solo la scorsa settimana, questa è una mossa ponderata che merita elogi: i dirigenti si sono resi conto che spostare il pubblico dalla stampa al digitale e da un layout tradizionale a un formato online moderno sarebbe stato un cambiamento eccessivo contemporaneamente .

Se stai ancora inseguendo i clic invece di creare un pubblico fedele, è tempo di cambiare. I ricercatori dello Spiegel Research Center della Northwestern University hanno analizzato 13 terabyte di dati da tre dei principali giornali americani e hanno scoperto che è importante spostare un lettore occasionale su un abbonato, ma è molto più importante trattenere quell'abbonato per un periodo di tempo piuttosto che cercare. nuovi abbonati. Chiamano questa metrica ' Valore nel corso della vita del cliente . ' Per me suona semplicemente come un impegno significativo e deliberato.

Alcune reti Wi-Fi sono davvero pignole e difficili da unire. Prima di rimanere bloccato nel tentativo di caricare la pagina di accesso alla rete in qualche bar sperduto, aggiungi ai segnalibri neverssl.com . Attraverso un po 'di shizzle-wizzle tecnico, il sito utilizza una pagina non crittografata (normalmente pessima) per caricare il prompt di accesso.

Ecco un quadro per pensare all'etica e all'impegno nel giornalismo. È anche solo un ottimo punto di vista del pubblico sull'etica del giornalismo (che avrebbe dovuto essere il nostro obiettivo sin dall'inizio, sì?).

Ren LaForme è il reporter di strumenti digitali di Poynter. Può essere raggiunto a ren@poynter.org o su Twitter a @itsren.

Prova questo! è supportato da American Press Institute e il Fondazione John S. e James L. Knight .